Fiorentina-Juve, la sfida infinita. Date e biglietti per i tre match

    0



    Ambrosini in Fiorentina-Juventus 4-2 20-10-2013Tre gare in dodici giorni, di cui due trasferte a Torino nel giro di novantasei ore. Si comincia il 9 marzo, lunch game, ore 12.30, ventisettesima di serie A, ma soprattutto si proverà a riscrivere la storia giovedì 13, alle 21.05, ottavo d’andata di Europa League. Firenze punterà il navigatore dritto sullo Juventus Stadium, la roccaforte bianconera dove la squadra viola fino ad oggi non è mai riuscita a vincere. L’ultimo successo, quello del 2 marzo 2008, è stato all’Olimpico, quando ancora il nuovo impianto al posto del vecchio Delle Alpi doveva essere finito di immaginare. La città è pronta e i numeri come sempre saranno da capogiro.
    Da Torino arriveranno, sia per la gara di campionato che per la sfida europea, complessivamente poco più di quattromila biglietti. Se per il primo appuntamento, quello del 9, non è ancora scontato (ma molto probabile) il sold out dei tagliandi riservati al popolo viola (2094), di certo non ci sarà nemmeno un posto disponibile giovedì 13. Poco importa se il rientro in città avverrà solo all’alba del venerdì, la posta in gioco è troppo alta e Firenze vuole provare a trascinare la sua squadra cullando il sogno di riscrivere la storia. L’acquisto dei biglietti scatterà lunedì prossimo per la gara di campionato e venerdì 7 per l’Europa. Quaranta euro il costo del biglietto nel settore ospiti, mentre per la gara d’andata dell’ottavo di finale il costo scenderà a 30 euro.
    I viola club si stanno già organizzando. Si partirà per lo più in pullman, dal «Franchi», ma non mancheranno naturalmente le auto private, soprattutto giovedì 13. Firenze sta provando a sognare mentre si lavora anche ad uno stadio tutto esaurito in occasione della gara di ritorno, il 20 marzo alle 19. La società è già al lavoro per studiare tariffe e date destinate a prelazione e, poi, prevendita.
    Come annunciato già prima dei sedicesimi, chi ha acquistato il biglietto per la sfida con l’Esbjerg (ma non nel giorno della partita) potrà usufruire del diritto di prelazione in qualsiasi settore dello stadio, ma non mancheranno altre iniziative da parte della società.
    L’obiettivo è anche quello di superare il record di presenze di 38.312 fatto registrare proprio in occasione dello storico 4-2 rifilato ai bianconeri nella gara d’andata di campionato, quando Firenze impazzì di gioia per la tripletta di Giuseppe Rossi. I tifosi hanno già cominciato ad organizzarsi: nessuno vuole mancare quelli che rischiano di essere i tre appuntamenti clou della stagione, aspettando la finale di Coppa Italia contro il Napoli del maggio prossimo. E’ la stagione, dicono, questa, in cui può accadere di tutto: bisogna crederci e provare a spingere la Fiorentina al di là dei sogni. Contro la Juve, del resto, non è mai una partita come le altre.