Fiorentina: errori individuali, una costante. Limiti già visti contro le grandi..

    0



    Juventus-Fiorentina, Ilicic, Khedira, MarchisioDiverse per sviluppo e contenuti, le sconfitte contro Napoli, Roma e Juve hanno un aspetto comune: gli errori individuali. E quando gli episodi girano sempre a favore delle altre (grandi) squadre, è il caso di fermarsi a riflettere anche per scansare paragoni con Montella. Quello che non vinceva quasi mai le partite decisive per il salto di qualità. Sousa ha cambiato il timbro del gioco, ma a parte l’Inter è inciampato contro le altre del vertice.
    Contro il Napoli la squadra viola era in sofferenza da almeno 10 minuti quando Ilicic sul pressing ha perso il secondo pallone consecutivo e da lì è nato il gol decisivo di Higuain. Due a uno e a casa. Contro la Roma lo spazio concesso al contropiede di Gervinho sul calcio d’angolo viola è stato così clamoroso che ancora – a distanza di tempo – ci si chiede come una squadra di serie A abbia potuto disporsi in modo così ingenuo. Comunque, errore in copertura di Roncaglia e (in minor misura) Badelj.
    Contro la Juve, storia recente, Alonso non è scalato sulla marcatura e ha lasciato libero Cuadrado; deficit grossolano, al quale poi Tatarusanu ha aggiunto i non effetti di un’uscita molto naif; il secondo gol di Mandzukic – in un periodo di sostanziale equilibrio – è nato dalla marcatura sbagliata di Astori che si è lasciato sfuggire Dybala sul lancio basso di Pogba; Tata anche in questa occasione non ha rattoppato, anzi.
    Terza rete nata da un’altra ingenuità di Astori, quando la partita era virtualmente chiusa. Conclusioni: gli errori diventano una costante se la qualità individuale degli avversari è più alta. La Fiorentina dovrebbe rispondere alzando il possesso palla al 90 per cento, oppure attrezzandosi con alternative da utilizzare senza rimpianti, e magari non tutte insieme all’85’ del secondo tempo.

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedenteFebbre Tottenham dopo lo shock Juve…
    Articolo successivoFiorentina su Widmer, chieste informazioni all’Udinese
    CONDIVIDI