«Forte e umile, Galdiolo era unico». Mazzoni ricorda il Gigante Buono scomparso

4



mario mazzoni

A La Nazione parla Mario Mazzoni che ricorda vari aneddoti del Gigante Buono Galdiolo scomparso pochi giorni fa

A La Nazione parla così Mario Mazzoni, ex calciatore e allenatore della Fiorentina di Giancarlo Galdiolo, scomparso sabato: “Alla fine degli allenamenti restava sempre lì per migliorarsi: «Vien via brindellone, andiamo, non sarai mica stanco», gli diceva Mazzoni. «Pochi ne ho conosciuti più bravi e disponibili di lui, e parlo della persona. Come calciatore lo abbiamo apprezzato, con l’impegno e l’applicazione è riuscito ad acquisire anche una bella sicurezza ad alti livelli. Gli volevamo davvero bene, non l’ho mai visto litigare in modo serio con un compagno, era anche il più disponibile quando chiedevo chi voleva venire alla feste di qualche viola club. C’era una gag fra di noi, lui chiedeva: ’Mario, ma ci danno qualcosa?’. Vien via brindellone, muoviti…Galdiolo era riserva in prima squadra, Valcareggi ci chiese di far allenare la Nazionale contro una squadra delle giovanili viola. Io ci aggiunsi Galdiolo, che marcò Prati. In pratica non gli fece toccare palla. Ci furono due conseguenze: Valcareggi giurò che non avrebbe mai più fatto giocare la Nazionale contro una squadra della Fiorentina e Galdiolo la settimana successiva giocò in serie A».

4
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Mar Tirreno
Ospite
Mar Tirreno

Mi ricordo ancora Giancarlo Galdiolo, in assoluto il miglior difensore della squadra viola degli anni 70 al quale veniva assegnato il compito di marcare l’attaccante avversario più pericoloso, nelle sue battaglie contro Bettega. Pur penalizzato dai consueti arbitraggi parziali ( in particolare un rigore assegnato ai bianconeri per un fallo nettamente avvenuto fuori area ) non mollare di un centimetro e non si farsi intimidire dalle continue provocazioni del calciatore più odiato ai tempi dalla tifoseria viola. Ma in particolare riconoscenza eterna per la punizione battuta a Pescaraall’89’ nella penultima giornata del campionato 77/78 da cui scaturí il gol della… Leggi altro »

Matteo bg
Ospite
Matteo bg

Era ricoverato alla Maugeri a Milano e mia moglie, caposala di quel reparto, mi ha descritto lui è la sua famiglia come persone educate ed eccezionali.
Di nuovo sentite condoglianze alla famiglia da parte mia e soprattutto da parte di mia moglie 😢

Matteo bg
Ospite
Matteo bg

Era r

QuasarScandiano
Member
QuasarScandiano

Ma quale gigante buono, per tutti noi Giancarlo era semplicemente “BADILE” , erano i primi tempi che venivo a Firenze a vedere la Viola e me lo ricordo questo brindellone tutto cuore e grinta, 10 anni con la maglia viola indosso non si dimenticano.

Articolo precedentePioli oggi ritrova Dabo e gli azzurri. Ultimi a rientrare Simeone-Pezzella, a Firenze da giovedì
Articolo successivoDe Laurentiis: “Grande fiducia in Ancelotti. Questo il mio Napoli più forte? Vedremo”
CONDIVIDI