Firenze, il derby del riscatto. Serve solo vincere: la carica dei tifosi

4



Derby tra viola e azzurri al Franchi: la spinta dei tifosi, l’imperativo di tornare alla vittoria.

C’è Fiorentina-Empoli oggi al «Franchi». Un derby, magari forzando come al solito il significato del termine, una sfida fra allenatori amici prima ancora che colleghi (Pioli e Iachini). Una sfida che può segnare in modo definitivo la strada delle due squadre. E soprattutto quella della Fiorentina. Due sconfitte e sei pareggi nelle ultime otto partite: la squadra di Pioli oggi può e dovrà solo vincere. E invertire la rotta. Concetto quasi facile per accendere la vigilia, ma trasformare obiettivi, parole e pronostici in fatti concreti non sarà una passeggiata. Così scrive La Nazione.

TIFOSI. Anche per questo, forse, i tifosi ieri hanno voluto fare due chiacchiere con la squadra. Appuntamento al centro sportivo, alla fine dell’allenamento, e breve confronto con Pioli e i suoi ragazzi. Il messaggio? Chiaro, chiarissimo: Firenze, la curva, i tifosi viola sono con loro, con il gruppo per una questione di fiducia e di ottimismo. Niente crepe, niente pressioni ‘pesanti’, ma Chiesa e compagni dovranno rispondere sul campo. E vincere. Eccolo il vero significato del derby viola.

AVVERSARI. L’Empoli crede e punta al colpaccio. E a ricacciare la squadra viola all’inferno. La grinta di Iachini e i lampi di Caputo sono pericoli terribili per gli equilibri a cui la Fiorentina si sta appoggiando. Già, proprio come in una super sfida. Anzi, in un derby.

4
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Silvano I vaia
Ospite
Silvano I vaia

Speriamo in un pareggino…

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Chiacchere a vanvera. Come sempre. Oggi ci danno il colpo di grazia.

dani
Ospite
dani

oggi si deve vincere anche con una botta di cu.. nn importa

Castelletti
Ospite
Castelletti

È la quinta partita che dovrebbe essere “del riscatto” e le altre? Ma bastaaaa…..

Articolo precedenteFiorentina, il programma di oggi: alle 15 al Franchi arriva l’Empoli
Articolo successivo‘Rispettate la maglia, noi tifiamo’: pace squadra-tifosi, rinnovato ‘il patto’. Ma non con i Della Valle
CONDIVIDI