Fiorentina in fibrillazione, ma l’estate di Pioli parte a bassa tensione

13



Una settimana e Stefano Pioli si metterà al timone della Fiorentina: il neo tecnico viola si aspettava magari un inizio meno agitato, tra le maxi operazioni in uscita e il comunicato di cessione dei Della Valle. Pioli non sembra però essersi lasciato trascinare dalla fibrillazione, dalle sensazioni forti di queste ore: sa che la società sta comunque lavorando per dare un volto alla sua nuova squadra. Così riporta La Nazione.

Le cessioni fanno parte del programma, in entrata i programmi sono stati condivisi. Pioli sarà a Firenze la prossima settimana per raduno e poi partenza per Moena. «La tifoseria si aspetta di avere la squadra più forte e competitiva, però non dipende sempre tutto e solo dalla società: certi giocatori vogliono lasciare la squadra perché possono ottenere contratti migliori o hanno voglia di lasciare la squadra ed è difficile trattenerli. Non è la società a spingerli fuori», ha detto il procuratore Bruno Satin a Radio Sportiva. Riferimento ai diversi giocatori in uscita.

13
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
ErComa
Tifoso
(E)rComa

Lasciate perdere le funanboliche intepretazioni psicologiche seguendo alcuni giornalisti che non sanno cosa scrivere… I DV saranno anche permalosi e vendicativi ma rimangono degli imprenditori. L’unica spiegazione logica del comunicato va ricercata nelle difficoltà economiche del gruppo e nella lora diffcoltà a far quadrare le burocrazie fiorentine per lo stadio. Evidentemente pensavano di avere anche i terreni gratis oltre che la squadra… Inoltre non credo che ad oggi ci siano orde di finanziatori per la speculazione edilizia dello stadio. La vendita è solo la loro exit strategy.. peraltro già programmata anni addietro come testimoniato dal sole 24ore. Loro rimarranno se… Leggi altro »

Masaccio
Ospite
Masaccio

Procuratore dei miei stivali.

pratociri
Ospite
pratociri

Tutto ha una logica: allenatore mediocre per una squadra mediocre, per una Società mediocre.

viola55
Ospite
viola55

Non è la società a spingerli fuori: sono i soldi che la società incassa.

ceciola76
Ospite
ceciola76

Pioli un s’è mica reso conto in che casino s’è andato a mettere.

viola55
Ospite
viola55

Da Lotito a Della Valle che tradotto è:dalla padella alla brace.

Senzapaura
Tifoso
Senzapaura

Ma come si può sperare che si accenda l’entusiasmo?

Tiziano
Ospite
Tiziano

“Non è la società a spingerli fuori”, ma se costruisci una squadra con obiettivi mediocri, i giocatori bravi, quelli ambiziosi, non vorranno certo restare.
I DV comandano e dunque sono legittimati ad investire o meno, a puntare in alto o meno, ma non scriviamo / raccontiamo frottole.
Chi è bravo o è valutato bravo, che ci fa in campo con Tomovic e Sportiello a lottare per un sesto posto ed una semifinale di CI?
Semplice e logico.

Davide7373
Tifoso
davide7373

Se i giocatori vogliono andarsene dalla Fiorentina non per soldi un motivo ci sarà! Visto che abiterebbero a Firenze la città più bella del MONDO e non a Canicattì ” con tutto il rispetto di Canicattì” ed in una squadra con un blasone “STORICO”.

AndreaRN
Tifoso
Member

Sarà una stagione senza aspettative, con una squadra nuova da far crescere e compattare. Quel che verrà verrà, l’obiettivo sarà fare il meglio possibile e io sarò contento se ad ogni partita li vedrò col sangue negli occhi e terminare con la maglietta fradicia di sudore! FORZA VIOLA SEMPRE!!!

marco ultras viola
Ospite
marco ultras viola

Pioli mi sa che sei in una società peggiore del Bologna…Povero te,era meglio un anno sabatico che una stagione difficile!!

Masaccio
Ospite
Masaccio

Questo si accontenta di qualche mesata. A febbraio lo spesano,caro mio.

Corso
Ospite
Corso

Gli auguro tutto il meglio possibile

Articolo precedenteIntrigo Kalinic-Milan: intesa lontana. I rossoneri offrono 20-22 mln o contropartita
Articolo successivoJuve, assalto a Bernardeschi: sì del giocatore, affare da 40 milioni più bonus
CONDIVIDI