Formazioni a confronto: Berna esterno sorprende tutti. Niente Chiesa

1



Continua la rubrica della ‘Formazione a confronto’ sui vari quotidiani. Insieme alla carta stampata si mette in gioco anche la Redazione di Fiorentina.it. L’obiettivo è cercare di capire quale possa essere la squadra che ha in mente Paulo Sousa di partita in partita. Impresa ardua, visto che il tecnico portoghese ama spesso rivoluzionare la squadra.

Per la gara contro il Napoli (37° giornata di Serie A), queste le previsioni dei Quotidiani e di Fiorentina.it:

LA NAZIONE:  3-4-1-2 Tatarusanu, Salcedo, Gonzalo Rodriguez, De Maio, Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera, Bernardeschi, Babacar, Kalinic.

GAZZETTA DELLO SPORT:  3-4-2-1 Tatarusanu, Salcedo, Gonzalo Rodriguez, Tomovic, Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera, Bernardeschi, Cristoforo, Kalinic.

CORRIERE DELLO SPORT: 3-4-2-1  Tatarusanu, Tomovic, Gonzalo Rodriguez, De Maio, Salcedo, Badelj, Vecino, Chiesa, Cristoforo, Bernardeschi, Kalinic.

REPUBBLICA: 3-4-2-1  Tatarusanu, Salcedo, Gonzalo Rodriguez, Tomovic, Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera, Bernardeschi, Cristoforo, Kalinic.

IL CORRIERE FIORENTINO: 3-4-2-1 Tatarusanu, Tomovic, Gonzalo Rodriguez, De Maio, Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera, Bernardeschi, Cristoforo, Kalinic.

FIORENTINA.IT 3-4-2-1 Tatarusanu, Tomovic, Gonzalo Rodriguez, De Maio, Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera, Bernardeschi, Cristoforo, Kalinic.

La formazione di Sousa contro il Napoli: 3-4-2-1 Tatarusanu, Tomovic, Gonzalo Rodriguez, De Maio, Bernardeschi, Vecino, Badelj, Maxi Olivera, Cristoforo, Ilicic, Kalinic.

LA CLASSIFICA:

Repubblica  90 (due gare in meno)
Corriere dello Sport    98
Fiorentina.it  100
Gazzetta dello Sport  104
La Nazione   104
Corriere Fiorentino     104

1
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Mario 07
Ospite
Mario 07

Capire quello che passa nella testa di Sousa è difficile. Comunque ha avuto , durante il campionato, la riprova che mettere i giocatori fuori ruolo ha provocato sempre disastri. Come dice il proverbio : sbagliare è umano ma perseverare è diabolico. Ha poi visto che Tello e Chiesa sono sempre stati incisivi. Perchè usarli con il contagocce? Ma ormai stendiamo un velo pietoso su tutto.

Articolo precedenteSousa, idee discutibili: Berna lontano dalla porta e niente Chiesa/Tello
Articolo successivoPesano le assenze viola, Sousa cambia nella ripresa. Ma il Napoli è letale
CONDIVIDI