Fiorentina niente scherzi: testa e cuore per sognare

Di Benedetto Ferrara - La Repubblica Firenze

13



Come riporta La Repubblica Firenze, cinque partite senza perdere. Storie diverse, chiaro, che però messe insieme alla fine ti dicono cosa sta accadendo. Nell’ordine: pareggio a Ferrara, altro pari in casa Lazio, vittoria senza se e senza ma contro il Sassuolo, mitico 0-0 a Napoli e vittoria con turn over in Coppa, nel deserto, contro la Samp. Se il pari in casa Spal non piacque a nessuno ( a parte la Spal), quello del San Paolo ci ha messo sotto gli occhi una Fiorentina maturata mentalmente, una squadra capace di concedere solo due tiri in porta al flipper di Sarri.

Il lavoro di Pioli funziona, insomma. Intanto il tecnico ha costruito un gruppo consapevole delle proprie caratteristiche, siano esse pregi o difetti. Per questo la squadra in campo corre molto e soprattutto, non molla mai. Simeone non segna tantissimo ma la porta la vede eccome, Chiesa è quello che ti crea superiorità numerica, Thereau è il vecchio marpiione e Benassi e Veretout sono due centrocampisti bravissimi negli inserimenti. Poi ci sono due centrali difensivi sopra le righe e l’affiatamento di cui c’è bisogno per costruire un gioco umile ogni tanto impreziosito dalle giocate dei migliori. E tornando al Franchi, la Fiorentina non vuole perdersi l’occasione. Il gruppone in classifica racconta che bastano due partite azzeccate a trasformare una posizione anonima in qualcosa di più intrigante. Per cui questa Fiorentina oggi ci proverà, mentre Pioli avverte: « Affrontiamo un avversario che nelle due ultime trasferte ha fatto molto bene. Ci vorrà lucidità e qualità».
Sì, il Genoa di Ballardini fuori casa fa sempre la sua parte, anche perchè le ripartenze in velocità sono il suo forte. E questa volta la Fiorentina dovrà uscire dall’abito un po’ catenacciaro del secondo tempo del San Paolo e tornare a essere una squadra propositiva, come ha saputo essere col Sassuolo, quando di fatto non c’è stata mai partita. Servirà attenzione, ovvio, ma anche quella concentrata leggerezza che la squadra sta iniziando mettendo sul campo per dimostrare, un passo dopo l’altro, di meritare più di questo anonimato basculante.
Ecco, una vittoria oggi sarebbe un marchio su un dicembre vivo dopo un novembre un po’ malinconico. Poi Cagliari, e i quarti di Coppa Italia all’Olimpico, un passaggio che può veramente dare ai tifosi un messaggio concreto, perchè guardare il futuro ( mercato di gennaio compreso, speriamo) significa mettere la testa fuori dalla nebbia degli ultimi mesi. Intanto Pioli si tiene aggrappato alle sue certezze. In Coppa ha ritrovato Babacar, che comunque torna in panchina, come Saponara, che lentamente sta ritrovando la condizione perduta in mesi trascorsi tra infermeria e lavoro personalizzato.
Quindi si torna al 4- 3- 3, quello con Badelj tra Benassi e il mitico Veretout, ragazzo francese su cui il tecnico spende volentieri due parole. «Jordan è il calciatore che mi ha sorpreso di più. Per il momento che sta passando e per come si è inserito. E’ un centrocampista completo che può ancora migliorare».
Davanti Chiesa e Thereau giocheranno più o meno larghi intorno a Giovanni Simeone, alle prese con la prima vera sfida da ex della sua vita italiana. Il Genoa ha creduto in lui e lo ha lanciato nel campionato italiano, la Fiorentina ci ha buttato sopra quasi venti milioni per trovare un giovane centravanti che prendesse il posto dell’ex fenomeno Kalinic, quello che stupiva il mondo prima di restare inghiottito in una avvilente normalità.
E così oggi la Fiorentina proverà a tenere vivo questo momento speciale. Serviranno testa lucida e cuore a mille. La strada è quella giusta.

13
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
azzurrissimo
Ospite
azzurrissimo

chissa’ perche’ tutte le squadrette cercano di fare la partita della vita contro il napoli, poi puntualmente la partita successiva ritornano nellla loro mediocre dimensione vedi napoli-fiorentina , che strappa un pari a napoli giocando la partita della vita , ma agevolati da un napoli un po stanco , piu’ mentalmente che fisicamente, di solito queste squadrette dal napoli vengono prese a pallonate. e finiscono in goleada .

