Firenze si gode i suoi ‘ragazzini’, ma Montella aspetta altri colpi dal mercato (e sogna Ribery). A pochi giorni dal Napoli

53



Vlahovic e Montiel hanno deciso la vittoria in rimonta sul Monza, sopra la sufficienza anche Ranieri e Sottil. Ma per essere competitivi l’allenatore aspetta anche giocatori più esperti.

Dusan Vlahovic e Tofol Montiel. Due classe 2000 che hanno fatto gioire Firenze alla prima dell’Era Commisso. Ottanta minuti in apnea, per un gol che non arrivava e per una sconfitta che sarebbe stata clamorosa. Ci hanno pensato loro, il serbo di Belgrado e lo spagnolo di Palma di Maiorca, a riscrivere la prima pagina di storia della nuova Fiorentina. Un’intesa affinata nella stagione passata tra Primavera e prima squadra, e ribadita sul campo (per due volte) contro il Monza: ‘imbucata’ di Montiel e colpo vincente di Vlahovic. E Firenze che si gode e si coccola i due ‘ragazzini terribili’ del 2000.

GIOVANI SI’, MA ANCHE ESPERIENZA.Vlahovic e Montiel hanno la mia stima. Dusan ha grandissime qualità, lo ha dimostrato anche l’anno scorso. Ma bisogna essere cauti, si fa presto a dire che non è pronto. Montiel ha un talento straordinario, ma bisogna vedere poi cosa gli si chiede e cosa ci si aspetta quando gioca contro Napoli, Atalanta o Milan”, ha detto Montella dopo il Monza. “Sicuramente comunque avranno il loro spazio, ma non diamogli grosse responsabilità”. Insomma, benissimo i giovani che con la loro esuberanza e qualità possono cambiare le partite. E buone risposte anche dai classe ’99 Ranieri e Sottil. Ma alla lunga per tornare competitivi servono anche giocatori di esperienza e personalità. Ecco perché lo stesso Montella si attende a breve almeno altri 2-3 giocatori importanti dalla cintola in su. Un esterno, un centravanti e forse un centrocampista.

SOGNO RIBERY. Il sogno di una notte, forse anche di più. Perché la Fiorentina sta tentando seriamente Franck Ribery, 36enne pluricampione con il Bayern Monaco oggi svincolato. Proposta di contratto da oltre 4 milioni a stagione, per due anni. Lui fa capire sui social che la scelta sul futuro è vicina, bocche cucite sulla destinazione così come in casa viola. Ma come confermato anche da Pradè, il pressing è continuo. La Fiorentina ci sta provando seriamente. Lui, intanto, avrebbe già rifiutato un paio di proposte economicamente molto importanti, ma da campionati inferiori. La risposta arriverà breve, nelle prossime ore se ne saprà di più. Ma per una notte Firenze sogna: qualcuno pensa che sia ‘a fine corsa’, ma lo scorso anno il francese ha giocato 38 partite (20 da titolare) con 7 gol e 4 assist tra campionato, Champions e coppe nazionali. Insomma, dovesse arrivare con l’atteggiamento giusto, qualche ‘cartuccia da spendere’ ce l’avrebbe eccome. E anche a livello di immagine farebbe fare un bel salto al brand Fiorentina in Italia e all’estero. L’altro sogno di Pradè è chiamato De Paul: altro profilo, altre caratteristiche, altre prospettive. E investimento che si sposterebbe più sul cartellino che sull’ingaggio: il ds viola tenterà fino alla fine di arrivare ad un punto d’incontro con l’Udinese. Attenzione anche a Politano, che potrebbe rientrare nel filo diretto con l’Inter che dovrebbe portare a breve Biraghi in nerazzurro (e con Borja Valero che resta in stand by fino agli ultimi giorni di mercato).

