Fiorentina baby, presente e futuro. Sottil, Gori ed i loro fratelli che fanno ben sperare

8



FIORENTINA PRIMAVERA-TORINO 31-05-2018. GABRIELE GORI. SILPRESS/GALASSI SILVANO

Il pomeriggio di ieri del Franchi ha portato con sé una serie di buone notizie. L’approdo alle Final Four della Primavera viola è un traguardo importante, perché nel mini torneo dal 5 al 9 giugno i ragazzi di Bigica si giocheranno lo Scudetto. Primo ostacolo la fortissima Atalanta (che nella regular season non ha mai battuto la Fiorentina), più in là – nell’eventuale finale – la vincente della sfida tra Inter e Juventus. Bianconeri approdati alle finali un po’ a sorpresa, ma capaci di vincere 1-0 in casa della più quotata Roma. Qualche ora di riposo per la Fiorentina, che rispetto all’Atalanta ha sulle gambe il doppio confronto con il Torino. Al Franchi, dopo il pari dell’andata, c’è stata poca partita. Primo tempo finito sullo 0-0, ma i granata hanno impensierito solo una volta l’attento Cerofolini. La ripresa è stata un monologo dei ragazzi di Bigica, che adesso hanno una voglia incredibile di riscattare la finale persa del Viareggio.

Al termine della partita, festa e complimenti per tutti, ma i tanti addetti ai lavori presenti al Franchi si sono stropicciati gli occhi per alcuni giocatori in particolare. L’impressione è che in casa viola ci siano diversi talentini niente male. Bene la coppia centrale, arrangiata per la squalifica di Pinto. L’intoccabile Hristov ha fatto ancora coppia con Ranieri. Due che andranno a Moena. Il bulgaro è già nel giro della prima squadra, mentre Ranieri stupisce per grinta, spirito di adattamento e di sacrificio. Da tempo sotto la lente d’ingrandimento, nella parte finale di questa stagione ha dimostrato anche di sapersi adattare, mettendo in mostra una certa duttilità nel traslocare dalla fascia al centro della difesa. Presto per parlare degli esterni, seppur promettenti, ma Ferrarini e Simonti sono classe 2000 che hanno ancora davanti almeno due anni di Primavera.

A centrocampo buona prova di Lakti (altro 2000 a cui Bigica non rinuncia mai), Diakhate e Valencic (ha bisogno di ritrovare i ritmi dopo il grave infortunio, ma è uno di quelli particolarmente attenzionati da Pioli), ma è in attacco che la Fiorentina espone la gioielleria più preziosa. Riccardo Sottil inventa (assist per l’1-0 e punizione procurata per il raddoppio), Gori segna a raffica. Il centravanti fiorentino è già entrato nelle simpatie dei tifosi, che dal Viareggio in poi hanno preso ad intonare cori con il suo nome. Fiorentino, caparbio, bravo dentro l’area, vede la porta come pochi alla sua età, ha tutto per poter piacere davvero alla gente di Firenze. La Fiorentina se lo coccola, fa in modo che le luci della ribalta non gli facciano fare voli pindarici, ma chi lo conosce bene assicura che Gori è ragazzo con i piedi ben piantati a terra. Adesso l’obiettivo Scudetto, poi ci sarà tempo per fare il ritiro con i grandi. Lui come Sottil, i due gioielli della Fiorentina del domani, con la testa ben piantata sul presente.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
cavatorti
Ospite
cavatorti

Purtroppo è luogo comune fare attenzione soprattutto agli attaccanti. Nelle discussioni da bar è sempre così. Da un giornalista sportivo ti aspetteresti qualcosa di più e che magari si accorgesse che in squadra esiste anche il portiere e se è bravo rende come un attaccante. Cerofolini ha fatto un’annata splendida.L’ultima ciliegina: una parata che per prontezza di riflessi, freddezza ed intelligenza lo indica con qualità che difficilmente si riscontrano in gran parte dei portieri che giocano in serie A.. Qualcuno chiede Meret che non ho avuto occasione di vedere: valutazione 20 milioni. Spesa per noi assurda e se chiedessero come… Leggi altro »

Simo
Ospite
Simo

Voglio vedere tanti giocatori che provengano dalla primavera, questi ragazzi hanno futuro e in prima squadra possono fare benissimo, basta comprare gente sconosciuta sparsi per l’europa come gil dias!

Pippo
Ospite
Pippo

Quello che stupisce è che i migliori, e secondo me già pronti per far parte della rosa della prima squadra, non siano costati nulla come sottil, Cerofolini, Gori, Caso, Ranieri ed un sorprendente Ferrarini ( un bel cavallo davvero, forte dietro e davanti!) mentre il più scarso di tutti, maganjic, sia costato 2,5 mln di euro!!grande panzaleo!!!!

Nessie
Ospite
Nessie

Che discorsi … é la stessa differenza che c’è tra prenderli a 12 anni o a 18 o a 21.

Robertonovoli50
Tifoso
ROBERTO novoli

Se maturano…. sono tutte plusvalenze per Panzaleo

Oranje
Ospite
Oranje

Invece di prendere dei brocchi alla Corvino, si punti su questi ragazzotti. Ma nella testa I ns dirigenti che diamine hanno?

Cuore Viola
Ospite
Cuore Viola

Considerato che non potremo mai permetterci di acquistare giocatori di un certo livello, se la società riuscisse finalmente a tenerli e non a venderli, come ha già fatto con Bernardeschi e Babacar, potremmo ripetere la squadra Ye-ye che a sorpresa nel 1968 ci fece vincere lo scudetto. Temo però che questa società non abbia la capacità di farlo. Troppi giocatori che arrivano a fine contratto con facilità…

Nessie
Ospite
Nessie

Punto su Sottil.

Articolo precedenteBrovarone: “La Fiorentina dovrebbe cercare giocatori come Perotti ma Corvino…”
Articolo successivoBigica: “Contento di aver giocato al Franchi con la Primavera, Lakti è cresciuto molto”
CONDIVIDI