Focus FI.IT: i pro e i contro di tutti i nomi per il dopo Sousa

65



“Chi vuol esser lieto sia, del doman non vi è certezza”, scriveva Lorenzo il Magnifico. Frase adatta e calzante però anche per quello che sarà il nuovo allenatore della Fiorentina. Tanti papabili, tanti nomi, tante situazioni specifiche da approfondire. Proviamo allora a analizzare allenatore per allenatore, candidato per candidato, quelli che possono essere i pro, le cose positive, e i contro, le cose negative o gli ostacoli.

Marco Giampaolo, la pista più percorribile

Pro: E’ uno degli allenatori che a livello di gioco ha fatto meglio negli ultimi due anni tra Empoli e Sampdoria. Viene apprezzato soprattutto per il lavoro maniacale sul campo, per un’impostazione propositiva e per curare, secondo gli addetti ai lavori, la fase difensiva in maniera precisa, puntigliosa, con una linea alta. A Firenze ritroverebbe Saponara, che ha portato a alti livelli a Empoli e partirebbe da un 4-3-1-2 come modulo.
Anche la trattativa con la Sampdoria, al di là dei rapporti non proprio idilliaci con Pradè, potrebbe essere accessibile. In fin dei conti, lo scorso anno, i Della Valle hanno rinunciato alla clausola prevista per liberare Montella in direzione Genova.

Contro: Pur essendo stato vicino in passato alla Juventus e nell’estate scorsa al Milan, non ha mai allenato una grande squadra. O comunque non ha mai lavorato in piazze calde e desiderose di risultati come Firenze.

Maurizio Sarri, il grande sogno

Pro: Il suo Napoli ha offerto il miglior calcio in Italia, per organizzazione, qualità e meccanismi ultra collaudati. Sarri è sinonimo di bel calcio, o comunque, di calcio propositivo. Maestro anch’esso della fase difensiva, tanto da resuscitare una retroguardia che con Benitez faceva diversi buchi. Modulo di partenza 4-3-3, ma anche 4-3-1-2.
Anche lui a Firenze ritroverebbe due suoi pupilli, come Saponara e Vecino, inseguito a Napoli per diverso tempo. Una Firenze dove è cresciuto sia come uomo(nella zona di Piazza Alberti), sia come allenatore (dalla Valdema in poi).

Contro: Dopo aver riportato il Napoli a altissimi livelli forse la Fiorentina potrebbe essere un passo indietro. Al di là delle ambizioni pesa comunque la clausola per liberarlo messa da De Laurentiis. Circa 8 milioni di euro.

Eusebio Di Francesco, il primo amore di Corvino

Pro: Allenatore ormai navigato per la Serie A nonostante la giovane età. Con il Sassuolo ha scalato tutte le tappe, dalla B all’Europa League. Calcio propositivo, la sua base è il 4-3-3, sistema di gioco più utilizzato. Quel 4-3-3 ritenuto da molti il modulo giusto per la Fiorentina di oggi ma mai utilizzato da Sousa.
Bravo a lavorare sui giovani, chissà potrebbe portarsi dietro Berardi.

Contro: Un po’ lo stesso discorso fatto per Giampaolo: Firenze è piazza pretenziosa, non facile da gestire. Ci potrebbe essere poi il rischio di correre un Montella-bis. Trovarsi cioè di fronte a un tecnico ambizioso che veda la Fiorentina come tappa di passaggio.

Cesare Prandelli, il profilo romantico, l’operazione amarcord

Pro: Uno dei pochi allenatori capaci di mettere d’accordo tutti i fiorentini. Conoscitore della città e del popolo come uno che ha sempre vissuto in Santo Spirito, Cesare nei suoi 5 anni ha segnato un’epoca calcistica. Avrebbe il compito di rilanciare la Fiorentina in un nuovo anno 0 e sé stesso dopo le ultime parentesi negative, con uno scenario molto simile a quello del suo arrivo nel 2005.
Il sistema di gioco è il 4-3-1-2, con il quadrato/rombo di centrocampo mobile. Esperimento lanciato con grande fortuna agli Europei del 2012. Adatto a lavorare con il nucleo di italiani da cui vuol ripartire la Fiorentina.

