Fischi e contratto, i dolori del giovane Bernardeschi

23



Contratto, panchine, critiche, dubbi. Eppure, domenica, Federico Bernardeschi si è caricato tutto (e tutti) sulle spalle. In campo, e dopo. Prima con quella giocata che ha evitato una sconfitta che avrebbe ulteriormente invelenito un clima comunque già pesante. Poi, con quelle parole che tanto stanno facendo discutere. «Non è facile giocare in questo clima, ci dispiace sentire certe cose perché questa squadra è fatta da grandi uomini e non meritiamo questo trattamento». Una presa di posizione forte. Coraggiosa, soprattutto. Perché non è semplice schierarsi contro i tifosi. Così scrive La Repubblica.

Specie adesso che, lui stesso, è nel pieno della discussione per il rinnovo del contratto. Ciò nonostante, Federico, non si è tirato indietro. Faccia al vento e petto in fuori, ha espresso un sentimento che da settimane contraddistingue l’anima dello spogliatoio. Sussurri raccontano di un gruppo parecchio infastidito per la contestazione. La squadra, tanto per esser chiari, è convinta di non meritarsi tanto rancore. E Bernardeschi si è fatto carico di questa convinzione, comunicandola all’esterno. Un atteggiamento da leader. Apprezzato da tutti i compagni. Stesso discorso per il rigore “lasciato” a Kalinic. Un gesto di altruismo che non è passato inosservato. Resta, però, quella sensazione di rabbia. Inutile girarci attorno. Federico, domenica pomeriggio, è parso teso. Nervoso.

E quel labiale dopo il gol ne è la testimonianza più chiara. Domanda da un milione di dollari: con chi ce l’aveva? Non con i tifosi, assicura chi lo conosce bene. Semmai, Berna, si è sfogato contro la “situazione”. Le infinite sostituzioni, per esempio, le continue esclusioni (anche col Sassuolo è partito dalla panchina) e, ovviamente, l’ambiente che circonda la squadra. Ha sempre ingoiato in silenzio, e continuerà a farlo. Anche con Paulo Sousa però, qualche piccola frizione c’è. Inutile nasconderlo.

E poi il contratto. Il “10” aspetta segnali. Vuol capire, dalla proprietà, quali siano i piani per il futuro. Non è soltanto una questione di soldi. Bernardeschi vuol vederci chiaro. Sensazioni? Diciamo che se fino a qualche giorno fa filtrava un cauto ottimismo adesso tutto è tornato in ballo. Ecco perché diventa fondamentale un contatto diretto con Andrea Della Valle. Il confronto ci sarà, ma non nei prossimi giorni. Molto più facile che tutto slitti alla fine del campionato. Soltanto allora potrà dare una risposta. Fino a quel momento, Federico, proseguirà dritto per la sua strada. Senza polemiche, e con tanta voglia (se gliene verrà data l’opportunità) di dimostrare quanto forte sia, nonostante tutto, il suo legame con Firenze e la Fiorentina.

23
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
ALE68LEBAGNESE
Tifoso
Member

per chi non se n’e’ accorto riparte la caccia al capro espiatorio, prandelli montella gomez sousa ora berna e i tifosi, venghino

Para73
Ospite
Para73

Si rinizia…..contratto si contratto no, calamai che dice che vuole 4 milioni, lui che invece vuol vedere i piani della società…..CI SIAMO ROTTI I C……..NI!! BASTA. Lo venderanno a luglio e non avranno tempo di trovare degni giocatori perché noi non ci facciamo prendere per la giacchetta e non paghiamo la lana per seta. DELLAVALLE CAMBIA …QUESTO FILM L’ABBIAMO GIÀ VISTO. Fuori Cognigni col fido Corvino altrimenti andate pure la storia è finita.

afah
Ospite
afah

Manca il nome del procuratore di Berna che ha scritto l’articolo

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

per chi non se n’e’ accorto riparte la caccia al capro espiatorio, prandelli montella gomez sousa ora berna e i tifosi, venghino

Dwyane Wade, Chicago
Ospite
Dwyane Wade, Chicago

“Federico, proseguirà dritto per la sua strada. Senza polemiche,” mah.. se non voleva cadere nelle polemiche domenica diceva altro.. così mi pare difficile che si spengano, semmai si alimentano.. comunque a chi pensa che Firenze sia una piazza difficile e i tifosi viola una massa di pazzi vorrei tanto far vedere certe partite delle strisciate, tipo a san siro sponda inter dove i fischi partono al 20′ del primo tempo sullo 0a0 o a torino dove chi sta dominando da anni si becca i fischi per un pareggio da prima in classifica, o al primo tocco di palla come succedeva… Leggi altro »

Gabriele
Ospite
Gabriele

Berna spero che ti regga il c… fino ad un contatto con una top squadra, perché per adesso non sei ancora nessuno, forse lo diventerai te lo auguro, Ma se cominciano a vedere che sei un giocatore che usa un solo piede e che alla tua età ancora non sai stoppare la palla son dolori

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

ma sei certo che un sia una montatura come con prandelli alla juve solo per deviare le critche?

