Fiorentina, torna l’Europa: con l’Esbjerg la chance giusta per ripartire

    0



    Gomez

    Pronti, partenza, via: la Fiorentina oggi, in mattinata, sbarcherà ad Esbjerg per il primo atto dei sedicesimi di finale. Tutt’altro che una sfida ostica per i viola che, però, non vogliono mal figurare sul palcoscenico europeo, col desiderio di confermarsi l’unica italiana, fin qui, ad aver davvero sempre onorato anche” l’Europa dei piccoli”. 
    L’urna di Nyon, non volendo, ha regalato una grandissima occasione alla squadra di Montella: in un momento ad alto stress, un avversario che tutti avrebbero voluto pescare consente ai viola di potersi dimenticare, per due giorni, la Serie A ed ogni preoccupazione allegata, dagli errori arbitrali alla corsa Champions, sfruttando la chance di affrontare un’avversaria che potrebbe consentire di giocare una gara divertente. Attenzione però, mai sottovalutare gli avversari e allora Montella certamente opterà per la migliore formazione possibile, per, magari, archiviare già in Danimarca il discorso qualificazione, approfittando delle lacune difensive di una squadra, l’Esbjerg, che certo non è irresistibile neanche in attacco e che, per di più, non gioca una gara ufficiale da dicembre. 
    In terra danese, i viola sono attesi da un clima più freddo di quello italiano, ma certo non irresistibile come si poteva pensare al momento del sorteggio: potrebbe essere la gara di Gomez, pronto a riprendersi una maglia dal 1′ dopo oltre 5 mesi dall’ultima volta ed attaccante ideale per sfruttare le incertezze difensive della squadra di Frederiksen; sarà sicuramente la gara di Borja Valero, che tornerà a guidare il centrocampo viola dopo la doppia assenza per squalifica; i dubbi restano intorno al modulo, perché le tante assenze in settori strategici del campo (Cuadrado, Vargas, Rodriguez) non aiuteranno Montella nelle scelte tattiche. 
    L’appuntamento è per domani su Fiorentina.it: seguiremo, da Esbjerg, la conferenza stampa del tecnico Vincenzo Montella e l’allenamento di rifinitura dei viola, che per i primi 15′, come da norme UEFA, sarà aperto alla stampa, ma anche l’arrivo dei primi tifosi viola, pronti a portare il calore di Firenze sulle tribune della Blue Water Arena.