Contro: Un unico ostacolo, ma grosso e pesante. Le cicatrici da ricomporre con la proprietà.

Stefano Pioli, l’outsider

Pro: Conosce l’ambiente di Firenze dopo i suoi trascorsi da giocatore in maglia viola. Se dovesse essere lasciato libero dall’Inter per tecnici più ambiziosi, ripartire da Firenze sarebbe uno stimolo. Al primo anno di Roma aveva fatto ottime cose.
Ama il 4-3-3, ma è un allenatore abbastanza elastico e abile a adattarsi alla rosa a sua disposizione. Spesso adotta il 4-2-3-1, a Bologna aveva stupito con due trequartisti (Diamanti e Gaston Ramirez) nel 3-4-2-1. Profilo aziendalista, persona pacata.

Contro: L’Inter potrebbe girarlo alla squadra satellite del gruppo Suning, lo Jiangsu. I rapporti tra Fiorentina e Inter poi non sono dei migliori.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Sciabolino
Ospite
Member

Di tutti i nomi che leggo qui sopra mi vanno bene quasi tutti ma assolutamente non vorrei sulla panchina Viola quel buffone di Prandelli

Ulix
Ospite
Member

Il prossimo abbiamo in difesa quello del partizan al posto di gonzo
poi i due novelli del bari, Castrovilli è un fenomeno, poi abbiamo Hagi, Saponara chiesa berna, ilicic andrà via, così come kalinic, resterà penso astori e…tomovic ahahha

danielbertoni
Ospite
Member

Vanno bene tutti e nessuno, finché i DV continueranno nel vendere i migliori e nel sostituirli con mezze calzette l’allenatore diventa una variabile indipendente. Questi continueranno inevitabilmente a prendere giovani sconosciuti (e scarsi), carneadi in parabola discendente, reduci da da gravi infortuni e prestiti di bidoni che di buono hanno solo l’ingaggio (ovviamente basso), e allora invece di un allenatore ci vorrebbe padre Pio. Naturalmente, ragionando in termini di classifica in zona coppe europee, mentre per navigare fra il nono e il quattordicesimo posto non ci sarà (speriamo) bisogno di miracoli.

axl
Ospite
Member

ma cosa vuoi che conti il tecnico….dalle notizie
che si leggono si prospetta un mercato agghiacciante…
il riscatto , purtroppo obbligatorio , di Olivera , Cristoforo…
quello , non obbligatorio ma deciso dalla società ,
di Salcedo…ragazzetti di 19 anni spacciati per
fenomeni , provenienti da campionati improbabili…
per carità , accetto tutto , basta che poi non mi
vengano a raccontare che l’obiettivo è vincere un
trofeo , come hanno fatto l’anno scorso…
la nostra collocazione attuale , con i DV attuali ,
è il 6-10 posto , e lo sarà anche l’anno prossimo , mentre
fino a 2 anni fa era il 4-5

Stefano5
Ospite
Member

Sarri sarebbe bello ma ora come ora non verrebbe a Firenze, la buona alternativa sarebbe Pioli allenatore capace e persona seria. Gli altri tutta fuffa.

Enzo
Ospite
Member

La cosa che bisogna capire é che noi dobbiamo ripartire da Berna, Chiesa e Saponara, perciò l’unico modulo possibile é il 4-2-3-1, quindi ci vuole un allenatore che sia disposto ad adoperare questo modulo.

rep
Ospite
Member

Berna , Chiesa e Saponara non potranno mai
essere in campo tutti e tre insieme ( tranne a
partita in corso , in circostanze occasionali )…
questo in qualunque campionato professionistico
del mondo , dalla Lega Pro in su….nemmeno
il Barcellona si permette di giocare con 4
calciatori totalmente offensivi davanti ( compreso
il centravanti ) , e cmq loro hanno alle spalle
gente come Piquè , Busquets , Mascherano…
certo , se ci fossero sul mercato 2 Carlos Dunga …
ma se ci fossero non potremmo comprarli
noi…siamo seri e facciamo le cose semplici ,
come la juventus , non a caso…primo , non prenderle

Il Duca
Ospite
Member

Di Francesco sopra a tutti, senza dubbi

illepri
Ospite
Member

ORRICO

Magnifico Messere
Ospite
Member

Quando leggo il nome di Giampaolo accostato a quello della Fiorentina mi si scombussola lo stomaco.

weoifweifj
Ospite
Member

Prandelli sarebbe perfetto? Negli anni 90 forse.