DIFESA. “Biraghi vuole andare all’Inter, ma lo farà solo alle nostre condizioni. Vedremo se si farà e come si farà l’operazione”, ha puntualizzato Pradè. Difficile insomma che si possa chiudere su un prestito con semplice diritto di riscatto, a meno che il discorso non venga appunto allargato a Politano. Ma la Fiorentina vorrebbe incassare per la cessione del terzino della Nazionale italiana. Si continua quindi a trattare, anche se vista la ferma volontà del giocatore l’operazione è destinata ad andare in porto. I viola sono così alla caccia anche di un terzino sinistro titolare: si era parlato di Dalbert ma andrà al Nizza, ci sono le ipotesi Laxalt e Murru ma sulla carta non sarebbero profili superiori a Biraghi. Attenzione alle sorprese, anche a qualcuno in uscita dalle big italiane. Ma con il Napoli sullo sfondo il tempo stringe: presentarsi contro gli azzurri con Terzic potrebbe non essere un granché. Mentre sempre in difesa è in bilico la posizione di Ceccherini, che ha qualche richiesta da club di fascia medio-bassa: dovesse partire, la Fiorentina affonderebbe per Bonifazi o Tonelli per completare il reparto.

ATTACCO. È un gioco ad incastri, così come in attacco. Le parole di Pradè (“Leggo che siamo alla ricerca di una prima punta. Noi abbiamo Vlahovic, Boateng e Simeone, nessuno parla del Cholito. Se Giovanni trova una situazione a lui gradita vediamo di accontentarlo, altrimenti io sono molto contento di tenerlo) rappresentano da una parte una verità e dall’altra un mezzo bluff. Chiaro che fino a quando Simeone non si muove (il Cagliari e la Sampdoria lo vorrebbero solo in prestito, e lui non avrebbe apprezzato le destinazioni) il ds non può affondare su un nuovo attaccante, ma dall’altra parte c’è un giocatore (il Cholito appunto) che ormai è la terza scelta in attacco. Con Montella che durante l’estate (dopo averlo declassato nelle gerarchie già dagli ultimi mesi della passata stagione dietro a Vlahovic) lo ha inserito addirittura come esterno di riserva, mentre contro il Monza lo ha lasciato in panchina. Insomma, alla fine Simeone è destinato a partire, salvo sorprese. Ma il rischio è di portarsi avanti la vicenda fino agli ultimi giorni di mercato (aspettando anche qualche proposta dall’estero, magari dalla Spagna).

IL NAPOLI SI AVVICINA. Tempo che per la Fiorentina inizia a scarseggiare. Chiaro che quella contro il Monza era ancora una Viola incompleta. Ma altrettanto evidente che contro il Napoli la formazione a disposizione di Montella potrebbe essere sostanzialmente la stessa, anche se Pradè vorrebbe chiudere almeno un altro colpo entro il prossimo weekend. Ma chiunque dovesse arrivare, avrebbe pochissimi giorni di lavoro con i nuovi compagni. Che possa arrivare una sorpresa anche con l’arrivo di Commisso, previsto per venerdì? Firenze spera, Montella lo stesso. Perché anche con il Monza si è avuto la riprova di quanto manchino almeno 2-3 pezzi importanti a questa Fiorentina per potersela giocare con ambizione. E soprattutto che verso il Napoli (quando sarà presente al Franchi anche Commisso) di lavoro ce n’è da fare molto. I tempi del mercato impongono pazienza, il campo e il calendario inducono però alla fretta. Sabato il Napoli (la più rodata e in forma tra le big), poi a Marassi contro il Genoa, mentre dopo la sosta in serie Juve, Atalanta, Samp e Milan. Buona la prima (a fatica), ma nelle ultime due settimane di mercato ci sarà da completare la rivoluzione. Cercando, magari, anche di stringere i tempi.

53
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Pongo
Ospite
Pongo

Mercato assurdo… siamo a qualche giorno dall’esordio in campionato e la squadra è incompleta e scarsa. Oltretutto mercato praticamente a zero euro …. meno male che i soldi non erano un problema . E non tirate fuori la fesseria del FPF perché se ci butta 20 milioni o 30 essendo il primo anno di una nuova proprietà nessuno gli dice nulla. PSG e City hanno fatto due anni di spese folli prima di essere richiamati. Stessa cosa il Milan. Antognoni ha fatto una dichiarazione su Chiesa agghiacciante. Pradè voleva scambiare Biraghi con Dalbert. Una roba da “Ai confini della realtà”.… Leggi altro »

Valerio Tume
Ospite
Valerio Tume

Ferma restando la necessità (e la gioia) di liberarsi di DV & Corvino, porsi qualche interrogativo è lecito….
Dragowski vale Lafont e la difesa (scarsa) necessita di un forte centrale sinistro titolare (incredibilmente non ne parla nessuno). A centrocampo va obbligatoriamente sostituito Benassi con un elemento bravo e pronto. Poi ci sono l’esterno e il centravanti che possono essere anche due “vecchie glorie” alla ribery e llorente (e sempre meglio “vecchie glorie” che “vecchi perdenti” come badelj o pensionati tatuati come boateng) ma il campionato comincia sabato e la difesa vista col Monza dal Napoli ne prende 5…..

