Le (ultime) speranze del presente, lo sguardo già al futuro. Sosta e volata finale, verso la (mezza) rivoluzione

21



La sosta per le Nazionali consegna una Fiorentina all’ottavo posto, a -5 dal Milan settimo e -7 da Atalanta e Inter quinte. Quattro risultati utili consecutivi per i viola, con porta inviolata nelle ultime tre occasioni e due vittorie arrivate in zona Cesarini. Una bozza di continuità, ma in pochi hanno realmente gioito per i recenti risultati. Anzi, il malumore di fondo aleggia costante insieme alla sempre più corposa fazione che parla di indifferenza.

Sarà per quell’ottavo posto che dopo anni di quarte e quinte posizioni, sa di mediocrità. Sarà per le tante contraddizioni interne che caratterizzano tutto il comparto viola. Sarà, soprattutto, perché ormai più che al presente si pensa al futuro. Un ‘patto per l’Europa’, è stato definito prima di Crotone da società, allenatore e gruppo. Una volata finale da vivere con la voglia di non mollare, nonostante tutto. La squadra prova a crederci, e nelle ultime due gare nonostante i ritmi a tratti molto compassati, sono arrivati due gol nel finale, sintomo magari di idee di gioco non convinte ma anche della volontà di non deludere.

Nove gare prima della fine, con Sousa che ha concesso anche stavolta quattro giorni di riposo ai suoi. Con dodici giocatori che mancheranno dal gruppo perché impegnati in Nazionale. Insomma, non il miglior modo per tenere alta la tensione su Campo di Marte. Ma tant’è, obiettivo reale o meno, questa ‘corsa all’Europa’ magari potrà dare più verve in questo sobrio finale di stagione. Perché poi, ormai si pensa molto al futuro. Alla Fiorentina che sarà. Nonostante le parole e quel che esce da casa viola. In queste due settimane senza partite si parlerà molto di nuovo allenatore, di pro e contro, di moduli e giocatori futuri. Di come potrà essere la nuova Fiorentina, quella che nella testa della società dovrà aprire un nuovo ciclo. Anche a livello di investimenti, visto che le problematiche di bilancio sono praticamente state superate (a detta dei diretti interessati) con la ‘cura Corvino’. Previsti dei vertici mirati al centro sportivo, ed anche i procuratori hanno iniziato in settimana a fare il punto con il dg viola.

Un nuovo corso più ‘equilibrato’, fatto di freschezza, tanti ‘tagli’ e ripartenza dai giovani. In mix con giocatori d’esperienza. Come fu con Prandelli e poi con Montella. Sportiello, Astori, Vecino, Saponara, Chiesa saranno la nuova base, per Bernardeschi l’obiettivo univoco è tenerlo almeno un’altra stagione, ma ci sarà da resistere ad un’estate molto calda. Poi in tanti partiranno: da Gonzalo a Tatarusanu, da Badelj a Ilicic, passando probabilmente anche da Kalinic. E diversi acquisti non azzeccati degli ultimi mercati. Entrerà insomma un bel gruzzoletto nelle casse viola, almeno 60-70 milioni più il taglio di ingaggi pesanti. Vedremo se ci sarà la voglia di tornare a far calcio, di investire, di ricominciare con un progetto serio. Qui si giocherà la partita più importante, in un rapporto con Firenze da ricucire. Tra la voglia di credere (ancora) nel presente, e la mente che va già al futuro.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Nicola Del Plato
Ospite
Member

Una sola cosa meritano i ciabattini contestazione forte e dura non capisco chi ancora tra il tifo li difende hanno rotto loro il loro progetto e i loro buchi di bilancio andassero a prenderlo nel…..

viola55
Ospite
Member

Adesso ripartirà qualche loro progetto, per riportare a casa altri 20000 tessere.E la storia si ripete e si ripeterà vita natural durante!

Emidio Cinosi
Ospite
Member

r[è,coibadisco che per me sarebbe da scegliere come allenatore iachini cuore viola.purtroppo non è sponsorizzato dai poteri forti,perchè è tutto un magna magnaaaaaa…….. via corvino ,cognini,quel ds straniero,gonzalo ,badelj ,borca che rallle,nta il gioco facendo tre quattro tocchi in piu, tello inferiore a tanti giovani italiani

Riccardo
Ospite
Member

Una sola parola. CONTESTAZIONE!

fabio
Ospite
Member

Non vorrei che qualcuno pensasse che la scelta dei giovani sia una scelta di crescita, è solo un modo “furbesco” di abbassare ulteriormente il monte ingaggi e cercare di creare qualche altra plusvalenza. In sostanza siamo arrivati alla parola fine. Fine di qualsia velleità di poter gareggiare con almeno 6 società, ci si allinea al bilancio (settimo). Mi sembra però di intravedere un piccolo lumicino al termine di questo 16 percorso. La vendita della società da qui al prossimo anno e mezzo. Zero spese, qualche bel incasso, nessuna contestazione (sono giovani, si devono far crescere!), tranquilli e beati verso il “loro” traguardo. Cosa volete di meglio di questo?

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
Member

esatto è questo che i leccavalle non capiscano siamo nelle mani di gente incompetente che vogliono solo fare soldi infatti il dopo berna il nome più gettonato per fare un botto di soldi è HAGI il nome come sapete fa il suo quindi attenzione alle prese per le mele perchè questi non hanno pietà non guardano a niente sul fatto tecnico sportivo ma solo finanziario e bilanci e il far play stocazzo.povera firenze 🙁

VIA I DV
Ospite
Member

parole parole parole………

Poveri brodi
Ospite
Member

Ma il 68% non è convinto che con il nuovo stadio approderemo a chissà quali vittorie? E allora TRESANTI & C.di cosa vi preoccupate? Ah ah ah ah, 68% di tifosi che si fanno prendere per…. Incredibile.