Leonardo
Ospite
Member

Bucchioni ovviamente

Leonardo
Ospite
Member

Ma Bucchione che dice?

LEMAC
Ospite
Member

Sousa ha fallito nel momento in cui i DV han deciso di fallire, cioè nel nn ritenere la Fiorentina una squadra di livello europeo quindi priva di ambizioni. Ricordiamoci il Sousa primo in classifica per un intero girone, la sua avventura a Firenze è cessata quando i foulardati gli han negato i rinforzi che riteneva necessari al fine di rendere la squadra + competitiva. Nn è una questione d’allenatore ma di volontà, d’investimenti, di cuore e di passione, tutti requisiti che mancano ai brothers. Costruiamo la squadra e poi vediamo come Sousa trotta. Un po’ come Montella, andato via per lo stesso motivo. Ai DV nn interessa crescere a livello di squadra ma a livello d’immagine. Dopo vari anni consecutivi siamo fuori dal giro europeo, se nn è ridimensionamento questo..

Purpleisthecolor
Ospite
Member

Sono dello stesso parere, ma di questo passo anche l’immagine dei DV va sfumando.
Anzi e’ gia’ bella sbiadita per quanto riguarda l’aspetto calcistico e societario.
Rimane loro il grande marchio di famiglia, scarpe, suole e abbigliamento come luce riflessa.
Peccato pero’ che questo venga trasferito alla Fiorentina solo in termini di mera gestione aziendale, dove le ambizioni vengono limitate dal budget, e compromesse da scelte errate a tutti i livelli. Risultato: perdita di entusiamo e fallimento degli obiettivi sportivi.
Passione zero.
In una piazza assetata di vittoria, e sanguigna come Firenze, i DV sono attualmente fuori luogo.

Purpleisthecolor
Ospite
Member

Sarri, Spalletti, Di Francesco, Prandelli, Pioli, Gianpaolo.
Ma senza acquisti degni di nota, e di vestire la Viola, non cambia nulla.
E basta modulo a una punta, grazie.

danielo
Ospite
Member

Semplici e’ l’ allenatore del futuro quasi neo promosso con la Spal mica robetta

fragnsim
Ospite
Member

@sig.Duccio Manzoni, se uno non è ambizioso, vorrà dire che è mediocre, che discorso fa, nel calcio, bisogna essere ambiziosi, qualsiasi giocatore ambisce di migliorare e magari giocare in una grande squadra, perché non deve valere lo stesso per un allenatore, come Di Francesco? Tutto dipende dalla società in cui uno lavora, come tutti vediamo da 15 anni a questa parte solo la nostra società non è ambiziosa, giustamente Montella, Prandelli, Sousa lo sono.

Mazzada
Ospite
Member

Devono prima arrivare due terzini un difensore centrale un centrocampista un ala sinistra ed un centravanti visto che Kalinicic andra via. Poi può venire qualunque allenatore.

Germano
Ospite
Member

Occhio a Donadoni, ha un contratto che gli permette di liberarsi nel 2017

Daniele
Ospite
Member

Giampaolo per il semplice fatto che il contro evidenziatoin realtà é un pro, ovvero il fatto che non ha mai allenato una grande non é negativo ma positivo visto chela nostra proprietà non ha intenzione di diventarlo

Joint
Ospite
Member

Manca i piedi, non l’allenatore! Io cercherei prima quelli poi punterei su un totale sconosciuto.

Aliush
Ospite
Member

Qualunque allenatore
Pro: da scoprire
Contro: la squadra è scarsa e quindi non fa differenza.

