Fiorentina tra campo e mercato. Si rivede Pepito, si aspetta Cuadrado…

0



Poco più di ventiquattro ore e sarà di nuovo calcio giocato. I ritmi si alzano, la preparazione continua: la voglia di calcio, fra gli addetti ai lavori, fra i tifosi e fra gli stessi giocatori, è sempre più forte. La presentazione del nuovo calendario di Serie A ha acceso ancora di più l’appetito di tutti: c’è voglia di calcio, e non di parole. Dopo la vittoria all’esordio, la Fiorentina torna in campo contro il Palmeiras: l’entusiasmo del gruppo è a buoni livelli, la prestazione contro l’Estudiantes ha offerto segnali positivi, anche se da mettere in relazione all’avversario che non è sembrato di livello eccellente. Il 3-5-2 sembra il modulo più adatto agli interpreti della rosa di Montella, che ha saputo trovare equilibri positivi e qualche intuizione efficace (leggasi la nuova posizione di Marcos Alonso). La gara contro i brasiliani sarà l’occasione giusta per dare conferme e per scoprire un altro po’ della Fiorentina che sarà: Montella oggi lo ha confermato, ci sarà spazio anche per Giuseppe Rossi. E c’è da scommettere che il popolo viola non si farà spaventare dall’ora per riapprezzare il suo amato fenomeno. 
Intanto, si andrà avanti fra calcio e mercato: il filo rosso che lega le vicende della Fiorentina in estate. Due i punti da sciogliere: il primo è il futuro di Cuadrado, che giorno dopo giorno si avvicina sempre più alla permanenza in viola (nessuna offerta ufficiale è arrivata, come ha confermato il ds Pradè, ma servirà parlare col ragazzo e capirne le intenzioni), il secondo è quello relativo al colpo in entrata su cui la Fiorentina sta lavorando e che sarà sul centrocampo, reparto che la società e Montella ritengono di dover rinforzare. Per il resto sarà normale amministrazione: obiettivo numero uno sfoltire la rosa ed abbassare il monte ingaggi, obiettivo secondario stare sempre vigili e cogliere eventuali occasioni del mercato. 
Domani, però, si torna in campo: in attesa di volti nuovi, si riparte dalle certezze, dalle promesse (con Babacar e Bernardeschi sempre più nel progetto tecnico di Montella) e dalle vecchie conoscenze. Pepito torna ad indossare il viola, per ritrovare la condizione e farsi trovare pronto all’inizio del campionato, con l’obiettivo di trascinare la squadra con gol e giocate: il 30 agosto si farà sul serio, e la Fiorentina vuole partire subito col piede giusto. Anche contro l’avversario più forte.

Autore: Guido Barucco – Redazione Fiorentina.it