Viola attenta: non sei già qualificata. Non ripetere gli errori di Milano e del Borussia Park

8



Primo pensiero da cancellare: l’uno a zero in trasferta mette al riparo la Fiorentina da ogni sorpresa. Un frego rosso su questa idea malsana. Non è così, la Fiorentina non è qualificata perché la forza del Borussia è apparsa piuttosto evidente in tutta la partita di Mönchengladbach e soprattutto nel primo tempo. Così scrive Il Corriere dello Sport – Stadio. Per vincerla c’è voluto un capolavoro di Bernardeschi con un calcio piazzato: in movimento, la squadra di Sousa ha creato ben poco.

Secondo pensiero da cancellare: puntiamo alla difesa e poi ripartiamo. Mah. Vista la difesa di queste ultime giornate di Serie A, sarebbe un altro errore. La Fiorentina non è stata pensata e costruita per giocare in difesa. Può farlo la Juventus, può farlo il Milan, ma le altre squadre come Napoli, Roma e la stessa Fiorentina prendono forza quando attaccano non quando difendono.

IL CAMBIAMENTO. Per andare avanti in Europa League, i viola devono cambiare modo di pensare (e, di conseguenza, di giocare) rispetto alla gara di San Siro contro il Milan. Una frase di Astori a fine partita rende chiaro il modo (sbagliato) con cui la Fiorentina ha affrontato i rossoneri: «Loro erano più vogliosi di noi». Ecco, per qualificarsi in Coppa c’è bisogno soprattutto di quella voglia che si è vista solo a tratti in questa stagione.

Voglia di giocare, di attaccare, di lottare, voglia di conquistare una qualificazione perché magari agli ottavi può venir fuori un sorteggio anche più benevolo rispetto a questi sedicesimi. Resteranno in corsa formazioni alla portata dei viola. Che ora sanno di avere un ultimo obiettivo: se sbagliano anche questo, buttano la stagione già a febbraio.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Tresantiviola
Ospite
Member

Si ci vogliono tutte queste doti voglia grinta impegno sacrificio lotta cattiveria agonistica ecc. ecc. ma occorre una cosa fondamentale la qualità e purtroppo in questa Fiorentina a causa delle vendite puntuali ad ogni mercato e non sostituite con giocatori di livello eguale o superiore ai partenti è andata a diminuire sempre più e senza qualità è molto difficile andare avanti nel calcio soprattutto in Europa ,speriamo e forza VIOLA !! .

Marione
Ospite
Member

Tranquilli, da giovedì prossimo sarete sul divano davanti alla tv.
Con la forza, la voglia, lo sguardo da tigre che avete in campo domani ci farete divertire. Ho chuso, arrivederci al px campionato

Drummer
Ospite
Member

Quest’anno è mancata quasi sempre la voglia di impegnarsi a fondo!!

danielbertoni
Ospite
Member

Certo, se pensiamo di impostarla controllando gioco e risultato, siamo fuori in men che non si dica. Figuriamoci se con i brocchi che abbiamo dietro ci possiamo permettere una partita di contenimento, tra l’altro in recenti analoghe occasioni è sempre andata male. Molto più logico giocare per segnare, tanto è appunto improponibile pensare di non subire gol in 90 minuti. È pur vero che non ci sono in giro difensori migliori di Olivera, Milic, il Gonzalo attuale, Tomovic, Salcedo, De Maio e Sanchez (cit. Corvino), ma insomma, sai com’è……………

Marti.Viola
Ospite
Member

Ci sono difensori migliori dei nostri certo, peccato non sono in vendita. Viste le partite della Champions non mi sembra che gli squadroni milionari in difesa se la passano molto bene.

Tresantiviola
Ospite
Member

Si pero credo che tra 1mil o il prestito e 30mil una via di mezzo ci sarà per trovarne uno un po meglio dei nostri no !!! .

viola56
Ospite
Member

Lo sapevamo e lo sappiamo che è così, pero invece di saperlo noi devono saperlo giocatori e allenatore e prendere le giuste decisioni e la giusta mentalità prima della partita. Perché venirle a dire dopo, come successo molte volte non vogliamo più sentirlo. Sempre Viola.

Roberto Francia
Ospite
Member

Basta con le frasi “loro avevano piu voglia di noi” ; noi ci siamo divertiti con queste autocritiche a fine partita!!!

wpDiscuz
Articolo precedenteDa Virgili-Malatrasi a Chiesa-Berna: quando i giovani viola conquistavano l’Europa
Articolo successivoPaulo Sousa: “Europa League? Ci crediamo, vogliamo arrivare fino in fondo. Domani servirà un’altra impresa”
CONDIVIDI