Panglos
Ospite
Member

Chiunque venga se la Società gli mette a disposizione dei mezzi giocatori navigherà in mezzo alla bufera

Davide
Ospite
Member

Pirandelli è la scelta peggiore. Un allenatore scarso, un omuncolo e per di più cavallo di ritorno che quasi sempre è un’aggravante. Infine, chiunque arriverà, senza una dirigenza che investa sar8 sempre la solita storia vissuta in questi ultimi 15 anni 0 tituli”.

Purpleisthecolor
Ospite
Member

Posa il fiasco via…

Corriere viola
Ospite
Member

Peggiore? Ma come? Tu sei scordato che è con lui che hai potuto sentire l’inno della champions a Firenze? E poi? Fin’ora no siamo mai tornati in C.L No mi sembra che Prandelli abbia fatto un bruto lavoro con la Viola. Forza Viola sempre!!

weoifweifj
Ospite
Member

Ignoranti, gli è andata bene una volta con una grande squadra, in Nazionale ha fatto pena, acqua da tutte le parti (sia con dalle scelte di formazioni alle convocazioni) tattica zero, modulo statico. Davvero uno dei peggiori

Sinapsilondon
Ospite
Member

Prandelli tutta la vita, tra questi nomi assolutamente Cesare ma proprio c’è un abisso in meglio rispetto agli altri Grandissimo Cesare ritorna A presto FORZA VIOLA SEMPRE

Sipa65
Ospite
Member

primo secondo me sarri non capisco perche’ dovrebbe fare un passo indietro da napoli a firenze . daccordo sull allenatore italiano credo che di francesco o giampaolo sarebbero ideali no a prandelli che non mi e’ mai piaciuto preferirei se no un vecchia maniera ranieri o guidolin

TonyBennet
Ospite
Member

Arriverà un allenatore che non pretende niente e che non si porrà nessun obiettivo di prestigio, utilizzando la Fiorentina come trampolino di lancio.
Credo che SEMPLICI possa essere tra quelli papabili.

Per domenica, guardando la stagione, si potrebbe anche vincere visto che abbiamo battuto i gobbi. Ma se perdiamo Firenze ha già vinto il suo scudetto e la sua coppa battendo appunto la giuve. Per le 20.000 pecore basta questo, il resto non conta.

Forza DIVVU’!!

Piero Isolotto
Ospite
Member

Ora dire che con Di Francesco si correrebbe il Montella-bis ma magari 4 4 posti dal prox anno sarebbero 4 prelimimari di CL. Una semifinale di EL mica 4 pere in casa da dei brodi tedeschi e una finale di coppe italia mica fori col Carpi… magari Di Francesco. Anche se il sogno è Sarri e la realtà ptrebbe essere Gianpaolo che cmq è preparato… Pioli non mi entusiasma per nulla… il.peggiore il non elencato Stamaccioni.
Prandelli ma magari prandelli magari si tornasse a lui altro che sto filosofo emossionale.

geronimo
Ospite
Member

Scusate, ma con chi abbiamo ottimi rapporti ? no con samp, inter, napoli , roma…. milan lazio juve ???? o chi ??? c’è qualcuno che lo sa ….

S.Schwarz
Ospite
Member
Sul fatto che Prandelli possa mettere d’accordo tutti i fiorentini nutro seri dubbi. Secondo me invece la piazza si dividerebbe sul suo ritorno. Personalmente lo accoglierei a braccia aperte, ma allo stato delle cose preferisco altri tecnici. L’utopia è Sarri, i cui “contro” descritti nell’articolo non sono rappresentati da difetti tecnici o di personalità, ma sono ostacoli di altra natura. Ma se davvero ci fosse la possibilità di portare il tecnico toscano a Firenze farei carte false. Di Francesco può essere un’ottima idea alternativa: il suo 4-3-3 è efficace e ben organizzato, anche se pecca un po’ in fase difensiva. Sul fatto che sia il modulo giusto per la nostra rosa attuale nutro grosse riserve, per il semplice motivo che per attuare i 4-3-3 servono terzini. Per quanto riguarda il rischi di ritrovarci con un Montella-bis, mi sembra chiaro che se la società continuerà nell’opera di disfacimento di questi ultimi… Leggi altro »
Mazzada
Ospite
Member

Perfetto as usual. Ma Sarri e Pioli viaggiano ormai su altri lidi, non ci illudiamo.