ClaudiodaSasso
Tifoso
claudiodasasso

L’onestà intellettuale allora dovrebbe farti vedere che la società è stata acquisita circa due mesi fa, non l’anno scorso. L’onestà intellettuale deve farti considerare tutto, non ragionare solo da un verso e in un solo senso. Hai preso Boateng a un milione, ma anche Lirola e Pulgar ed è tornato il regista, scappato via da una situazione che poi abbiamo visto. Certo, non sono nomi che scaldano la platea, ma sono funzionali al gioco che Montella vuol proporre. Poi staremo a vedere, al 2 settembre mancano ancora una quindicina di giorni. Il mercato lungo serve solo a diluire una situazione… Leggi altro »

Pongo
Ospite
Pongo

No guardaio do tutto il tempo che vuole alla società …. hanno dichiarato che vogliono migliorare l’anno scorso e penso che arriveremo 12/14mi. quindi per loro va bene … e ti dico anche che ci sta . Ma l’onestà intellettuale è quella di dire se le cose che ho scritto sono vere o no . Se un presidente che arriva dicendo sono qui per spendere e poi fa un mercato in autofinanziamento (ti ricordi questo termine ?) sia accettabile . Non mi interessa della partita con il Napoli ci poteva essere anche la Sestese. Il discorso è che all’inizio del… Leggi altro »

ClaudiodaSasso
Tifoso
claudiodasasso

Pongo, quello che hai detto è vero, ma è su una base parziale, perché il mercato non è ancora terminato. Unoviola. Non mi piacciono i confronti, guardo solo in casa mia, ma li voglio fare ugualmente, giusto per fare rendere il mio discorso. Guardati intorno, quante sono le squadre effettivamente completate e tra quelle che lo sono, quante quelle con esuberi da piazzare? Stanno facendo un mercato volto anche a disfarsi di giocatori che effettivamente non servono. Cristoforo, Eysseric, Dabo, Théréau, a fine anno Maxi Olivera….che sono niente al confronto con Khedira, Mandzukic, ecc., alla Juve, per fare un esempio,… Leggi altro »

Unoviola
Ospite
Unoviola

Si Claudio, però l onestà intellettuale dovrebbe dirti che per acquistare due o tre giocatori, non ci vogliono mesi. Se poi a fine mercato si presentano con la squadra coperta in tutto i ruoli,allora chapeau.,ma al momento quello che dice Pongo è vero.

Arr
Tifoso
Arr

Pongo ha ragione da vendere. Questa proprietà non è sprovveduta ed avrà realizzato un business plan prima della acquisizione in cui sicuramente avrà stanziato un budget consapevole di dover rifondare tutto. Il problema è che Pradè senza Macia non è in grado di fare scouting e muoversi su tutti i fronti di mercato. Come Corvino anche lui ha il suo procuratore di riferimento è si muove con lui. Che ci volesse tempo sono d’accordo: allora c’e Stato un problema di comunicazione perché le dichiarazioni iniziali di Commisso sono andate in un’altra direzione (fast fasti fast !) Adesso il Fpf viene… Leggi altro »

Pongo
Ospite
Pongo

No guarda io alla società do tutto il tempo che vuole …. hanno detto che vogliono migliorare il campionato scorso e penso che arriveremo 12/14mi quindi va bene e ti dico che ci sta . Ma l’onesta intellettuale è quella di dire se le cose che ho detto sono vere o no . Se si può criticare un presidente che arriva dicendo “sono qui per spendere” e poi fa un mercato in autofinanziamento ( ti ricordi chi usava questo termine?) e tra l’altro a questo punto vendo Chiesa e faccio un Signor mercato. Se pensare di vendere titolari a pochi… Leggi altro »

Mau 46
Ospite
Mau 46

Bravo Pongo, sei l’unico che ha avuto il coraggio di evidenziare la “ “dichiarazione agghiacciante di Antognoni su Chiesa”. Una cosa da rabbrividire. Proprio perché siamo affezionati al nostro numero 10, ma francamente meglio che vendere brigidini non potrebbe fare. Deve rimettere il pranzo con la cena per diverse persone (ed ora lo può fare sicuramente) , ed allora la sua presenza in Viola si sopporta ,ma oltre a non esprimere alcun giudizio tecnico e a non individuare nessun buono elemento, NON SA PARLARE !!!!! Mi sono divertito a sottolineare tutte le sgrammaticate espressioni ed i discorsi senza senso e… Leggi altro »

Daniel
Ospite
Daniel

Parli di onestá intellettuale e blateri senza pensare. Non é solo questione di FPF. La societá, a differenza di quanto successo coi fratellini marchigiani, non é stata regalata, c’é stato comunque un investimento di piú di 160 milioni per il solo acquisto. Certo, in un mondo ideale (e da videogioco) il presidente arriva e spende altri 200 milioni il primo anno, l’hanno fatto a Manchester e Parigi, come scrivi sopra. Peccato che il City goda di diritti tv che valgono da soli il nostro fatturato, oltre a un merchandising e ad un utilizzo del marketing in maniera molto piú intelligente… Leggi altro »

Arr
Tifoso
Arr

Daniel a me pare che invece il ragionamento di pongo sia ponderato rispetto al tuo che è ancora di “pancia” avvelenato dalla gestione precedente. Anche tu, se ti soffermi un momento a pensare, puoi condividere che un businessman come Commisso avrà rilevato la società elaborando un business plan in cui non può nonaver previsto la necessità di fare investimenti. Anche io mi sono sentito sollevato quando i dv hanno lasciato. Però per onestà intellettuale ti ricordo che quando gli anni passati si parlava di bacini di utenza e di FPF i cosiddetti tifosi bambini li ritenevano scuse per non spendere.… Leggi altro »

Pongo
Ospite
Pongo

Blateri tu come al solito senza leggere .
Ma cosa mi frega di city e psg? Pensi che non so quanto incassano ? Ma leggi quello che scrivo o cosa? Se non capisci il senso evita grazie

Pongo
Ospite
Pongo

Come al solito arriva il fenomeno di turno .
Ma hai letto quello che ho scritto ? Pensi che non so quanto fattura city o psg ?
Se non capisci il senso del discorso la prossima volta evita grazie

Il cliente ha sempre ragione
Ospite
Il cliente ha sempre ragione

La speranza col Napoli è che vecchie volpi come Badely e Pulgar filtrino a dovere, o son dolori.

Valerio Tume
Ospite
Valerio Tume

Badelj e Pulgar NON sono vecchie volpi purtroppo….

Joe
Ospite
Joe

SERVE UN CENTROCAMPISTA TITOLARE. Cari amici, non so come la pensate voi, ma come confermato con il Monza, alla viola manca un centrocampista titolare, serve come il pane. Benassi dura un tempo e non si adatta bene agli schemi di Montella, Badelj stesso non ha più i 90 minuti. Ad oggi solo Pulgar e’ titolare stabile. Si è vero ci sono Castrovilli e Zurkusky (gli altri non oso neanche nominarli), ma presentarsi ai nastri di partenza con 2 titolari, un mezzo titolare e due giovani promesse, mi sembra un SUICIDIO.

Grandi Speranze
Ospite
Grandi Speranze

Hai perfettamente ragione, ad oggi il centrocampo vale quello dello scorso anno (scarsissimo) ….che fine ha fatto Demme? Non ci sono neanche trattative per altri nomi?

Valerio Tume
Ospite
Valerio Tume

Scusate se insisto ma serve anche un DIFENSORE CENTRALE. O davvero pensate che la coppia pezzella-mklenkovic (entrambi destri che non sanno impostare) sia una protezione adeguata all’incerto Dragowski?

Kargost
Ospite
Kargost

L’uscita di Pradè sul 10 agosto è ormai da considerare una corazzata Kotiomkin.

