Firenze ha suonato la carica, ora la squadra risponda presente: #giochiamolainsieme

0



Un lungo, lunghissimo abbraccio. Una vera e grande dimostrazione d’affetto che la città di Firenze ha voluto mandare alla squadra a 48 dalla semifinale di ritorno contro il Siviglia. L’hashtag? #giochiamolainsieme, o #sipòle come hanno preferito i fiorentini più legati alla propria lingua ed al proprio dialetto. Un grido forte e chiaro, un segnale ad una Fiorentina chiamata a rispondere giovedì sera con una prestazione degna di questi tifosi e di questa città. Difficile? Di più, quasi impossibile. Eppure è proprio quel senso di impresa che ha risvegliato una Firenze distrutta dal 3-0 dell’andata. Crederci, più che mai. Una fiducia che dalla Maratona si è trasferita alla squadra, poco abituata, in questi anni, a sentire così vicino l’entusiasmo, il respiro, la passione dei tifosi viola durante allenamenti sempre a porte chiuse, tranne in occasioni dove, più che una carica, la presenza dei tifosi serviva come clima di festa, a Capodanno o a fine stagione. Oggi invece i più di mille cuori viola che hanno colorato il Franchi in un caldo pomeriggio di maggio, hanno fatto sentire ai giocatori quanto Firenze tenga a questi colori e a questa maglia, quanto questa città si aspetti una risposta dalla squadra di Montella fra poco meno di 48 ore. Che sia impresa oppure no, Firenze vuole una scossa, una partita da ricordare per impegno e sacrificio. I giocatori lo hanno capito, e crederci non è proibito. La ricetta? Partire forti, segnare subito e non subire gol. Per niente facile, è vero, ma notti così sono fatte per essere vissute. E sarà una notte da ricordare per un Franchi che si presenterà all’Europa tutto esaurito e colorato di viola, con la società che (è bene ricordare) è venuta incontro ai tifosi per sostenere la squadra verso un’impresa difficilissima. Ma, si sa, Firenze vive anche di notti così, quando tutto sembra venirti addosso e tutto sembra contro il tuo destino. Crederci non è vietato, la città lo ha dimostrato. E lo ha chiesto forte e chiaro ai giocatori: “E voi?”. Starà a loro dare una risposta, il campo li aspetta. E solo dopo giovedì si potranno tirare i bilanci, come chiesto da qualche tifoso in Maratona. Fino ad allora, #giochiamolainsieme. Non andrà in campo la Fiorentina, andrà in campo Firenze.

Autore: Guido Barucco (@gbarucco) – fiorentina.it