Canterbury
Ospite
Member

Non fa una grinza.

MJ87
Ospite
Member

Scusate, e Guardiola dove lo mettiamo? La cugina di secondo grado del pizzaiolo di Campi Bisenzio ha conosciuto un ragazzo inglese che è il lattaio dell ‘elettricista che ha fatto un lavoro in una casa nella strada vicina a quella dove sta Guardiola ha detto che il PEP si trova male in Inghilterra e che il suo sogno è allenare la Fiorentina perchè da bambino era un grande ammiratore di Beppe Iachini (sempre sia lodato) e allora vorrebbe allenare qui è disposto a pagare lui i DV per poter allenare gente come Salcedo e Sanchez e Olivera. Quindi praticamente è fatta.

Almagores
Tifoso
Member

Strategicamente direi Semplici. Prima di tutto perchè è bravo, in seconda battuta perchè con lui si potrebbe impostare quel programma lungo, che comprenderebbe anche lo stadio nuovo in una fase di rinnovamento che, con allenatori più ” trampolinisti ” o più desiderosi di passare subito ai risultati sarebbe difficile, in terza battuta perchè, qualora dovesse rivelarsi inadeguato ( cosa che non credo ) dopo le prime partite, una rapida sostituzione sarebbe meno dolorosa economicamente.

Nencio
Ospite
Member

Può venire pure Spalletti che io considererei il massimo,ma farebbe ugualmente poco se a disposizione gli si mette solo il buco di bilancio e non giocatori pochi ma veri.
Quindi chi viene è indifferente sarà sempre la stessa musica.

Ruipersempre
Ospite
Member

Tanto viene Maran…

Tecnico Tattico
Ospite
Member

Prandelli ha sempre usato il modulo 4-2-3-1,anche a costo di adattare giocatori fuori ruolo pur di mantenere quello che lui chiamava”Ordine”in campo. Il modulo 4-3-1-2 era del Trap,che schierava Rui Costa dietro le punte Edmundo-Batistuta.

enzo
Ospite
Member

Comunque una riflessione logica bisognerebbe farla, se vogliamo ripartire da Chiesa Berna e Saponara l’unico modulo attuabile è 4-2-3-1. Giocherei anche con Sportiello e Astori (e sono già 5 italiani in squadra) e farei ritornare dai prestiti Petriccione e Venuti che sono bravi. Io sono dell’idea che lo zoccolo duro della squadra deve essere formato da italiani.

Canterbury
Ospite
Member

Prandelli giocava col 4-2-3-1 come hai detto o col 4 3 3. Chiaro e limpido.

Pitino
Ospite
Member

In realtà il primo anno a Firenze Prandelli fece giocare la Fiorentina con il 442..
Brocchi Donadel al centro e Fiore Jorgensen sulle fasce.

Ludwig
Ospite
Member

Difficile sostenere che Prandelli giocasse con una sola punta, Tecnico, ne ha sempre messe in campo due, basti pensare a Mutu-Gilardino. Credo che Prandelli a Firenze praticasse il 4-4-2 ma non a rombo, come quello visto in nazionale. Sempre in nazionale ha presentato anche il 3-5-2 se non erro.

joretti
Ospite
Member

Il modulo 4-2-3-1 è quello che dovrebbe dare più garanzie in difesa, a centrocampo e all’attacco. Chiaramente bisogna avere anche i giocatori adatti ad ogni ruolo.