Darth
Tifoso
Darth

Ora anche i commenti di questo pagliaccio. Un coglione che crede di tifare per un grande club per quattro stagioni a buoni livelli. Cretino riguardati la storia del calcio in Italia e scoprirai che non avete mai contato e vinto un cazzo, proprio come noi. Anzi a ben vedere vi siete fatti più anni di b e molti più campionati anonimi di quello che siamo riusciti a fare noi. Ora questi pezzenti si sentono grandi, hanno problemi da terzo mondo e fanno gli splendidi. È proprio vero che agli ignoranti basta raccontare tre cazzate per farli felici. Levati dai coglioni… Leggi altro »

azzurrissimo
Ospite
azzurrissimo

x Darth non c’e bisogno di dire che sei un pezzo di merda perche ‘ la tua puzza mi esce dal monitor….uno come te lo vorrei faccia a faccia per vedere come uomo quanto vali o fai solo il gradasso protetto da un pc…… mi pare che io non ho offesso e m ancato di rispetto nessuno questa e la differenza tra un un fiorentino e un napoletano coglione perdi 100 a zero mallanm ra sfaccimm e mammet e chi te muort omm e sfaccimm fattelo tradurre se m i fanno passare questo post………aveva ragione marchionne quando dichiaro FIRENZE? e… Leggi altro »

Fantasma
Tifoso
Fantasma

…almeno noi non ci vantiamo d’avere imprese di successo come la camorra…che crea posti di lavoro tra i vostri giovani e anche al camposanto…salutami genny, quello che vi comanda a bacchetta in curva

azzurrissimo
Ospite
azzurrissimo

X Fantasma … E COSA AVETE DA VANTARVI VOI non contate una mazza siete una piccola provinciale come lo sono il torino e il bologna, perlomeno queste due una volta erano 2 grandi adesso e’ ‘tutto cambiato sono 2 piccole piazze come lo e’ la fiorentina siete 4 gatti e sara sempre cosi per anni campionato spezzato in 2 uno per le grandi JUVE….INTER..NAPOLI..MILAN..ROMA……L’ALTRO per le provinciali FIORENTINA CHIEVO…UDINESE…..CROTONE……BOLOGNA..TORINO……ecc ecc…..I DV hanno vendutio tutti l’anno prossimo andra via anche CHIESA stanno adeguando la squadra alla piazza una piccola provinciale con un buon passato ma e’ preistoria, un presente mediocre e… Leggi altro »

marco mugello
Ospite
marco mugello

Sono stato eccessivo, ma capperi, c’è da indignarsi, è come osservare un assegno firmato e affermare che non c’è la firma!!!

marco mugello
Ospite
marco mugello

Non è il Var, è l’elemento umano a ciurlare nel manico!!! Verona-Milan, Borini del Milan tira una sberla, tipo sbracciata, con la palla loltana, colpendolo in volto… volontario, con effetto materiale certo, col volto del difensore a mezzo metro… Var, attesa, occhiata…. Giallo…!!!! che scandalo, si vede benissimo il colpo intenzionale… non fosse giallo si potrebbe pensare che non è chiarissimo… forse teme di vedere un contatto… ma ecco un giallo… il colpo c’è ma viene derubricato… così.. Date retta, il Var è uno strumento anticalciopoli!!!

mike
Ospite
mike

piu’ che altro ditelo a quel fenomeno di portiere che abbiamo che l’anno scorso all’esordio ne prese tre…..po’ troppi per un esordio

giovanni di Firenze
Ospite
giovanni di Firenze

Siamo decimi con Chievo, Bologna e Atalanta e siete tutti entusiasti. Chi si contenta gode. Beati voi e il 62% che vuole allo stadio i sigg Della Valle

BTTLS
Tifoso
bttls

Il discorso della valle non c’entra, vorremmo tutti se ne andassero e arrivasse qualcuno con della moneta sonante inutile ribadirlo ogni volta. Parlando strettamente della squadra siamo decimi, vero, vincendo oggi molto probabilmente si arriva in settimana posizione (al momento il Milan sta perdendo con il Verona) e contando che la nostra è una squadra di raccattati che è stata assemblata 3 mesi fa, e sarà indubbiamente più competitiva, per quanto possibile, al girone di ritorno, io direi che vincere oggi è fondamentale quantomeno per sperare in qualcosina di più della mezza classifica.

VIOLASOUtifosi
Ospite
VIOLASOUtifosi

X una domenica vorrei che la Fiorentina smentisca l’abitudine di vincere 2 partite di fila e poi, quando occorre continuità perde. Il Genoa è squadra rognosi ma, pur sempre alla ns portata. Bisogna giocare con determinazione, grinta e lucidità. FV

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

Assolutamente bravi, niente scherzi mi raccomando, questa è la classica partita dove di solito lasciamo punti per strada FORZA RAGAZZI FORZA VIOLA SEMPRE

Mirko
Ospite
Mirko

I “:” sbagliati, mettere dopo “scherzi”

e poi sognare che? Boh

Articolo precedenteFio-Genoa, squadre a confronto: grifone ottimo e solido in trasferta. Viola 5° difesa
Articolo successivoNuovo Stadio a Firenze, al tavolo torna anche Unipol
CONDIVIDI