Fiorentina, una giornata con il Re Leone. La carica di Batistuta per il gruppo viola

3



Una foto con sul prato del Franchi con la Fiorentina, un giro a Palazzo Vecchio e l’abbraccio dei vecchi amici. «Qui mi trattano sempre bene», racconta Gabriel Batistuta al media ufficiale viola, dopo l’allenamento della squadra. Per tutta la durata della seduta è rimasto a bordo campo al fianco del suo grande amico Giancarlo Antognoni e con il ds Carlos Freitas. Fra gli altri ha incontrato anche Emanuele Della Valle, primogenito di Diego, che vive in America con la famiglia (in estate suo fratello Filippo era volato a Madrid coi viola per l’amichevole contro il Real). Così scrive il Corriere Fiorentino.

Batistuta ha parlato a lungo con Stefano Pioli, suo ex compagno di squadra. «Sono passati più di venti anni da quando giocavamo insieme, fa sempre piacere rivedere i vecchi compagni», dice l’argentino che due sere fa ha cenato proprio con l’allenatore viola, Antognoni e le rispettive famiglie. Menu, ovviamente, a base di bistecca alla Fiorentina. «Stefano sta facendo bene, meglio di quanto dica la classifica. Spero che continuino ad arrivare risultati positivi, lo merita». L’ex attaccante ha salutato i giocatori, ha stretto la mano a tutti. Qualche chiacchiera in più l’ha riservata al connazionale Pezzella, ai giocatori di lingua spagnola ma soprattutto a Giovanni Simeone, figlio dell’amico Diego e suo erede con la maglia numero nove.

Batistuta ha parlato a tutto il gruppo, trasmettendo tutta la sua passione viola e incoraggiando i giocatori in questo momento delicato grazie al suo carisma. Subito dopo ha pranzato al centro sportivo insieme alla squadra, la giusta occasione per giocatori e dipendenti per scattare foto ricordo singole. Nel pomeriggio si è spostato nel cuore di Firenze e ha incontrato il sindaco Dario Nardella. «Grazie Dario per avermi ricevuto nella mia seconda casa, la città più bella del mondo», ha scritto l’argentino su Twitter pubblicando una foto col primo cittadino. In serata l’ex campione è tornato nuovamente nella sede viola per salutare il vice Presidente Gino Salica che in mattinata era impegnato nel Consiglio di Amministrazione. Domani è previsto il volo di ritorno per l’Argentina, anche questa volta in valigia metterà un pezzo della sua seconda casa.

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Gigliocaldo
Tifoso
gigliocaldo

bella foto ma… bati qual’è?

Franco
Ospite
Franco

Queste sono le cose che contano nella vita. Appartenere a dei valori. Amare una società una tifoseria, essere ricambiati, ben sapendo che i cuori da una parte sono in sintonia con gli altri. Questa è la Fiorentina. In questi giorni faccio vedere ai miei amici tutti questi avvenimenti (tristi purtroppo e bellissimi allo stesso modo.) ai miei amici vercellesi, e si stupiscono di tanto amore. E sono tifosi di tutte le altre squadre del nord. Ma Vercelli ha tanti tifosi della Fiorentina, avendo stretto un rapporto grazie a Ugo Ferrante e Giovanni Pirovano scudettati viola. Forza e sempre Fiorentina. Forza… Leggi altro »

zinzo
Ospite
zinzo

SIE !!! E GLI GARBEREBBE A SIMEONE ESSERE L’EREDE DI BATISTUTA !!! SIMEONE A BATI NEMMENO IL LACCIO DI UNA SCARPA GLI LEGA !!!!! IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO !! E IL MATTINO DI SIMEONE è DIMORTO BUIO !!!!

Articolo precedenteEsordio in Nazionale, caccia alla ‘prima’ da titolare in viola: Dabo scala posizioni
Articolo successivoVitor Hugo, capitan onore: grinta e forza, ha trasformato il dolore in coraggio
CONDIVIDI