Tecnico Tattico
Ospite
Member

Gilardino era il terminale,Mutu aveva licenza di svariare su tutto il fronte d’attacco anche per sfruttare eventuali spazi che gli lasciava il Gila quando si spostava in diagonale….cio’ non toglie che il modulo di partenza che il Pranda usava nella Fiorentina,almeno fino a che il risultato lo consentiva,era il 4-2-3-1,che si trasformava in un 4-2-2-1-1,praticamente lo schema anomalo 4-4-2 non a rombo cui facevi riferimento,quando il Gila spostandosi lasciava ad Adrian lo spazio centrale o incursioni sulla sinistra dirette al centro per le sue conclusioni che tanti punti ci hanno fruttato…..il 3-5-2 che Prandelli uso’ in nazionale lo hanno portato ai risultati che tutti ben conosciamo,eliminazione da un Girone Mondiale di qualificazione tra i piu’ facili del pianeta…..

Filippo
Ospite
Member

L’utopia: Sarri
Quelli che vedrei bene sulla panca viola per diversi motivi: Guidolin-Prandelli-Malesani.

Canterbury
Ospite
Member

Ma si dai Giampaolo è la scelta migliore per i proprietari, non chiede niente, va bene tutto quello che passa il convento quindi in perfetta sintonia con questa società che in 15 anni ci ha dato tante soddisfazioni comprese le telefonate di calciopoli. E pensare che gran parte dei pischellini che si riempiono la bocca perché sono abbonati da qualche anno, neanche immaginano quello che tanti tifosi come me a quel tempo abbonati, hanno sopportato prendendo pernacchie, infamie e prese di c… in tutti gli stadi a causa di calciopoli. Mai nella storia della Fiorentina abbiamo subito un’onta del genere neanche il fallimento di WCG è stato così grave. Ma state boni, nn me lo fate ricordare…brodi.

enzo
Ospite
Member

si sono d’accordo è l’allenatore ideale per la nostra proprietà del tira a campare, però se vediamo il curriculum di Giampaolo c’è da mettersi le mani nei capelli, è uno degli allenatori più esonerato d’Italia, riuscì a farsi esonerare anche nel Catania dei Miracoli dove in quel periodo facevano tutti bene, il suo miglior risultato credo sia un decimo posto in serie A. Negli ultimi due anni ha fatto discretamente però io resto molto scettico.

sciopenviola anche oggi
Ospite
Member

Perfettamente d’accordo; ma tu pensi che i clienti abbiano imparato la lezione?? Adesso gli rimischiano un pò le carte prendono 7/8 giocatori nuovi dai campionati più esoterici (ovviamente con parte dei soldi delle cessioni avanzati dopo aver coperto il solito buco di bilancio) e via tutti ad abbonarsi al motto : ” siamo ambiziosi” , abbiamo un grande progetto” non ci faremo trovare ,di nuovo, impreparati” e panzane varie…

poxed 0x01
Ospite
Member

STRA-
MAC-
CIO-
NI

Viceversa
Ospite
Member

Per tutti i nomi fatti prevedete la difesa a 4. Questo implica grosse spese perché manca sia il terzino dx che quello sx. Spero non propongano Diks e Olivera, se no non vien nessuno…

MALO
Ospite
Member

Dipende dagli obiettivi…. se punti alla CL, visto che ci sono 4 posti e quasi sicuramente non saremo in EL il minimo è uno tipo Pioli o Pranda e almeno 4 giocatori veri pronti subito, se invece è un’altro anno di ”rientro”, come sembra dal piagnisteo di Gnigni e per i riscatti di Sapo, Sanchez e Salcedo, allora va bene anche Gianpaolo e provare i vari Hagi, Diks, Maklar, Perez e l’appannato Diakate

il realista
Ospite
Member

chiunque sia spero solo che la campagna acquisti, se ci sarà degna di questo nome, venga progettata con quello che sarà il nuovo allenatore

Michele Sozio
Ospite
Member

Semplici, che io ritengo il più indicato per una Fiorentina giovane, perché non viene preso in considerazione?

Ruipersempre
Ospite
Member

Perche’ ha gia’ rifiutato…

wpDiscuz
Articolo precedenteAtalanta-Fiorentina, Sportiello torna a Bergamo ma non cerca rivincite
Articolo successivoArriva la Fiorentina e l’Atleti azzurri d’Italia si riempe per l’Europa, sognando la Champions
CONDIVIDI