Fio-Cagliari a confronto: rossoblù malissimo davanti, e dietro. Pavoletti 10 gol, di cui 8 di testa

1



Fiorentina e Cagliari si trovano di fronte alla 37° giornata con rispettivamente 57 e 33 punti in classifica. Per i viola 16 vittorie, 9 pareggi e 11 ko in totale, per i sardi 9 vittorie, 6 pareggi, 21 ko. Fin qui tra le mura amiche, 29 punti ottenuti su 54 per i viola, nono rendimento del campionato. Vittorie contro Napoli, Crotone, Benevento, Chievo, Sassuolo, Toro, Udinese, Bologna, pareggi con Spal, Inter, Milan, Genoa e Atalanta, ko con Lazio, Juve, Verona, Roma e Samp. Il Cagliari, invece, in trasferta ha ottenuto 15 punti su 54 disponibili. 4 vittorie, contro Benevento, Atalanta, Udinese e Spal, 3 pareggi, contro Sassuolo, Bologna, e Crotone, e ben 11 ko. Sconfitte contro Sampdoria, Inter, Verona, Genoa, Chievo, Roma, Toro, Lazio, Napoli, Milan e Juventus. Per altro, nelle ultime 4 trasferte sono arrivate altrettante sconfitte. In casa la Fiorentina ha sempre segnato almeno una rete, tranne che con Spal, Juve e Genoa; subendone però almeno una tranne che contro Napoli, Spal, Crotone, Benevento, Torino, Chievo Genoa e Sassuolo. A segno solo in 11 gare il Cagliari in trasferta, mentre ha mantenuto la propria porta inviolata in sole 3 partite la squadra di Lopez.

Con 40 reti al passivo la Fiorentina è la sesta difesa del campionato. 61 invece, ne ha subite la squadra di Lopez, 5° peggior difesa del torneo. Alla voce gol segnati, con 53 reti la Fiorentina è l’8° attacco del torneo con 1.47 gol segnati di media a partita. Il Cagliari, invece, ne ha segnati 31, terzo peggior attacco della Serie A con una media di 0.86 reti segnate a gara. La Fiorentina di Pioli è al quarto posto assoluto per tiri totali: 477. Dato che diventa ottavo assoluto per tiri nello specchio con 235 e primo assoluto per tiri fuori dallo specchio con 242. Il Cagliari è 19° in Serie A con i suoi 264 tiri, che resta penultimo con i 145 tiri nello specchio, e sempre 19° per tiri fuori dallo specchio con 119.

Dati che evidenziano come la Fiorentina debba migliorare quanto a precisione al tiro e cinismo visto che spreca troppo. Anche se nelle ultime due gare è stata pressoché perfetta. Bene dietro, la formazione di Pioli, mentre il Cagliari crea pochissimo, segna altrettanto, e subisce invece una caterva di gol con numeri da Serie B. Nelle ultime 10 gare la Fiorentina ha il terzo rendimento del campionato, dietro di un punto solo a Juve e Roma. Il Cagliari ha fatto solo 8 punti.

Piuttosto corale la manovra offensiva viola, che con 107 assist tentati è ottava assoluta in Serie A. Tuttavia, solamente 29 sono andati a buon fine. Il Cagliari a referto ha 66 assist tentati, penultimo dato del torneo, di cui però 14 andati a buon fine, 17° dato assoluto. 433 i cross totali della squadra di Pioli, 7° valore assoluto del campionato, 418 invece, per la squadra di Lopez, 13° dato del campionato. Tuttavia sono ben 10 i gol segnati di testa dal Cagliari, 5° rendimento assoluto dei sardi. Solo 7 dai viola. 111.4 i km percorsi di media dalla Fiorentina, che è la seconda squadra del campionato che corre di più. Il Cagliari è 12° per distanza, con 108.9 km di media a gara.

Simeone è il calciatore tra le due squadre ad aver segnato più gol, 13. A 10 segue Pavoletti, a Veretout ed a 6 Barella. Sul fronte assist occhio a Faragò, a quota 4, gli stessi di Chiesa. Barella è nella top 15 dei recuperatori di palloni con 128, ed è 12° assoluto per distanza media, con 11,3 km di media a partita. Badelj lo supera, con 11,6, sesto assoluto. Pavoletti ha segnato 10 gol, di cui 8 di testa. Occhio dunque all’ex Genoa sul gioco aereo. Simeone è quinto con 4 centri di testa.

In conclusione: il Cagliari rischia grosso. Perché oltre all’emorragia di punti non ha neanche le prestazioni dal canto suo. Tira e crea pochissimo, mentre subisce moltissimo. In trasferta disastroso il rendimento dei sardi. Occhio ai cross per Pavoletti, re assoluto in Serie A del gol di testa. I viola devono migliorare i dati sulla precisione nel tiro in porta. Anche se nelle ultime due uscite si sono visti miglioramenti. La corsa all’Europa passa dalla gara contro i rossoblù. E vincere, non è certo impossibile.

1
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Tifosissimo
Member
tifosissimo

pensare bene aiuta a pensare bene, però la giusta doverosa cautela, i sardi si giocano una grossa fetta di permanenza in serie A………con questo non intendo assolutamente dire che avranno più garra di noi, anzi, ma non affrontiamo una squadra senza stimoli o motivazioni.
abbiamo i mezzi per vincere, ma questi mezzi usiamoli prima con la testa e poi coi piedi, magari un pò più dritti, se possibile.
senza offesa, il Cagliari deve capire quanto prima chi comanda e chi vince, cioè la Fiorentina.

Articolo precedenteDabo: “Cagliari in situazione difficile ma le nostre motivazioni sono superiori”
Articolo successivoLópez: “Astori? 4 marzo giornata durissima. A Cagliari ci ha dato tanto…”
CONDIVIDI