Fiorentina, tanti auguri a Dragowski. Si meritava una chance

di Giampiero Masieri - La Nazione

4



ALLUVIONE a Genova, partita sospesa. Neve a Pescara, partita rinviata. La Fiorentina non si fa mancare nulla, tant’è vero che in estate, siamo pronti a scommetterlo, una sua partita sarà cancellata per per il clima torrido, e così siamo al completo. Eravamo già pronti sull’Adriatico, di fianco, ma estranei, alle polemiche interne ed esterne del Pescara.

NEL MEZZO c’era perfino una donna dal nome affascinante, Quattrociocche, così abbiamo letto e visto in foto. La signora è stata in polemica con i tifosi: oggetto, il marito Aquilani. Non entriamo in casa d’altri, anche se la porta è aperta. Tanto più che ora ci sono il Chievo Verona in coppa, mercoledì alle 17,30 e poi la Juventus, domenica alle 20,45. Tutto questo nei giorni in cui il rientro di Antognoni in viola diventerà ufficiale e la partenza di Kalinic probabile. Ingaggio cinese, semmai.

NEL FRATTEMPO è inevitabile accennare a Babacar e a Zarate, o meglio a mettere in preventivo la loro presenza. Il Chievo sta facendo una buona stagione, e naturalmente non disdegna la coppa. La Juve? Cominciare a parlarne ora è presto, ammeso che qualcuno non abbia già cominciato. Infine, ma sarebbe stato meglio dire prima di tutto, un augurio al portiere polacco Bartlomiej Dragowski, infortunato a un ginocchio. E’ considerato il numero tre viola, almeno a giudicare dalle scelte dell’allenatore. Cattiva sorte, e allora, più che mai, a presto in campo.

4
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Luvys
Tifoso
luvys

questa viola con questo allenatore sarebbe competitiva in c2

QuasarScandiano
Ospite

Non c’è due senza tre ,dopo la neve e l’alluvione cosa c’è dietro l’angolo?

doc rob
Ospite
doc rob

le cavallette, le aspettiamo da quando Renzi le ha buscate al referendum, prima o poi arrivano

amtonio del giglio
Ospite
amtonio del giglio

La guerra acerrima delle altre del sistema, i nemici in casa, le incertezze e le incongruenze, l’inesperienza nel mestiere calcio,l’incapacità e la paura ad azzardare un “affare”, la estrema prudenza nel costruire una propria zona operativa con alleati fedeli, manager bravi si, ma in altri settori, i tifosi, le disgrazie, la sfortuna e chi più ne ha più ne metta! Ma dove vai Fiorentina? Ti conviene un decoroso campionato dilettanti!

Articolo precedenteNikola Kalinic-Cina. Il dg viola Pantaleo Corvino in viaggio verso Milano
Articolo successivoZaza: il Valencia continua il pressing per portarlo in Liga. Oggi altri contatti
CONDIVIDI