Fiorentina d’Europa, ricordi il Cagliari? Stavolta non bisogna sbagliare

0



Lo scorso 13 maggio la grande rincorsa viola si infranse proprio contro i sardi, a caccia di punti salvezza. Ora serve la vittoria per ripartire.

Inizia oggi la settimana del rilancio e della “rivincita” che porta alla gara contro il Cagliari, con il ricordo di cinque mesi fa che pesa e si ripercuote ancora, sulla stagione in corso senza coppe, ma che suona anche come un insegnamento. Una rincorsa internazionale finita contro l’ostacolo apparentemente più basso, un sogno svanito su uno scoglio di Cagliari che metteva fine al traguardo europeo al Franchi, lo scorso 13 maggio. Così scrive Il Corriere dello Sport – Stadio. 

FORTINO. I viola questa volta non possono sbagliare, e non perché il traguardo sia vicino, tutt’altro, ma perché il quinto successo consecutivo in casa su altrettante gare sarebbe una spinta morale fortissima, al di là dei punti, per il fortino Franchi che fin qui non ha mai tradito dall’inizio di questo campionato.

PILASTRI. E non è un caso che proprio pochi giorni fa, pensando alla sfida contro il Cagliari, un punto fermo della formazione di Pioli, Vitor Hugo, si augurasse una piccola “vendetta” per come sono andate le cose cinque mesi fa. Lui era in campo lo scorso maggio e ricorda bene emozioni e delusioni, e l’ultima partita a San Siro con il Milan divenuta praticamente inutile. Ancor prima che i tribunali prendessero il posto del rettangolo verde. Questa volta serve il risultato giusto, cioè i tre punti, e la necessità di non perdere la testa, mai. Anche Veretout che era stato espulso lo scorso anno (e poi squalificato per tre giornate) ricorderà bene ogni particolare.