Tiziano
Ospite
Member

Tresantiviola concordo in tutto. Compresa l’immagine, per me certa rispetto a te che solo la temi, di giovani i quali, se e quando esplosi a buon livello, verranno subito rivenduti per far cassa.
Troppi anni di bugie e promesse non mantenute dai DV per dar loro credito.
Solo fatti mi potrebbero / potranno dare nuovamente fiducia.

Tresantiviola
Ospite
Member
Si bene con i giovani l’importante sara la chiarezza cosa molto difficile da trovare in Fiorentina ma con i giovani ricordatelo non si vince subito ci saranno delle soddisfazioni con belle partite ma anche delusioni con i giovani è cosi ma la cosa più importante è che se ne vengono fuori elementi importanti come già alcuni sono non vengano subito venduti come di solito viene fatto in questa societa con questa proprieta ,senno non si arriverà mai a creare un gruppo valido di livello che possa permettere alla Fiorentina di lottare per traguardi importanti e cercare di vincere un trofeo che a parole tutti vogliono ma con i fatti restano sempre molto lontani ,senno ci sarà sempre una nuova ripartenza il nuovo progetto la solita rifondazione , in pratica la storia infinita di questi ultimi 15 anni di promesse e propositi puntualmente fatti e mai riusciti o perlopiù non voluti… Leggi altro »
Vaia
Ospite
Member

Insirme ai giocatori dovresti comprarti qualche virgola o punto….non ti si può leggere.

Ettore di Varese
Ospite
Member

la grande rivoluzione è già diventata “mezza rivoluzione”. Di questo passo….

VIA I DV
Ospite
Member

una rivoluzionina…

Mike71
Ospite
Member

In questo sito, c’è chi ce l’ha con Sousa, chi ce l’ha con Corvino…ma queste due persone chi le ha portate a Firenze? Ma sopratutto chi ce le ha tenute contro voglia (Sousa) oppure richiamate (Corvino)? Io? Uno di voi? Ecco se riuscirete a rispondere a questa domanda forse risolveremo alcuni problemi della Fiorentina.

VIOLA
Ospite
Member

DUE SUPER MANAGER IN FOTOGRAFIA INTROVABILI NEL PANORAMA CALCISTICO. TUTTE LE SOCIETA’ C’E’ LI INVIDIANO .DOBBIAMO ESSERE GRATI ALLA NS. INSUPERABILE PROPRIETA’
PRIMA DI ACQUISTARF CALCIATORI BISOGNA RISANARE IL BILANCIO PER GLI ANTICIPI DI CASSA NUMEROSI E GENEROSI DEI BENEFATTORI DELLA VALLE
QUANTO SOPRA E COMPETENZA DEL MAGO MERLINO CORVINO FARA’ SI CHE IL MEDESIMO CI REGALERA’ IL QUARTO SCUDETTO.I TRE PRECEDENTI SONO SUOI NELLE GESTIONI PASSATE

Lazzard
Ospite
Member
All’europa ci credo meno ma per il prossimo anno con due sole competizioni da disputare credo che si possa tornare in alto.. magari con qualche acquisto mirato. Se il prossimo anno non si ha paura di rifondare definitivamente, la squadra deve girare attorno ai giocatori “creati” dal vivaio. Se Kalinic resta dubito che Babacar possa emergere (complice anche una certa incostanza del ragazzo) e stessa cosa riguarda per molti altri ruoli i quali dovrebbero avere meno concorrenza per inserire giovani della primavera. Quest’anno è toccato a Chiesa emergere e lo ha fatto bene, il prossimo mi aspetto Perez o qualcun’altro in qualche altro ruolo. Tatarusanu non può essere una riserva quindi o gioca lui ancora il prossimo anno con secondo Dragowski o se ne va via per lasciare il posto a qualcuno di migliore (che non reputo Sportiello). La difesa è quasi totalmente da rifondare. Per un Olivera che mi… Leggi altro »
VIA I DV
Ospite
Member

NO.

manuel
Ospite
Member

Insomma tu vuoi tornare in alto facendo un ulteriore ridimensionamento della rosa?

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
Member

è INCREDIBILE CHE TU SEI OTTIMISTA SECONDO ME L ANNO PROSSIMO IN B CI ANDIAMO SICURAMENTE NON HAI IDEA DI COME LA DISTRUGGERANNO LA ROSA,GIA’ IL MODELLO ATALANTA TI FA CAPIRE CHE FINE FAREMO CON QUESTO CHE HA COMPRATO I PEGGIORI BIDONI DELLA STORIA VIOLA,VEDRAI COME è FELICE I DELLA VALLE QUANDO CON I SUOI PROPRI OCCHI NOTERA’ QUANTI SOLDI INCASSA E CI FARA’ UNA SQUADRA DA PRIMAVERA.POVERA FIRENZE 🙁

Ricca69
Ospite
Member

Hanno cambiato 200 giocatori in 4stagioni vendendo sempre i migliori e corvino ci parla di fine ciclo. Così si fa cassa un’altra volta….senza vergogna!

pratociri
Ospite
Member

Io preferirei che andasse via i’ Corvo invece di Kalinic

wpDiscuz
Articolo precedentePellegrini: “A Firenze è finito un ciclo. L’addio di Sousa sta influendo sulla squadra”
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI