Fiorentina e l’Europa League, bivio a Verona conttro l’Hellas

    0



    Rossi 3 allenamento porte aperteIn tanti allo stadio, addirittura mille, per vedere la Fiorentina improvvisamente evasa dalla privacy del centro sportivo: interessante scoprire che i giocatori esistono anche nei giorni fra una partita e l’altra, esaltante verificare che Rossi può frequentare le partitelle — ancora senza contrasti — e fra due settimane potrà tornare a disposizione di Montella.
    Gomez è rimasto in palestra, ma anche per lui i tempi si accorciano. Discrete notizie accompagnano dunque l’avvicinamento viola alla finale di Coppa Italia e nello sprint per il quarto posto, posizione che a 6 turni dalla fine la Fiorentina occupa con cinque punti di vantaggio rispetto all’Inter e al Parma. Il confronto fra i rispettivi calendari sembra favorevole alla squadra di Montella, che sa bene quanto sia determinante per la missione-due della stagione (il quarto posto) l’incrocio di domani contro il Verona. Ci sarà Lucone Toni, che ha segnato 16 gol e avrà ottimi motivi personali per arrivare almeno a quota 17 contro la Fiorentina.
    Che è consapevole di essere arrivata alla fase decisiva con qualche certezza sfruttabile anche nella prossima stagione: le prime riguardano i rinnovi di Gonzalo e Borja, soprattutto di quest’ultimo ha parlato ieri il presidente Cognigni facendosi intervistare dal media ufficiale della Casa: il mago magro resterà a lungo nella Fiorentina — «sarà il nostro pilastro per molti anni ancora», ha detto Cognigni — e questa è un’ottima notizia perché a lungo, quando era nelle sue condizioni migliori di testa e di gambe, la squadra ha girato divertendosi intorno alla geometrie di Borja e Pizarro.
    C’era anche Rossi, che insieme a Gomez sta tornando proprio quando la Fiorentina cerca di tendere la rete per il raccolto finale che orienterà il giudizio su tutta l’annata. E se il terzo posto rappresenta ormai un rimpianto, la possibile vittoria in Coppa Italia e l’accesso diretto alla prossima Europa League sono due obiettivi capaci di far mantenere alta la concentrazione a tutto il gruppo. Guai a chi si distrae, Montella lo terrà fuori.