Fiorentina pochi punti, è allarme… L”esempio Lazio..

    0



    Fiorentina-Lazio, Pasqua con TomovicL’allarme arriva direttamente dai numeri. Dalla classifica, dai risultati, dal paragone con quella Lazio (non la squadra che domenica ha battuto i viola) che un anno fa ha trasformato il suo campionato da favola — prima parte —, in uno scivolone verso il quasi anonimato – seconda parte -.
    I numeri, dunque, come campanello d’allarme, mentre Montella dovrà occuparsi di rigenerare la squadra sia sotto l’aspetto fisico, sia sotto quello psicologico.
    Partiamo da lontano. Nella scorsa stagione, la Lazio impegnata su tre fronti (e alla fine finalista di coppa Italia proprio come la Fiorentina), dopo essere stata addirittura una delle concorrenti della Juventus nella corsa allo scudetto, alla fine ha pagato a caro prezzo lo stress per la raffica di impegni uno via l’altro, chiudendo il campionato al settimo posto in classifica. Per la cronaca alla giornata numero 20 (complice anche la mini penalizzazione poi rientrata del Napoli), la Lazio era al secondo posto in classifica.
    E siamo al cammino della Fiorentina. L’allarme rosso scatta quando si ricalcolano le ultime partite di campionato. La proporzione fra sfide giocate e match vinti non concede spazi ai sorrisi. In pratica in 8 partite la squadra viola è riuscita a vincerne soltanto due, e rileggendo tutte le tappe del girone di ritorno, il cammino della Fiorentina dice: 2 vittorie, 2 pareggi e tre sconfitte.
    In altre parole se si dovesse stilare una graduatoria relativa alla seconda parte del torneo, i ragazzi di Montella oggi occuperebbero la posizione numero12, mentre peggio dei viola hanno fatto solo cinque squadre, fra le quali il Sassuolo e il Catania rispettivamente ultima e penultima squadra della graduatoria attuale.
    E’ dunque da questi numeri che la Fiorentina dovrà ripartire, magari puntando a raddrizzare la situazione sfruttando le prossime due trasferte che la vedranno impegnata contro due delle prime tre squadre (Juventus e Napoli) della stagione.