Fiorentina, i dubbi di Sousa per sostituire Gonzalo Rodriguez e Badelj. Poi c’è Bernardeschi

di Francesco Gensini - Corriere dello Sport Stadio

8



Come riportato dal Corriere dello Sport Stadio, trovare il modo di blindare la porta di Tatarusanu (10 gol subìti nelle ultime 4 partite, in cui la squadra viola ha messo insieme soltanto 4 punti), sostituire Badelj, affidarsi al talento di Bernardeschi: sono i tre obiettivi che Paulo Sousa sta inseguendo per schierare la miglior formazione possibile contro la Lazio.

Gonzalo Rodriguez è squalificato, mentre Astori torna dopo aver scontato proprio un turno di stop con la trasferta di Palermo, quindi il cambio è automatico e di diverso ci sarà che il centrale lo farà Sanchez, com’è stato tutte le volte nelle quali è stato assente l’argentino, verosimilmente tra Tomovic (favorito su Salcedo) e lo stesso Astori.

A centrocampo mancherà Milan Badelj a causa di una lesione all’adduttore lungo di sinistra che comporterà un’assenza di almeno dieci giorni: va assegnato il posto accanto a Vecino, e logica e precedenti vogliono che quel posto sia di Borja Valero che per caratteristiche tecniche e tempi di gioco è il più adatto a fare il “vice” Badelj. Considerando invece abbastanza improbabile il ricorso contemporaneo a due esterni offensivi quali sono Chiesa e Tello, ecco che si apre il classico ballottaggio tra il gioiellino del vivaio viola e lo spagnolo per la fascia destra, con il primo forte della ritrovata maglia da titolare (con gol) a Reggio Emilia. A sinistra se la vedono Maxi Olivera e Milic.

E poi Bernardeschi. Nel senso che non starà attraversando il suo momento di miglior condizione psico-fisica (sempre ammesso che sia così), però la gara e più di ogni altra cosa il delizioso gol firmato in pieno recupero hanno dimostrato che rinunciare al talento di Carrara. Allora dentro Bernardeschi, mentre Saponara cerca di avere la meglio su Ilicic e Cristoforo per meritare l’altra maglia da trequartista alle spalle di Kalinic.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Noi abbiamo il problema di come sostituire il Cappone, la Lazio – a sentire il Corriere dello Sport – farà un massiccio turn over in vista della finale di Coppa Italia. Sempre che Lotito non decida di mandare addirittura la “Primavera” che, se non sbaglio, comanda la classifica del girone A.

gianni
Ospite
gianni

Nella fiorentina non esiste una formazione capace di fermare la lazio non siamo all’altezza x noi va già bene l’ottavo posto ,con questa squadra è il massimo, poi non parliamo di quella sottospecie di allenatore quello va bene x pascolare le capre.

Fiorentino90
Tifoso
Member

Tra Sanchez, Tomovic, De Maio, e Salcedo non so quale sia il peggiore

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Glielo dico io, chi è il peggiore, di gran lunga: il Cappone Gonzalo. Cioè il difensore più coglionesco al mondo. Che le uniche partite decenti le sta giocando proprio in questo suo scampolo di avventura in maglia viola. Rispetto al Cappone Sanchez ha più tecnica, Tomovic più forza e fisicità, De Maio più…tutto e Salcedo più velocità. Dunque…

Valdarno Viola
Ospite
Valdarno Viola

Per favore risparmiateci la foto di questo babbeo!

Fiorentino90
Tifoso
Member

Basta con questo Saponara , io farei giocare Ilicic , sperando che sia in giornata

viceversa
Ospite
viceversa

Dunque proponete un 3421: Tatarusanu – Tomovic, Sanchez, Astori – Chiesa, Vecino, Valero, Olivera – Saponara, Bernardeschi – Kalinic. Io invece propongo un 4321: Tata (ma preferirei un altro) – Tomovic, Demaio, Astori, Milic – Sanchez, Valero, Vecino – Chiesa, Bernardeschi – Kalinic. Il numero di brocchi rimane invariato, ma almeno la difesa è più coperta con 4 elementi + Sanchez libero davanti alla difesa. Insomma, qualità davanti e quantità dietro (dato che dietro la qualità non c’è)

Allenatoreviola
Ospite
Allenatoreviola

Ma questo continua ancora ad avere dubbi? la colpa e di chi ti ha tenuto !!!!!!

Articolo precedenteVitor Hugo, accordo tra Fiorentina e Palmeiras a otto milioni di euro
Articolo successivoStefano Pioli e il suo staff: a Firenze con Murelli, Lucarelli, Perondi e Pioli jr
CONDIVIDI