Giglio rosso
Ospite
Giglio rosso

Non ce lo meritiamo, siamo veramente una massa di provinciali, questo indipendentemente da quanto sia forte il ragazzo.

Mario67
Ospite
Mario67

Ma quanto e brutta la terza maglia!! Sembra la maglia degli addetti alla pulizie (senza offesa eh)

Antonio Inoki
Ospite
Antonio Inoki

ti pareva che il confronto ADV/Bernardeschi un slittasse a fine campionato! slitta di qui…. slitta di qua…. pare i’ campionato di bob!

axl
Ospite
axl

è ovvio che si tratta solo di capire se va via
adesso o tra un anno……forse tra un anno
ci potresti incassare di più , a parte
questo non cambia niente

marco mugello
Ospite
marco mugello

Cambia, cambia… intanto Chiesa migliora, vengono fuori giovani bravi, e soprattutto il quarto va in Champions!!!!!!

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

per me serve solo un capro espiatorio ai dv

jack
Ospite
jack

a 23 anni , Totti e Del Piero erano colossi ,
titolari in serie A a 18 anni o anche meno ,
inavvicinabili dal Bernardeschi attuale .
Va da sè che non è obbligatorio scrivere
di calcio illudendosi di capirne qualcosa

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Beh… Però, se non ho visto male, al rigore si vede chiaramente che Kalinic e Berna parlano su chi lo deve tirare e un altro compagno spinge via Berna dal dischetto con lui che recalcitra… Non credo che gli abbia lasciato il rigore per altruismo.

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Berna è un gioiello spropositatamente grande per una tifoseria (parte di essa) tanto becera e per certa stampa sportiva locale impreparata e afflitta dal solito, angusto provincialismo. Meno greve e folcloristico di Totti, con più personalità e chance atletiche di Del Piero, addirittura più determinante di Antognoni in fase di finalizzazione, con l’aggiunta di un pizzico di sana sfrontatezza in più, il fuoriclasse di Carrara ha tutto per diventare la stella più splendente del calcio made in Italy e delle glorie viola. Ed è lo stesso Giancarlo, con Andrea Della Valle e Pantaleo Corvino che si sta dando da fare… Leggi altro »

Agathos
Tifoso
Agathos

Non sono molto in sintonia con lei Sig. Traversi ma ultimamente mi piacciano molto le sue considerazioni. Anche quanto detto su Berna!!! FORZA VIOLA SEMPRE E COMUNQUE – A PRESCINDERE DA TUTTO E TUTTI

alebg
Ospite
alebg

”Bernardeschi meno greve di Totti,con piu’ personalita’ e chance atletiche di Del Piero,piu’ determinante di Antognoni in fase realizzativa!!!!??????????????????” .

Ma te l’addetto ai lavori (cosi’ ti appelli) dove lo fai??
Magazziniere alla Sancat?
O gonfi i palloni alla Madonnina del Grappa???
Poerannoi…

Anselmo da Vigonza
Ospite
Anselmo da Vigonza

Non te la prendere Gat il tifoso becero sa solo imprecare e fischiare, non ha il minimo senso critico,
Ma il filosofo come può mettere in panchina o togliere ,come primo cambio, il più grande talento calcistico della sua generazione ?
Non trovo altra spiegazione logica che sia un esibizionista di livello. elevato.
Del resto anche Roberto Baggio ebbe un sacco di problemi con quasi tutti i suoi i allenatori..

marco mugello
Ospite
marco mugello

Parole di oro colato, quello per esempio, che ha fatto domenica è stato un colpo di biliardo molto obliquo e di difficoltà unica, fatto con nonchalance, in anticipo sul tiro classico, e quattro uomini che si avvicinavano rapidi…. il passaggio obliquo di trenta metri, teso e preciso da computer della Nasa, che permise a Zarate un tiro limpido al volo verso il goal, se lo aveva fatto Maradona ne parlavano per settimane… certe cose non si fanno per caso…. o hai la capacità di farle o non e pensi nemmeno… magari lo critica gente che non sa fare dieci palleggi… Leggi altro »

Nicola
Ospite
Nicola

Porta 40 milioni e raggiungi il tuo amico Buffon !

Arrivederci

bellerofonte
Ospite
bellerofonte

cosi’ vanno anche quelli nel “buco” di bilancio…..

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

giustamente col tonfo tod’s voi clienti tenete piu al ripianamento che alla viola, altruisti

Articolo precedenteCaso Choe, il TFN proscioglie Andrea Rogg e la Fiorentina
Articolo successivoMarino: “Partire con rapporti non cementificati fra società e tecnico è già una falsa partenza”
CONDIVIDI