Fiorentina, una settimana di risposte: campo, mercato ed infermieria…‏

    0



    Montella e PradèTante risposte quelle che attende la Fiorentina dai prossimi giorni. Su tutti i fronti. Le prime, ovviamente, arriveranno dal campo: domani l’impegno di Coppa Italia contro il Siena, domenica quello di campionato contro il Genoa: due sfide casalinghe che, sulla carta, vedono la Fiorentina favorite, ma due di quelle sfide, come più volte Montella ama sottolineare in conferenza stampa, che plasmano una squadra e che corroborano l’idea della propria forza. 

    I pronostici per quarti di finale di Coppa Italia sono tutti dalla parte dei viola, e non potrebbe essere altrimenti: va bene l’insidia del derby, vanno bene le “seconde” linee, ma la Fiorentina vuole vincere a tutti i costi la sfida coi bianconeri per regalarsi le semifinali di Coppa e per tenere vivo il sogno del primo trofeo targato Della Valle. Con Matri out e Rebic in dubbio, spazio probabilmente a Matos, Joaquin ed Ilicic davanti, un tridente che proverà a non far rimpiangere i titolari. Montella non vuole sottolineare l’avversario e sa l’importanza di presguire il cammino in coppa. 
    Le altre risposte dovranno arrivare dal mercato e dall’infermieria: in entrata si segnala soprattutto il desiderio espresso da Montella di rinforzare (numericamente) il pacchetto difensivo (fredda la pista Mexes, calda quella che porta a Dainelli, col “no” di Corini che per il momento blocca il ritorno dell’ex capitano); in uscita Vecino già con la valigia pronta direzione Cagliari, Olivera che piaceva ai sardi ma che può andare al Pescara, Bakic e Iakovenko apprezzati da Catania, Livorno e Chievo e Matos voluto da tanti, ma soprattutto da Montella che non lo cede. Dall’infermieria, invece, primi segnali positivi per Gomez che è tornato a correre sul campo e che darà le sue di risposte nei prossimi giorni; risposte, invece, ne attende Rossi visto che da Vail, per i tanti impegni di lavoro, ancora nessun segnale dal Prof. Steadman. La visita si anticiperà, resterà da capire quando….
    Risposte da campo, mercato ed infermieria: è un gennaio caldo per i viola, su tutti i fronti.