Fiorentina, occhio alla sosta: l’anno scorso due vittorie su cinque

    0



    Sousa Fiorentina-GenoaE’ ancora Genoa-Fiorentina, di nuovo al rientro dalla sosta per le Nazionali. La storia si ripete per il secondo anno di fila: anche la scorsa stagione, rossoblu e viola si sfidarono dopo la prima sosta dell’anno. E per il terzo anno di fila, Genoa e Fiorentina si incontrano a settembre. Curiosità di calendario, ma resta comunque un fatto: dopo la sosta, le variabili sul campo aumentano. Lo sanno bene gli allenatori, che solitamente si trovano a dover rinunciare per oltre una settimana di allenamenti a una decina di giocatori, partiti con le rispettive Nazionali. Calciatori che tornano con un paio di partite in più sulle gambe, magari dopo voli oceanici, o con qualche acciacco. Questione, poi, anche di testa, di approccio alla partita dopo due settimane senza gare ufficiali di campionato.

    Insomma, non facile preparare partite così. E allo stesso tempo difficile prevedere la risposta sul campo della squadra. Lo sa bene anche Paulo Sousa, che al primo anno di Fiorentina ha avuto un cammino per niente facile. Appena due vittorie in cinque gare post-sosta, nella passata stagione. A settembre, vittoria 1-0 proprio sul Genoa (dopo primo tempo molto opaco); ad ottobre, sconfitta a Napoli 2-1 (con prestazione comunque dignitosa); a novembre scorso, il 2-2 casalingo contro l’Empoli (da 0-2 al 45′ al pareggio finale, con strigliata e rivoluzione all’intervallo da parte di Sousa); dopo la sosta natalizia, la vittoria 3-1 a Palermo; ad aprile, 1-1 in casa contro la Sampdoria.

    Bilancio, dunque, di appena due vittorie in cinque gare post-sosta, con molti alti e bassi e approcci non sempre felici alle gare. Non che il gruppo viola fosse andato meglio con Montella: nei tre anni con l’Aeroplanino, appena cinque vittorie su tredici gare post-sosta. Con sconfitte anche clamorose (ricorderete quelle con il Pescara o con il Parma) ma anche con la vittoria esaltante nel 4-2 al Franchi con la Juve.

    Alti e bassi, insomma, variabili impazzite che si intrecciano nelle gare dopo la sosta. Il Genoa, lo scorso anno, vinse tre gare su cinque post-sosta (contro Chievo, Sassuolo e Frosinone), perdendo di misura contro Fiorentina e Samp (nel derby).