Fiorentina, che numeri: centrocampo letale, cooperativa del gol e ritorno… da Europa

8



Pegaso Newsport

Nelle 17 gare fin qui disputate dal giro di boa, questa Fiorentina orgoglio e coraggio è stata capace di infilare il record di sei vittorie consecutive in una striscia di 8 risultati utili, di mantenere, con Sportiello, la porta inviolata per 525 minuti, quattro in meno di Albertosi, il secondo nella storia della Fiorentina ad aver registrato più a lungo la propria imbattibilità (il primo è stato Galli con 641 minuti), e di vedere, a due giornate dal termine della stagione, nella classifica virtuale del girone di ritorno, alle proprie spalle, addirittura l’Inter. Una Fiorentina al 7° posto nel girone di ritorno. Così scrive Il Corriere dello Sport – Stadio.

Questa è la Fiorentina che ha battuto la Roma all’Olimpico e il Napoli al Franchi, quella che nonostante l’età anagrafica più giovane di tutta la Serie A, ha il terzo centrocampo più prolifico del campionato, dietro solo a Lazio (22) e Napoli (20), capace di contribuire al 32% delle reti complessive realizzate dalla squadra. Pioli ha mescolato le carte a disposizione con abilità: il merito è anche suo se la Fiorentina è la squadra che, fin qui, ha mandato in rete più giocatori entrati dalla panchina, addirittura 11. Nessuno, in Serie A, ha sfruttato di più il potenziale dei subentrati.

Simeone è riuscito a superare il record di marcature del suo primo campionato in Italia (13 centri in viola contro i 12 di Genova), Chiesa (6) ha raddoppiato il numero di reti di un anno fa. La forza, però, l’ha fatta la cooperativa del gol: ben 15 i diversi marcatori che hanno festeggiato almeno una volta, come Napoli, Roma e Milan. Meglio ha fatto solo… il Benevento, retrocesso.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ponzio
Tifoso
ponzio

i passaggi a vuoto della fiorentina sono stati 3: le prime due partite perse malamente (inter e Samp); l’avvio di gennaio sempre con Samp e poi Verona; ed infine il trittico SPAL, Lazio Sassuolo. Cali fisici, infortuni, squalifiche concentrati insieme che hanno coinciso con questi tre filotti negativi. Successivamente a questi infortuni sono arrivati dei segmenti positivi o quanto meno accettabili, la squadra non si è mai smarrita e questo per merito di un allenatore che ha saputo minimizzare i danni nei momenti difficili, altre formazioni sono andate incontro a veri e propri tracolli, e parlo di formazioni blasonate e… Leggi altro »

Stefano
Ospite
Stefano

Io mi ricordo anche di quanti inneggiavano alla Sampdoria dopo il girone di andata e lodavano Giampaolo. Nel girone di ritorno hanno fatto solo 13 punti e sono ormai fuori dall’Europa League. Eppure hanno speso almeno quanto noi se non di più.

I'm Bored
Ospite
I'm Bored

Dabo deve trovare posto in un qualsiasi parte del centrocampo , magari passiamo al
4 4 2 oppure al 3 5 2 , meno male che c’e Pioli che non è permaloso e nonostante le critiche feroci dei tecnici da tastiera. se ne frega e lo fa giocare . In tutte le partite giocate è stato sempre fra i migliori

Il Sacco
Ospite
Il Sacco

Concordo con Ciccio Ben. Aggiungo solo che a inizio stagione era più che naturale un periodo di assestamento visto che la squadra era stata rivoluzionata e il tecnico era nuovo. Questi ragazzi sono stati scelti, dopo qualche errore del passato, anche per i valori umani, oltre che per quelli tecnici. Sono sicuro che, mantenendo quest’ossatura e con qualche innesco importante, l’anno prossimo ci toglieremo belle soddisfazioni.

Ciccio Ben
Ospite
Ciccio Ben

Leggevo sul Corriere delle classifiche a confronto tra girone d’andata e quello di ritorno. Bene, Al termine del girone d’andata eravamo settimi a pari punti con l’Atalanta, ora siamo sempre settimi. Tra l’altro all’andata eravamo anche davanti al Milan. Tutti parlano di miracolo Viola ma in realtà queste classifiche a confronto, secondo me, dimostrano solo che la squadra era costruita bene fin dall’inizio e questi punti sono frutto di programmazione.

Fabio
Ospite
Fabio

Se consideriamo le partite da ottobre in poi la Fiorentina è quinta, segno che la crescita era cominciata prima della tragedia. Bastava dunque aspettare le prime cinque o sei settimane invece di buttare fango subito su tutto e tutti

Frunky69
Tifoso
frunky69

nella classifica del 2018 invece siamo sempre settimi…. credevo meglio..
https://www.transfermarkt.it/serie-a/jahrestabelle/wettbewerb/IT1/saison_id/2018

I'm Bored
Ospite
I'm Bored

lapalissiano ? ma contro i contro a qualsiasi costo, diventa banale e controbattibile.

Articolo precedentePezzella: sì per 9 milioni. Badelj, 15 giorni per l’ok
Articolo successivoStaff e Antognoni, tutti a pranzo dalla figlia di Pioli: “Ha creato davvero un bel gruppo”
CONDIVIDI