Fiorentina a Verona con Thereau pronto a aiutare Simeone e tutta la squadra

Di Angelo Giorgetti - Qs-La Nazione

8



Come riporta il Qs-La NazioneThereau ha più esperienza che tatuaggi, che sono 30, quindi la categoria calcistica è quella del quasi santone: titolare praticamente fisso in A dal 2010, è andato in doppia cifra nelle ultime tre stagioni e anche se con 16 assist totali non entra nell’album dei fenomeni viene considerato un ottimo partner per la prima punta. E poi è anche uno che segna (fra l’altro è il «capocannoniere» del gruppo viola, avendo già realizzato contro Chievo e Spal con la maglia dell’Udinese). Thereau, che può giocare esterno d’attacco (gli è capitato spesso a Udine nel 4-3-3) oppure seconda punta: esattamente quello di cui ha bisogno la Fiorentina, che deve concretizzare attraverso un partner la forsennata foga di Simeone.

Thereau può essere un bel modo per aiutarlo, magari insieme a Chiesa e con Benassi alle spalle in un ruolo a metà fra il falso trequartista e il centrocampista. I problemi di abbondanza nel ruolo (del trequartista vero) nasceranno semmai dopo i recuperi fisici di Saponara, che risulta quasi pronto, e di Eysseric. Non mancano le soluzioni in attacco a Pioli, considerata anche la promettente figura di Dias, dovrà essere tutta la squadra però a sostenerli nel modo giusto. E il problema è appunto questo: dopo aver impostato l’identità della squadra configurandola fin dall’inizio nello stesso modo in campo (4-2-3-1), Pioli sta cercando di lavorare sulle distanze in campo e l’armonia fra i reparti. Moltissima attenzione è stata dedicata alla fase difensiva, dove in partenza potranno trovare più spazio Laurini a destra e Biraghi a sinistra. Dovrà aggiungere molta più coesione Pioli a centrocampo, dove Badelj e Veretout solo parzialmente hanno imparato a conoscersi.

Stesso discorso anche per l’intesa fra Chiesa e Simeone, che fino a questo punto ha viaggiato davvero a strappi.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Canterbury
Tifoso
Canterbury

Premesso che questo giocatore non mi è mai dispiaciuto, mi pare che si riponga troppe aspettative su di lui perchè in fin dei conti e un buon giocatore di 34 anni al suo ultimo contratto o non è certo un fuoriclasse. Io mi aspetto invece da altri componenti della Fiorentina come Chiesa, Benassi, Badelj, Astori e Pezzella qualcosa in più, ma sopratutto da PIOLI, che non mi ha mai entusiasmato come allenatore, sperando che trovi il giusto modulo e gioco col materiale che ha a disposizione.

Da non credere
Ospite
Da non credere

un onesto giocatore di 34 anni. come questo, è diventato improvvisamente il salvatore della patria, neanche fosse Ronaldo; ma ve ne rendete conto cosa siamo diventati? Non ci sono veramente più parole…

a proposito
Ospite
a proposito

Redazione. Stamattina a colazione ho letto i giornali a mia moglie a voce alta, Volevo concludere in bellezza con la Fiorentina, ma ho il difetto di leggere a voce alta anche i titoli e poco fa per colpa di quel vostro “a aiutarsi” mi è scivolata una fetta biscottata nella trachea e ho visto l’inferno. Non scherzo. Che vi ci voleva a scrivere “ad aiutarsi”?

Hiangi
Ospite
Hiangi

Non e’ un obbligo grammaticale aggiungere la d eufonica.

Davide Baroncini
Ospite
Davide Baroncini

Caro Hiangi la d si aggiunge quando le vocali sono identiche per evitare – “a proposito” – l’effetto strangolamento
La d invece si omette con vocali diverse poiché sarebbe ridondante.

LEMAC
Ospite
LEMAC

Senza il centrocampo giusto Simeone soffrirà moltissimo ma Thereau è il primo che va incoraggiato e io lo ritengo insieme a Benassi e il recupero di Saponara il rinforzo più azzeccato. Con un Thereau in grande spolvero la raddrizzata generale ci può essere

mario
Ospite
mario

non riesco a capire perche’ ora che e’ da noi simeone e’ troppo solo li davanti ed ha bisogno di una spalla, mentre quando era al genoa (che gioca col 3-4-3) segnava e giocava tranquillo……dipendera’ mica dal tipo di gioco?
quindi per favore, basta con sta storia che e’ solo……

silvia fangarezzi viola
Ospite
silvia fangarezzi viola

presuppongo che sia il tipo di gioco dettato appunto dal modulo che influenzi il fatto che sia solo no?

Articolo precedenteHellas Verona-Fiorentina, arbitra Damato: e per i viola tornano brutti ricordi
Articolo successivoBabacar: con Miha, Montella, Sousa e Pioli il ruolo non cambia, parte dalla panchina
CONDIVIDI