Franchi a lutto per la morte di Marco, il tifoso viola a Lisbona

da La Gazzetta dello Sport

7



Un’intera gara senza cori (a parte alla fine «Marco vive con noi»), bandiere, striscioni. Escluso un grande «Marco» accompagnato dai vessilli del «7Bello», gruppo viola al quale era legato, e del «Gruppo Roma». Da lui fondato. Curva Fiesole in lutto per la morte di Marco Ficini, tifoso viola di quasi 40 anni che ha perso la vita a Lisbona nella notte tra venerdì e sabato travolto da un auto nei pressi dello stadio del Benfica, il «Da Luz». Dove, secondo quanto ricostruito dai media portoghesi, tifosi del Benfica e dello Sporting si erano «dati appuntamento» in vista della sfida scudetto in programma 24 ore dopo. Ovvero ieri sera. Ficini era in Portogallo per sostenere lo Sporting insieme ad altri tifosi viola in virtù dello storico gemellaggio che ha toccato i vent’anni di sodalizio. Secondo quanto ricostruito in Portogallo, i tifosi biancoverdi avrebbero avuto l’intenzione di danneggiare la statua di Eusebio, leggenda del Benfica, posta davanti al «Da Luz». Dagli scontri sarebbe nato anche un lancio reciproco di pietre che avrebbe portato alla fuga di molti presenti. È però stata un’auto (poi scappata) a travolgere Ficini.

CONDOGLIANZE Gesti e parole di cordoglio sono arrivati da molte parti. Dal sito ufficiale dello Sporting e dalla Fiorentina in primis. Prima della sfida con l’Inter, il capitano Borja Valero ha deposto sotto lo striscione per Marco un mazzo di fiori.

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
luca
Ospite
luca

mah….ragazzi…ma ancora andare a sostenere il che?????
gente che non arriva a fine mese e gente che muore di fame……
ma basta…ma per favore…capisco ci facciamo una bevuta in compagnia…ma fino a li’ per sostenere assalti alla tifoseria avversaria…anche no….

Marx
Ospite
Marx

Un uomo di quasi 40 anni intento a danneggiare la statua di Eusebio.

Cortomassese
Member
cortomassese

….. a Lisbona…in una tifoseria gemellata con la tifoseria della Fiorentina?????????…….. ma cè tanta gente, bambini che muoiono attraversando il mare, scappando da una guerra e non viene neanche menzionata se non addirittura offesa Mi vergogno di questa umanità

QuasarScandiano
Member
Member

Finchè morte non ci separi, R.I.P. fratello Marco.

nicola
Ospite
nicola

RIP FRATELLO VIOLA !

Giovanni Roberto
Ospite
Giovanni Roberto

Dispiaciuto per quanto accaduto ma dall’articolo si capisce che se la sia andata a cercare in quanto i tifosi gemellati volevano danneggiare una raffigurazione storica avversaria. Rispetto per tutti. Sempre.

Potini
Tifoso
Potini

Una morte è sempre un fatto terribile, ma queste bravate si fanno a 18 anni: a 40 uno pensa al dolore che potrebbe causare a famiglia e amici. Sicuramente il povero Marco si è lasciato trasportare dall’entusiasmo dei nostri tifosi gemellati. Peccato che quello che doveva essere un festeggiamento sia finito in maniera così tragica.

Articolo precedenteBernardeschi, serata nera davanti all’Inter. Lo ‘scavetto’ mancato, il cambio e le scuse
Articolo successivoBlitz Milenkovic, primo tassello della nuova Fiorentina. Pressing su Vlahovic
CONDIVIDI