Fiorentina a caccia di conferme, dal Brescia al Cagliari

0



“Il nuovo ciclo ci dirà cosa faremo da grandi”, dice Montella, che però mette in guardia sul calendario. Nuove difficoltà per la Viola che vuole crescere.

La prima sosta del campionato aveva lasciato qualche speranza e molti interrogativi. Ma ora è tutto cambiato. Montella è saldo al comando della Fiorentina, che finalmente ha trovato la propria identità. E domani sera a Brescia (con più di 1.000 tifosi al seguito) ci sarà l’occasione per consolidare il buon momento che la squadra sta vivendo dopo tre vittorie consecutive. Piuttosto l’incognita è rappresentata dalla pausa, imposta dalle nazionali. Ma l’allenatore non cerca alibi. «Il giudizio sulla sosta — sorride — dipende dal risultato del giorno dopo. Avevamo un buon trend a livello di intensità ma si sapeva che ci saremmo fermati. Col Brescia sarà una partita intensa, potrà giovare aver riposato». Così scrive il Corriere Fiorentino.

NUOVO CICLO. La partita si inserisce in un ciclo di cinque sfide prima di una nuova pausa. Brescia, Lazio, Sassuolo, Parma e Cagliari saranno sul cammino viola e Montella non si fida troppo: «Da sosta a sosta siamo diventati squadra. Il nuovo ciclo ci dirà cosa faremo da grandi ma non sono d’accordo nel dire che è più facile questo ciclo». Per la prima volta con il gruppo ci sarà anche Pedro, reduce da due gol con la nazionale brasiliana olimpica. Il centravanti si accomoderà in panchina, l’attacco sarà guidato ancora da Chiesa e Ribery. «Stiamo gestendo Pedro per farlo crescere e avvicinarlo all’intensità del calcio italiano, sta lavorando ancora in modo differenziato per accelerare» specifica l’allenatore viola.

Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
Notifica di
Articolo precedenteCampo di Marte raccoglie le firme: “Caro Rocco, rimani al Franchi”
Articolo successivoBalo & Tonali, inseguiti d’estate e domani rivali. Sul centrocampista gli occhi delle big
CONDIVIDI