Fiorentina verso Kiev: Montella e il duro confronto con la squadra nel dopo Napoli

    0



    Borja Valero e Higuain NapoliQuasi un ultimatum quello di Montella alla squadra. Quasi un clima da resa dei conti. Dopo una stagione ottima, una settimana terribile. L’allenatore viola alla ripresa degli allenamenti ha parlato alla squadra per un chiarimento necessario alla luce delle due sconfitte consecutive contro la Juve e il Napoli. Toni forti e decisi, in attesa di una sfida (quella di giovedì) che a questo punto vale quanto una stagione intera. Giocherà chi in allenamento darà il massimo, giocherà chi in questi due-tre giorni dimostrerà di avere energie fisiche e nervose a sufficenza. Concetto chiaro. Montella ieri mattina, assieme al suo staff, ha riguardato la partita del San Paolo. E, se possibile, si è arrabbiato ancora di più. Troppi gli errori, ma la cosa più fastidiosa è statal’atteggiamento sbagliato e rinunciatario fin da subito, dopo il ko contro la Juventus. contro la Dinamo Kiev scenderà in campo la Fiorentina formato europeo. Dietro, con ogni probabilità, Neto in porta, Savic, Gonzalo e Tomovic in difesa (Basanta squalificato), poi a sinistra il solito ballottaggio Alonso-Pasqual, a destra Joaquin e in mezzo Pizarro, Badelj e probabilmente Mati Fernandez. L’esclusione eccellente, infatti, potrebbe essere quella di Borja in grande affanno nelle ultime gare.
    Ormai da un po’ di tempo, forse troppo, non è più il Borja della prima stagione in viola e in un momento così delicato della stagione Montella potrebbe decidere di lasciarlo fuori. Davanti, con Babacar ancora non al massimo, spazio a Gomez assieme a Salah. Questa l’idea di massima ma, come detto, gli allenamenti di oggi e di domani saranno decisivi. E sarà decisiva anche la risposta che darà lo spogliatoio dopo lo sfogo del suo allenatore. Perché in questa settimana Pizarro e compagni si giocano molto, anche nel rapporto con la propria guida tecnica. Ieri, al centro sportivo, i volti erano tirati e non certo tranquilli sotto gli occhi del ds Pradè e del dg Rogg. Allenamento defaticante quasi per tutti e poi seduta video per cominciare a studiare gli schemi della Dinamo. Domani, prima della partenza, dovrebbe arrivare a Firenze Andrea Della Valle per parlare alla squadra, per provare a fare quadrato dopo una settimana davvero terribile. Il tempo per trasformare tutto in qualcosa di indimenticabile ancora c’è, il Della Valle pensiero