Fiorentina, è la strada giusta: media-Champions nelle ultime 17 gare. E Pioli…

12



Difesa solida, attacco che produce e segna: Pioli, nessuna crisi del 2° anno. E la Fiorentina ha un ritmo Champions.

Sarà stata l’energia della gioventù oppure la preparazione estiva sperando di giocare l’Europa League. O forse, più semplicemente, la Fiorentina ha iniziato a premere forte sull’acceleratore consapevole dei propri mezzi. Il primo ad aver cambiato passo è Stefano Pioli, scrive il Corriere Fiorentino. Lui che, nella carriera, ha dovuto convivere con l’antipatica etichetta di allenatore che soffriva il secondo anno. Adesso i numeri sono dalla sua. Un campionato fa, dopo le prime cinque gare, aveva messo insieme sei punti. Dieci, oggi. Nella gestione Della Valle, soltanto una squadra è riuscita a fare meglio con Paulo Sousa. Gli stessi punti invece li avevano ottenuti sia Prandelli che Montella.

NUMERI. Un risultato che nasce innanzitutto dalla solidità della difesa. Quella della Fiorentina, insieme alla Sampdoria, è la meno perforata: appena tre gol. Ma anche l’attacco è partito forte. Sono già undici le reti segnate e ben distribuite. La media stagionale è di 2,2 reti a partita. Tutti i gol inoltre sono frutto di azioni costruite.

FASE OFFENSIVA. C’è un dato che conferma un’evoluzione dal campionato scorso. Spesso infatti Simeone e compagni erano primi per tiri effettuati ma senza centrare la porta. Fino ad oggi, la Fiorentina del Pioli bis è seconda in questa graduatoria dietro alla Juventus. Il 53% dei tiri è finito nello specchio. Il gioco più verticale si traduce anche in trentatrè calci d’angolo tirati. Alcuni di questi si sono concretizzati in rete: vedi Gerson contro il Chievo e Milenkovic alla Spal. Nella sua evoluzione rispetto ad un anno fa, la Fiorentina non è più una delle squadre che corre di più, ha imparato insomma a correre meglio.

PROIEZIONI. Se la comitiva di Pioli dovesse continuare così fino a maggio, secondo le proiezioni chiuderebbe il campionato con oltre 70 punti. Lo scorso anno si fermò a 57. Un inizio sprint, che permette di sognare. Dallo scorso 4 marzo, quando è tragicamente scomparso il capitano Davide Astori, la squadra ha cambiato passo. In 17 gare sono stati totalizzati 32 punti: una media da 1,88 a partita. Un ritmo che, ipoteticamente, porterebbe tra l’Europa e la Champions League.

12
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
sylvia
Ospite
sylvia

1.88 x 38 fa 71/72 punti non 64!
Sei rimasto al campionato a 18 squadre?
Bono il vino eh!

Ponzio
Tifoso
Trusted Member

Con 64 punti non vai in CL, a meno che milan, roma, inter e lazio non superino le 12 sconfitte a testa. Solito titolo scritto per poi aizzare i polemici a vita

sylvia
Ospite
sylvia

1.88 per 38 fa 71/72 punti, non 64!
Sei rimasto al campionato a 18 squadre?
SVEGLIA

sylvia
Ospite
sylvia

Guarda che il campionato ha 38 giornate, non 34!

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
ILBOSSFIORENTINO

CHAMPIONS??????????????????????? AHAHAHAhahahahahahahahahahahahah AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Ezechiele 25 17
Ospite
Ezechiele 25 17

A cuccia gobbo

Raska.
Member
Noble Member
Raska.

Ora però stiamo calmi con le proiezioni, pensiamo a domani sera.

king arthur
Ospite
king arthur

Le reti non sono affatto ben distribuite.Nelle due trasferte con squadre con difese piu’ forti abbiamo fatto un solo goal e, specialmente a Napoli non abbiamo quasi mai tirato in porta.Vedremo domani cosa succedera’.L’Inter a Milano non e’ il Chievo o la SPAL: in casa nostra., come non lo era il Napoli, e s’e’ visto.

Dado
Ospite
Dado

Secondo me Pioli ha paura di prendere bastonate e va timoroso, a non giocare certe partite; io personalmente preferirei una squadra che ci prova cercando di vincere e pace se dovesse andare male e prenderne tante

LaFleur
Tifoso
LaFleur

Redazione state esagerando con tutto questo entusiasmo…… cioè finora abbiamo fatto il giusto, ne più ne meno, vittorie casalinghe con Chievo, Udinese e Spal, pareggio a Genova e sconfitta a Napoli……
Anzi per come la vedo io a Napoli e Genova per come si erano messe le cose dovevamo aprofittarne e portare a casa più punti..
Leggo addirittura di CL………. almeno aspettate ancora qualche partita…..

MARIO
Ospite
MARIO

Non è giusto vendere la pelle dell’orso fintanto che non lo si sia ucciso. Resta il fatto che i numeri sono quelli indicati nell’articolo, non le sensazioni, ma i numeri. Riguardo alla sconfitta di Napoli questa è venuta a pochi minuti dalla fine con uno dei pochissimi tiri verso la nostra porta con una invenzione di Insigne. Quanto al pareggio di Genova chi ha visto la partita può concordare con me che se il primo tempo finiva tre o quattro a zero per la viola nessuno avrebbe avuto da ridire. Il pareggio è venuto con uno dei pochissimi tiri verso… Leggi altro »

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
ILBOSSFIORENTINO

veramente eravamo noi non tirare in porta nel secondo tempo di napoli ma che partita avete visto bohhhhhhhhhhh

Articolo precedenteDesignazioni, sarà Mazzoleni ad arbitrare Inter-Fiorentina
Articolo successivoPioli: “Domani qualche cambio ma voglio continuità. Siamo ambiziosi, ogni partita è un esame”
CONDIVIDI