Fiorentina.it con Dynamo Camp per aiutare tanti bambini

    0



    Dynamo Camp

    Dynamo Camp 2014 Stadio Franchi di Firenzewww.fiorentina.it sostiene Dynamo Camp, dando voce all’iniziativa di raccolta fondi “Regala un sorriso a un bambino gravemente malato”. Si tratta di una campagna attiva da domenica 16 febbraio a domenica 9 marzo, con l’obiettivo di contribuire a regalare una vacanza gratuita a 570 bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni gravemente malati che, nella prossima estate, trascorreranno una vacanza a Dynamo Camp, il primo camp di Terapia Ricreativa nel nostro Paese appositamente concepito per dare sollievo e speranza ai piccoli gravemente malati e alle loro famiglie (www.dynamocamp.org). 

    Ieri allo stadio Artemio Franchi di Firenze, prima di Fiorentina-Lazio c’è stata una raccolta fondi a sostegno dell’associazione. Quì la foto (grazie al servizio di Poli & Galassi) dei volontari ieri preseti allo Stadio Franchi

    Dynamo CampPer partecipare alla raccolta basta inviare un SMS al numero solidale 45502 o chiamare da rete fissa. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Sarà di 2 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT e di 5/10 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb. 

    Dynamo Camp 2014 Stadio Franchi di FirenzeSono 7 le sessioni estive di Dynamo Camp e ognuna accoglie circa 80 bambini e ragazzi, provenienti da tutta Italia, affetti da patologie oncoematologiche, spina bifida e diabete, in terapia, nel periodo di post ospedalizzazione o in fase di remissione della cura, compresi nella fascia d’età 6-17 anni. Una sessione specifica è dedicata a loro fratelli e sorelle sani (Siblings).  Il periodo a Dynamo Camp, che dura 9 giorni, è più di una semplice vacanza: è un’esperienza basata sull’approccio scientifico della Terapia Ricreativa che, attraverso attività divertenti ed emozionanti e il modo in cui sono proposte, contribuisce a rinnovare la fiducia in se stessi e nelle proprie possibilità, supportando i bambini nell’affrontare la vita e la malattia.