Fiorentina e Roma, doppia sfida legale. Non solo Salah, c’è anche Ljajic

    0



    Ljajic, Roma-FiorentinaDoppia sfida legale tra Fiorentina e Roma. Il 25 gennaio ci sarà la sentenza sul caso Salah, mentre tre giorni prima i legali giallorossi si ritroveranno di fronte ai colleghi incaricati dalla Fiorentina dinanzi alla Corte Federale d’appello: i viola rivendicano il pagamento di un bonus per Ljajic (nel frattempo passato all’Inter) che la Roma non ha alcuna intenzione di versare. Come riporta laroma24.it, il Tribunale Federale Nazionale, sezione vertenze economiche, si è già espresso in primo grado sulla querelle rigettando il reclamo (nr. 043) presentato dalla società di Della Valle.

    Ma cosa c’è alla base della richiesta della Fiorentina? Nell’accordo di cessione di Ljajic alla Roma stipulato il 28 luglio 2013, il cartellino era stato valutato 11 milioni più «un corrispettivo variabile – si legge nel comunicato emesso allora da Trigoria – fino ad un massimo di 4 milioni di euro, per bonus legati al raggiungimento da parte del Calciatore e dell’A.S.Roma di determinati obiettivi sportivi». In più era prevista una percentuale sulla futura rivendita del giocatore.

    Una parte dei bonus era legata al piazzamento dei giallorossi nel campionato che stava per iniziare: circa 2 milioni in caso di scudetto, qualcosa in meno per la Champions e una cifra ancor più bassa per l’Europa League. Ottenuto l’accesso alla coppa più importante, il club di Pallotta a fine stagione ha regolarmente versato il premio pattuito. Poi, al termine del campionato scorso, la Fiorentina si è rifatta sotto: «Vi siete qualificati di nuovo in Champions, dovete pagare un altro bonus». La Fiorentina gioca sull’interpretazione della clausola sui bonus, sostenendo che fossero previsti per diverse stagioni sportive, a Trigoria rispondono che il contratto è chiarissimo e dice altro. Vedremo.