Fio-Napoli, l’Album dei Ricordi: dai gol di Monelli e Roncaglia al Baggio-Cholito Show

2



I precedenti della sfida del Franchi, da Batistuta a Monelli, fino alla tripletta del Cholito Simeone

Fiorentina e Napoli si affronteranno al Franchi sabato per la 72° volta. Il bilancio delle gare casalinghe dice 37 vittorie Fiorentina, 19 pareggi e 15 vittorie Napoli. Negli ultimi anni la tradizione che vedeva gli azzurri spesso ko si è invertita.Tanto che negli ultimi 10 incroci al Franchi la Fiorentina ha vinto solo una volta con il 3-0 targato Simeone che mandò il Napoli al tappeto per la lotta scudetto:

Prima di quella del passato campionato l’ultima vittoria dei viola in casa risaliva al 2008-09 quando a Firenze Santana e Montolivo stesero il Napoli di Reja:

L’altra vittoria l’anno prima, 1-0 targata Bobo Vieri:

Da ricordare il gol di Roncaglia da centrocampo nell’1-1 del 2012-13

Ed il clamoroso rigore negato da Calvarese su Cuadrado che costò il rosso al colombiano per simulazione con conseguente squalifica per la gara contro il Milan.

Ma anche il pirotecnico 3-3 di tre anni fa con la doppietta di Bernardeschi, il fantastico gol di Zarate ed il pari allo scadere di Gabbiadini.

Sfogliando l’album dei ricordi di Fiorentina-Napoli arriviamo al 4 gennaio 1987. Fiorentina-Napoli 3-1. La Fiorentina di Bersellini arriva alla sfida contro i partenopei di Diego Armando Maradona con una classifica tutt’altro che esaltante.

Alla quattordicesima giornata di campionato, il bottino dei viola recita 3 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte. Ma contro gli azzurri arriva la partita della vita. Al 6’ Ramon Diaz ed al 25’ Antognoni portano la Fiorentina sul doppio vantaggio. Al 50’, Maradona, unitosi alla squadra solo la domenica mattina a causa di una gara con la sua nazionale, accorcia le distanze con una deviazione da pochi metri. Nella ripresa è assedio Napoli. Fino al minuto 89’. Carobbi lancia in profondità il neo entrato Monelli, che vede il portiere del Napoli Garella completamente fuori dai pali, e da oltre 50 metri, prima della linea del suo stesso centrocampo, spara il destro che si insacca sotto la Fiesole e che chiude i conti sul definitivo 3-1.

Sempre nella stagione 1986-87. Napoli-Fiorentina 1-1. Al San Paolo, arriva il primo gol in maglia viola di Roberto Baggio su punizione. Il Napoli, quel giorno festeggerà il suo primo scudetto.

Ed ancora Roberto Baggio nella stagione 89-90, mette a segno uno dei gol più belli che Firenze, ed il mondo del calcio in genere, abbiano mai ammirato. Il San Paolo applaude la prodezza di Robi Baggio, anche se la Fiorentina, perderà quella partita 3-2.

Altro ricordo, sempre legato a Fiorentina Napoli, ancora al San Paolo, è targato Gabriel Omar Batistuta. È il 20 novembre 1994, la Fiorentina di Claudio Ranieri vola, ed alla decima giornata di campionato, quando va a Napoli, ha già ottenuto 5 vittorie, 3 pareggi, ed una sola sconfitta.

Ma è soprattutto l’anno di Batigol, che contro i partenopei, andrà a segno per la decima giornata consecutiva, che diventerà record a quella successiva, all’undicesima nel 2-2 del Franchi contro la Sampdoria. Con la doppietta di Napoli, quasi tripletta vista la deviazione di un giovane Cannavaro, Batigol sale a 12 gol in 10 partite. Concluderà l’annata a quota 26 reti. Ecco il 2-5:

E sempre a proposito di Batistuta, con Naomi Campbell in tribuna, ecco il 3-0 del 95-96 con doppietta di Bati e gol di Baiano:

Ed al San Paolo i 60 metri di scatto di Stevan Jovetic  nell’ 1-3 del 2009-10:

Altro Fiorentina-Napoli è quello del 2009-10, alla prima giornata di campionato come quella di sabato. Il gol di Cavani, con la palla che non ha mai varcato la linea di porta, e quello per i viola di Gaetano D’Agostino, che visto il cachet di presenza ad ogni gara, (pagato 5,5 milioni e utilizzato solo 20 volte per un costo di 250 mila euro a partita), entra di diritto nei souvenir.

Poi c’è la finale di Coppa Italia, giocata in un clima surreale dopo gli eventi fuori dallo stadio Olimpico che portarono all’uccisione di Ciro Esposito, con la vittoria del Napoli per 3-1. Ai viola non bastò Vargas:

A Napoli anche il bellissimo gol di Kalinic nel 2-1 per gli azzurri del 2015-2016:

L’anno scorso fu 0-0 a Firenze, con un super Lafont.

Sabato, a Firenze, sarà la prima in Serie A per la proprietà americana. Che già basta per entrare nel futuro Album dei Ricordi.

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Cortomassese
Member
cortomassese

Il Napo è favorita certamente ma non dimentichiamoci che abbiamo una partita di coppa italia che ha fatto sudare e rodare il motore, aggiungiamo che si gioca in casa con uno stadio quasi completo e (spero ) una grinta che la situazione pretende. Non rimane che dire FORZA FIORENTINA

Viceversa
Ospite
Viceversa

Il Napoli non vince a Firenze da quasi 5 anni. Forse sono un po’ tanti. Dovesse andar male, l’importante è ricordare che il Napoli è da anni la seconda forza in Italia e che ha una squadra che gioca a memoria, mentre noi avremo una squadra completamente rifatta. Avremo tempo per vincerne parecchie…

Articolo precedenteNapoli, i convocati di Ancelotti per la gara del Franchi contro la Fiorentina
Articolo successivoLippi: “Grande sforzo dei viola per Ribery. Caceres piace. Politano? Penso resti all’Inter”
CONDIVIDI