Finalmente s’inizia a fare sul serio.. Borini se va via Joaquin.. Poi ci sono i tifosi che..

0



Finalmente si inizia a fare sul serio. Dopo un’estate protagonista sul campo, meno sul mercato, tra sette giorni inizierà il campionato. E da quel momento si potrà capire il reale valore delle Fiorentina costruita dalla dirigenza viola e data in consegna a Paulo Sousa.
Tra giocatori ceduti e quelli andati via per scadenza di contratto è fuori di dubbio che a oggi sulla carta c’è stato una sorta di ridimensionamento, nonostante le varie smentite.
Certo, solo il campo può dare e dire il reale valore di qualsiasi squadra, quindi anche della Fiorentina, e nessuno può escludere che alla fine il lavoro fatto dalla proprietà e dai dirigenti viola potrà dare risultati importanti.

striscione franchiDi sicuro, rispetto agli ultimi anni, c’è una parte della tifoseria che sembra aver perso la fiducia. Gli striscioni firmati da alcuni importanti club della Fiesole apparsi in queste settimane sui cancelli del Franchi, i commenti sui siti internet, sui social network, una campagna abbonamenti in calo rispetto allo scorsa stagione (17mila abbonamenti sottoscritti a una settimana dal termine, contro i 23mila della scorsa stagione) sono tutti segnali inequivocabili. Segnali che non devono essere sottovalutati dalla proprietà e dalla dirigenza viola.
Sarà importante, fondamentale, che la Fiorentina parta subito bene. Vincere aiuta a vincere, aiuta a migliorarsi, aiuta a creare entusiasmo.

paulo sousa pradè roggDomenica sera contro il Milan sarà un mese è mezzo da quanto Paulo Sousa ha iniziato ad allenare la Fiorentina, un gruppo che è cambiato in corso d’opera e che potrebbe ancora cambiare negli ultimi giorni di mercato. Chiaramente il lavoro da fare è ancora tanto ma anche per lui sarà il momento di una prima valutazione di quanto fatto e del reale valore della squadra che ha in mano.
A proposito di mercato dopo aver preso in attacco Kalinic (attenzione che Alberto Gilardino potrebbe arrivare comunque), c’è da sistemare ancora difesa e centrocampo. In difesa probabilmente dovranno arrivare ancora due giocatori: un difensore centrale e un esterno destro, visto che il brasiliano Gilberto è più un esterno offensivo che difensivo.

Nomi? In casa viola si vuol attendere l’ultima settimana, capire cosa potrà offrire il mercato dopo la prima giornata di campionato. Stesso discorso per quanto riguarda il centrocampo. Manca ancora il centrocampista titolare che possa giocare al fianco di Mario Suarez (alla fine potrebbe essere davvero lui il giocatore più importante fatto arrivare in questa sessione di mercato) sulla linea mediana. Donsah del Cagliari interessa molto ma nelle ultime ore c’è il forte interessamento del Bologna. Non interessa Kasamai che Raiola continua a proporre ai viola, mentre sarebbe diminuito l’iteresse per Farias del Cagliari.

boriniFiorentina che per il momento ha deciso di ‘congelare’ l’interesse per Borini. Il giocatore del Liverpool potrebbe nuovamente interessare se alla fine Joaquin dovesse tornare al Betis Siviglia.
A proposito di mercato: Salah continua senza problemi a essere un giocatore della Roma. Senza che ci siano state nuove prese di posizione della Fiorentina. Alla fine è andata a finire come voleva la società giallorossa e l’agente del giocatore, con la Fiorentina che sembra essere rimasta col cerino in mano. Firenze e i tifosi viola avrebbero diritto ad avere spiegazioni, come la società viola giustizia.

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it