Fiorentina, 50 anni dalla scomparsa di Befani, il presidente del 1° Scudetto

9



Fu presidente dal 1951 al 1961, la Fiorentina con lui vinse il 1° Scudetto e fu protagonista in Europa.

Cinquant’anni dalla scomparsa di Enrico Befani. L’industriale pratese, nato nel 1910, fu presidente della Fiorentina dal dicembre 1951 al 1961. Befani, industriale laniero, “trasformò profondamente la Fiorentina che diventò una società professionistica d’avanguardia. L’innovazione organizzativa fu coniugata all’innovazione tecnica, con la scelta di Fulvio Bernardini come allenatore. Con questa duplice rivoluzione, nella conduzione societaria e sul campo, la Fiorentina fu la prima squadra a portare lo scudetto a sud dell’Appennino, nonostante una concorrenza formidabile. L’Italia era alle soglie del boom economico e le grandi squadre guidate direttamente dai maggiori industriali: Agnelli, Andrea Rizzoli, il Milan, Angelo Moratti, l’Inter”, si legge in una nota a cura del Museo Fiorentina.

“Una squadra da sogno, capace di vincere uno scudetto, infrangendo numerosi record, nel 1955-1956; collezionare quattro consecutivi secondi posti; colorare di viola l’azzurro della Nazionale ed essere protagonista nello scenario europeo, con la vittoria della Coppa Grasshopers e la finale di Madrid persa contro il Real nel 1957. La passione, cresciuta esponenzialmente con quella fantastica squadra, si trasformò in frustrazione; i successi sfiorati fecero montare l’insoddisfazione verso la gestione della Fiorentina, portando ad un logoramento della presidenza Befani”. Nel 1961 Befani lasciò a Longinotti, poi il 29 ottobre 1968 arrivò la notizia della sua morte.

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Go1951
Ospite
Go1951

In quel periodo la più forte squadra del mondo….lo sarebbe anche oggi.

SeroxatTrieste
Tifoso
Seroxat Trieste

Befani veniva chiamato dai Fiorentini “Pratese venditore di stracci” e veniva sempre contestato alle prime difficolta’;come vedete nulla di nuovo sotto il sole.

Giuliano Malandrucco
Ospite
Giuliano Malandrucco

Certo che la Fiorentina di quel magico decennio è stata davvero eccezionale e, probabilmente, irripetibile.
E che fossero altri tempi non c’entra proprio nulla perchè anche allora gli squadroni del nord avevano lo stesso predominio di oggi.
E vi erano grandissimi giocatori , molti dei quali oggi sarebbero considerati autentici fuoriclasse.
Per ciò che ho potuto leggere la ns Viola , probabilmente, meritava più di un solo scudetto.
FORZA VIOLA ANCORA DI PIU’.

il moralizzatore
Ospite
il moralizzatore

Firenze vuol tornare grande…senza di LORO.

VIOLISSIMO
Ospite
VIOLISSIMO

Altra realtà, altro mondo. A quei tempi era bello tifare Viola.

Magnifico Messere
Ospite
Magnifico Messere

Quando la Fiorentina aveva un presidente VERO !

Lucabilly1963
Tifoso
lucabilly1963

Che tristezza pensando alla genialita` di gente come il Conte Ridolfi, Befani, Baglini e Marione CG…

Tullio
Ospite
Tullio

La genialità calcistica di MCG in cosa consisteva? Due dodicesimi ed un sedicesimo posto con retrocessione.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Come, tutto questo è successo a Firenze, senza i Della Valle…!?!?!?!? …….. Per me ‘unn’è vero nulla. ‘Un sono loro ad aver portato a Firenze il calcio, conseguendo traguardi mai raggiunti…!?!?!?!?!? Chi ha fatto quest’articolo andrebbe querelato dai Della Valle…!!!

Articolo precedenteCarnasciali a FI.IT: “Tutti devono dare di più, non è solo colpa di Simeone. Con la Roma può essere la gara della svolta”
Articolo successivoLa notte grigia dei ‘colpi’ estivi: si salva solo Lafont, gli altri (prestiti) sono un problema
CONDIVIDI