Finalmente Lirola! Sempre positivo nell’era Iachini, arma importante nella settimana delle assenze

14



Con l’arrivo del nuovo tecnico l’esterno spagnolo è rinato: col Genoa ha giocato la sua miglior partita in viola. In una settimana piena di assenze, il suo apporto sarà decisivo

Se c’è un giocatore che ha beneficiato più ogni altro del cambio di gestione tecnica sulla panchina della Fiorentina, quello è indubbiamente Pol Lirola. L’esterno spagnolo ha vissuto un girone di andata complicato, nel quale ha fatto grande fatica a esprimere le qualità che si erano viste con la maglia del Sassuolo.

LE DIFFICOLTÀ. In un’intervista di pochi giorni fa, è stato lo stesso Lirola a fare intendere quanto avesse pesato l’alta valutazione (circa 13 milioni) con la quale è stato acquistato in estate dai viola. Il costo del cartellino ha dato grande peso alle aspettative sulle spalle del laterale spagnolo, che nella prima fase del campionato ha stentato e non poco, facendo domandare ai tifosi viola dove fosse finito il giocatore ammirato in neroverde.

LA SVOLTA. Dall’arrivo di Iachini in poi, però, qualcosa è cambiato. Pol ha ritrovato l’allenatore con cui aveva già fatto bene a Sassuolo che fin da subito ha lavorato sulla testa e sui movimenti del ragazzo per riportarlo ai livelli che gli competevano. Qualche piccolo passo in avanti con Bologna e Spal. Poi il gol con l’Atalanta, che ha definitivamente sbloccato il classe 1997.

Tre giorni dopo, infatti, al San Paolo è arrivato il primo assist in maglia viola (per la magia di Vlahovic), condito da un’ottima prestazione. Infine il Genoa: in un pareggio in chiaroscuro della Fiorentina Lirola ha giocato la sua miglior partita in maglia viola, fatta di continue accelerazioni, dribbling in corsa e tanti palloni messi in mezzo all’area e non concretizzati dai compagni.

NON SOLO LA TESTA. Lirola ha ritrovato consapevolezza nei suoi mezzi e i mugugni del Franchi si sono trasformati in applausi. Ma non è solo una questione mentale. Lo stesso Iachini, infatti, nella conferenza stampa prima della sfida con il Grifone ha sottolineato che con Pol dovevamo lavorare sui movimenti. Sta crescendo, e tornando quello che conoscevo io”, aggiungendo anche che “può crescere ancora. Ha motore e passo, ma anche qualità quando arriva vicino all’area. Mi aspetto gol, come da tutti gli altri esterni”. Dunque, non solo il fattore psicologico, ma anche quello tattico. Il Lirola della versione iachiniana riceve spesso la palla in corsa (il che esalta le sue migliori caratteristiche) e molto meno da fermo (“devo migliorare nel palleggio”, afferma lo stesso spagnolo). E i risultati si stanno vedendo.

PIU FORTI DELLE ASSENZE. Insomma, la Fiorentina ha finalmente trovato la sua freccia destra. Giusto in tempo per entrare in una delle settimane più complicate che la stagione possa regalare ai viola. Mercoledì si va a Milano per affrontare l’Inter in Coppa Italia, domenica alle 12.30 c’è la Juventus in Serie A. La squadra di Iachini dovrà essere più forte anche delle assenze, visto che a Milano mancheranno capitan Pezzella e Castrovilli. Quest’ultimo rischia seriamente di saltare anche il big match coi bianconeri, al quale non parteciperanno neanche Caceres e Milenkovic per squalifica.

In attesa del mercato, starà ai giocatori attuali fare la differenza e non far pesare le assenze gravose. Di certo, a partire dalle ultime settimane la Fiorentina ha un’arma in più per la propria manovra offensiva: quel Pol Lirola che tutti aspettavano. Ora che arriva il difficile, l’esterno spagnolo dovrà crescere ancor di più per sfornare giocate sulla fascia e distribuire piogge di palloni in area avversaria.

14
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
wolwerit
Ospite
wolwerit

meno male che almeno lirola e pulgar sono usciti dei buoni acquisti ..,prade vai svegliati e compra anche un mediano così magari si gioca con tre punte

Sonia
Ospite
Sonia

Coraggio, e sempre Forza Viola!!!!! 💜💜💜

Ponzio
Tifoso
Ponzio

Nota positiva

Giovanni
Ospite
Giovanni

Meno male orsato non ha ammonito lui … Speriamo non venga ammonito a Torino

valter
Ospite
valter

meno male che ha cominciato a giocare,parecchi tifosi lo avevano già giudicato una vera schiappa,rileggevo le valutazioni date qualche tempo fa a Ilicic e Muriel. e
non nego che vorrei fosse riproposto Badelj al posto di Pulgar in una squadra più preparata atleticamente e più logicanei tre centrocampisti.Saluti

Forzarocco
Member
Forzarocco

BADELJ al posto di pulgar? ????
Serio ?
Io invece spero di vedere 2 nuovi acquisti

Wade81
Ospite
Wade81

C’era chi lo definiva “terzino da Lega Pro”, sono contento si stia prendendo qualche rivincita. Ma chi è obiettivo sa che era stato un buonissimo acquisto, anche in ottica futura…

wolwerit
Ospite
wolwerit

ancora badelj ma siete in fissa …..un n e vastato vederlo 13 partite ?

Amedeoviola
Ospite
Amedeoviola

Arma in più? Siamo disastrato, ci aspettano tre sveglie consecutive, Inter Juve e Atalanta, 0 punti, altro che Lirola!!!!!

Alessandro98
Ospite
Alessandro98

Guarda che non perdiamo da 5 partite, alla faccia del disastro. Abbiamo battuto Atalanta e Napoli fra le altre.

Giovanni
Ospite
Giovanni

Ma cosa vuoi svegliare

Susy
Member
Susy

Ottimista di natura?
FORZA VIOLA SEMPRE💜💜💜

tomcat
Ospite
tomcat

Brava Susy, sono d’accordo con te.

Sasso
Ospite
Sasso

Più che VIOLA tu mi sembri dimolto bianconero……….

Articolo precedenteIl saluto di Firenze al grande Narciso Parigi (FOTO FI.IT)
Articolo successivoDell’Orco espulso. Se la Fiorentina dovesse prenderlo non potrebbe giocare a Torino
CONDIVIDI