Unoviola
Ospite
Unoviola

Corazzata kotiomkin è straordinaria,ahhh aahh…

ZINZO© Quello vero (non quell'altro, gobbo)
Ospite
ZINZO© Quello vero (non quell'altro, gobbo)

TIC TOC TIC TOC TIC TOC… SIAMO AL 20 AGOSTO! Ahi ahi ahi signora Longari!

Pio Canti Senefreghetti
Ospite
Pio Canti Senefreghetti

Qui abbagliati da tutta questa scenografia euforia empatia simpatia amiamoci tutti vogliamoci bene in stile Italo-Americano ,non si sta capendo che la situazione è molto critica ,va bene che per questo primo anno non ci siano grandi ambizioni ma almeno un campionato tranquillo gettando basi solide perbil futuro credo sia il minimo da chiedere ma a pochi giorni dall’inizio del campionato e una partita di coppa Italia vinta a fatica con una squadra di serie C con una rosa ancora in gran parte incompleta non da adito a molta sicurezza di fare un campionato senza preoccupazioni ,ancora un po di… Leggi altro »

Violadirabbia
Ospite
Violadirabbia

Ribadisco che AD OGGI l’impegno economico degli AMMERIGANI nel rafforzamento della squadra e’ stato pari a ZERO DOLLARONI Tante chiacchiere ed investimenti ZERO Ci si nasconde dietro il FPF per non metterci neanche un euro Se i Fratellini si fossero presentati con una campagna acquisti di tal fatta, sarebbero stati linciati (mediaticamente).. invece ROCCONE SPACCAMILIONE e BANANAJOE godono della immunita’ della prima notte di nozze Vediamo se anche dopo la quarta scoppola consecutiva saremo ancora qui a divertirci con BANANAJOE che gira i barrettini del centro a mangiare cornetti E ringraziamo il CORVO che almeno ci ha lasciato un po’… Leggi altro »

diaz
Ospite
diaz

Questa è la mia squadra del cuore
4-2-3-1

Cragno
Venuti-Piccini-Ranieri-Mancini
Castrovilli-Zaniolo
Chiesa-Montiel-Sottil
Vlahovic (Gori)

Scusate l’esperimento agrodolce con alcuni giocatori fuori ruolo ma credo che abbiate capito quanto volevo dire

Andrea
Ospite
Andrea

Che bello leggere questi commenti così slegati dalle cose oggettive. fanno sembrare un fiorentina che prima era al top ed ora per le scelte del DS scivola verso l’indebolimento.
Io davvero trovo il tutto al limite della fantascienza.

Arriva un giocatore d’esperienza e molti a dire si piglia i pensionati.
Arriva un giovane, giochiamo con la primavera.

ed è tutto un andazzo di questo tipo.

e poi le valutazioni economiche, e quello costa poco, non è buono, e quello costa troppo non vale.
e così di seguito.

ma limitatevi a fare il tifo invece di criticare tutto e tutti sempre, h24.

Forza Viola

Valter
Ospite
Valter

Sono d’accordo al 100%.
Criticare a prescindere, esperti da tastiera, gobbi, troll..
Si critica se ci sono i presupposti e attenendosi sempre alla realtà dei fatti.
Invece questi signori rigirano le cose a comodo proprio e ogni volta reinventano un significato a loro piacimento per costruirci sopra un castello di cazzate.
Se gli fai un complimento gli dovresti dire che sono ridicoli e inutili.
Poveretti.. e poi che fanno quando gli hai tolto il loro divertimento principale..
Visto che non tifano, non sono degli sportivi.

Paolo da Cagliari
Ospite
Paolo da Cagliari

leggo che in tanti, forse troppi, sono convinti che con questa rosa si fara meglio della scorsa drammatica stagione.
Poveri illusi!!
Squadra con alcune lacune e di qualita mediocre, soprattutto a centrocampo.
Con 2 punti in classifica dopo 5 giornate vedemmo se qualcuno cambierà idea.
dal 1963 alé VIOLA

David
Ospite
David

Serve un centrocampista in tutti i modi

Articolo precedenteDi Marzio: “La Fiorentina tratta Ribery da più di 40 giorni. Offerto un biennale da 4 milioni più bonus netti a stagione”
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI