Fiorentina contro la Lazio: saranno ottocento i tifosi viola all’Olimpico

di Ilaria Masini - Corriere dello Sport Stadio

0



 

Non mancheranno, come sempre, il seguito e il grande amore dei tifosi viola questa sera all’Olimpico. Questa volta andranno a Roma circa ottocento tifosi, in prima fila per sostenere la Fiorentina alla ricerca di un’altra prestazione di alto livello in trasferta e magari punti preziosi.

Come riporta il Corriere dello Sport Stadio, un terzo dei sostenitori partirà questa mattina alla volta della capitale in treno, mentre tutti gli altri faranno il viaggio con cinque-sei pullman e il resto infine con mezzi privati.

Firenze e i suoi tifosi sono un punto di forza indiscusso per questa squadra, giovane e con la grande voglia di ringraziare, anche a livello di risultati sul campo, tutti coloro che li sostengono al massimo. Una formazione mai sola, sempre seguita e sostenuta nei modi più diversi fra loro dall’inizio della stagione.

Dai trentamila spettatori dello stadio Artemio Franchi nelle partite casalinghe, fino agli striscioni di supporto anche morale, come accaduto in settimana con il chiaro messaggio per Federico Chiesa, per dare al giocatore ancora maggiore tranquillità e appoggio morale. Ma anche l’idea di scortare il pullman con i motorini dall’hotel del ritiro fino allo stadio prima della sfida in casa con l’Udinese e il tifo incessante durante i novanta minuti di ogni partita. Oggi un altro capitolo che vedrà ancora squadra e tifosi, uniti per l’unico obiettivo comune. LA SOCIETÀ. E presente all’Olimpico sugli spalti ci sarà anche la società. Ieri al binario 12 della stazione Santa Maria Novella si sono presentati, con il trolley come i giocatori, anche il presidente escutivo Mario Cognigni e il direttore generale Pantaleo Corvino. In viaggio, con la squadra, nella carrozza in testa al treno, pronti anche loro a seguire la partita dalla tribuna dell’Olimpico. La sfida di questa sera può essere un crocevia determinante per la stagione e per la strada verso l’Europa e serve tutto per portare via punti, anche in trasferta, dopo che il Franchi non ha mai tradito, nemmeno a livello di risultati.