Fiorentina, frenata nella notte più pazza

Di Leonardo Bardazzi - Corriere Fiorentino

2



Come riporta il Corriere Fiorentino, dal sogno all’incubo, l’imbattibilità viola si stoppa proprio nel momento in cui le magie di Veretout parevano spingere Pioli verso l’Europa. E invece nonostante la mitica tripletta del Nainggolan viola, la Lazio si prende la vittoria sfruttando le amnesie della difesa e la serata no dei due portieri della Fiorentina. Raccontare la notte del Franchi è roba dura.

Sette gol, espulsi, rimonte e papere: in questa pazza, sfortunata notte è successo di tutto. Con la Fiorentina scossa subito dal rosso a Sportiello, ma poi lanciata in paradiso da Veretout e infine riportata sulla terra. Protagonista indiscusso l’arbitro Damato di Barletta: due cartellini rossi (più quello a Inzaghi per proteste) in meno di un quarto d’ora sono roba da Guinness dei Primati, in più il continuo ricorso al Var e la gestione dei cartellini, sono sintomi di incertezza e nervosismo. In tutta onestà, anche l’espulsione diretta di Murgia è parsa eccessiva: sembra che sia Chiesa a tagliare la strada all’avversario. Non solo errori, comunque. Perché le due perle su punizione di Veretout e Luis Alberto valgono il prezzo del biglietto e perché le accelerazioni di Chiesa e il calcio palleggiato dell’attacco laziale scaldano i cuori 25mila del Franchi. Il coro “insensibile” a proposito stavolta non è bastato: nell’azione del fallo di mano fuori area di Sportiello, Damato, su consiglio del Var, sventola il rosso all’improvvido portiere viola.

Dopo l’inizio choc e i due gol di Veretout, la Fiorentina sogna a occhi aperti: Pioli (tolto Eysseric) si mette 4-4-1, con Gil Dias che fa il terzino. Il baricentro però si abbassa troppo, Milenkovic salva un gol fatto, Inzaghi chiede un rigore per un mani di Biraghi e poi la sua Lazio segna due volte nel giro di 6 minuti, sfruttando una mega papera di Drago su colpo di testa di Caceres. Due a due e tutto da rifare. Il peggio però deve ancora venire, perché all’inizio della ripresa riecco Veretout, il guerriero bretone cresciuto a fianco di Pogba nella baby Nazionale di Francia: è ancora lui infatti a sradicar palla dal centrocampo laziale e a battere Strakosha. Tripletta fantastica e pollice in bocca. Sembrava l’inizio di una favola e invece la nuova rimonta è in agguato.

Damato nel frattempo cancella un gol di Simeone e un rigore fischiato su Immobile (serve il Var per vedere il fuorigioco del cannoniere del campionato), ma ormai il centrocampo viola è spompo e la difesa fa acqua da tutte le parti. Anderson pareggia con un gran tiro dal limite, poi Luis Alberto beffa Hugo e piazza il 3-4. Dopo oltre due mesi super (l’ultima sconfitta era del 9 febbraio con la Juve), la Fiorentina chiude la sua striscia da imbattibile. La strada per l’Europa si complica (l’Atalanta adesso è settima), ma gli applausi della Fiesole dicono che la Fiorentina ci proverà fino in fondo. Anche se dimenticare l’amarezza e recuperare energie in un paio di giorni (sabato c’è il Sassuolo), non sarà per niente facile.

2
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
MATTEOFIRENZE
Ospite
MATTEOFIRENZE

ad oggi la rosa nostra è questa …. loro in panca avevano andersoon (che poi l’ha giocata praticamente tutta entrando al posto del miglior difensore a disposizione della lazio tra l’altro), lulic e parolo (che non mi sembrano gli ultimi) … noi abbiamo poco in panca e a volte le partite le vinci con quelli che entrano !!!! benassi non ha giocato per problemi fisici e non perché è scemo pioli …. e non credo che fosse cristoforo il giocatore adatto dall’inizio o in corso (oppure pensate di si ?!?!) nessuno (giormalisti e tifosi come me) hanno fatto notare che… Leggi altro »

Mark
Ospite
Mark

Forza ragazzi!
Perdere una partita così ci sta, avete lottato come leoni, e fatto il possibile.
Serata da infarto, ma almeno e la siamo giocata.
Contro la lazio è sempre molto dura, bisogna cambiare qualcosa perché a centrocampo loro salivano come schegge, noi troppo lenti sulle vie centrali.

L’importante è non abbattersi, (io facevo già conto degli 0 punti stavolta),
ma offrire una grande prestazione contro il Sassuolo sabato e portarsi a casa
i 3 punti.

poi si vedrà. Coraggio, siamo forti !

Articolo precedenteCasarin: “La Var è sempre più rapida e più efficace. Così la tecnologia fa bene”
Articolo successivoSassuolo-Fiorentina, arbitrerà il sig. Irrati. Al Var Giacomelli
CONDIVIDI