Fiorentina-Lazio, dirige il livornese Banti: con lui Spolli ‘calpestò’ Matos

    0



    bantiIl trentanovenne livornese Luca Banti esordì in serie A nel 2004/05 e è stato promosso arbitro internazionale dal 2009. Lì attualmente fa parte della categoria “First”. Finora ha diretto 133 partite nel massimo campionato, con 63 vittorie delle squadre di casa, 33 pareggi e 37 successi esterni. Per cui è da considerarsi moderatamente casalingo. Di media severità in fatto di espulsioni (34), ha il difetto di essere troppo permissivo. E non ama concedere rigori; ne ha fischiati solo 21, alla media di uno ogni oltre sei partite.
    Tuttavia il bilancio complessivo della Fiorentina con Banti è più che buono. Le vittorie sono 10, i pareggi 3 e 3 anche le con 6 successi iniziali di fila. Ma non sono mancati i motivi di anche nelle gare vinte. Un esempio per tutte il 4-1 del Franchi sulla Roma, nel 2008/09, in cui negò ai viola due netti rigori, per fallo di De Rossi su Jovetic e mano in piena area di Cassetti. Decisivo invece nella sconfitta per 1-2 contro il Bologna, al Franchi, del 2009/10. Banti negò ai viola altri due rigori per falli su Gilardino e Marchionni. Da quella gara ha diretto altre otto volte la Fiorentina, ma sempre in trasferta. Già due i precedenti in questo campionato, entrambi vittoriosi.
    Tuttavia nel 2-1 sul campo del Chievo, contrariamente alle sue abitudini, ha estratto un giallo troppo severo al diffidato Gonzalo, che gli ha fatto saltare la successiva gara con il Napoli. E nel 3-0 a Catania, un altro giallo, pure eccessivo, ancora a Gonzalo nuovamente in diffida, ha causato la squalifica del difensore anche nel 3-3 con il Genoa. Sempre nella stessa gara ignorati il brutto fallo e poi la “passeggiata” di Spolli su Matos. Banti non aveva mai diretto prima d’ora gare fra Fiorentina e Lazio.