Ora caccia alla prima gioia in trasferta. Obiettivo: vincere un altro scontro diretto

8



Quattro su quattro al Franchi, ma fuori casa la Fiorentina cerca la prima vittoria. All’Olimpico sarà uno scontro diretto per l’Europa.

Dopo aver festeggiato le quattro vittorie (su altrettante partite) giocate davanti al proprio pubblico, decretando, di fatto, il ritorno del Franchi al “fortino” di prandelliana memoria, adesso la Fiorentina è attesa dalla prova più delicata. Già, perché oltre ad essere a caccia della prima vittoria esterna della stagione – tabù che la scorsa stagione fu rotto alla terza giornata – i viola puntano ad abbattere un altro muro, cercare di fare propri il maggior numero possibile di potenziali scontri diretti in vista dell’Europa che verrà. Così scrive Il Corriere dello Sport – Stadio.

IL PRIMO PASSO. Un primo passo è stato compiuto domenica, col successo contro una concorrente temibile per le zone nobili della classifica come l’Atalanta: adesso serve lo strappo. Un anno fa, le due gare contro i bergamaschi si erano concluse col medesimo risultato, 1-1, sia in casa che fuori. Ora più che mai è vietato fermarsi. Non sarà facile superare una Lazio ferita nell’orgoglio dopo il ko nel derby con la Roma e con una rosa comunque in grado di fronteggiare pure l’impegno infrasettimanale nel girone di Europa League contro l’Eintracht Francoforte, ma i giovani di Pioli sono pronti a misurarsi con l’ennesima sfida di questo campionato. Il carattere, hanno dimostrato, non manca, così come il coraggio: c’è da buttarsi oltre l’ostacolo, per se stessi e pure per l’orgoglio della città. 

I NUMERI. I numeri dicono che l’impresa è possibile. I viola sono sesti per tiri in porta: due in più rispetto alla Lazio (84 contro 82), ma c’è da invertire il trend quanto a reti realizzate: sono infatti appena 2 quelle marcate lontano dal terreno di casa (una di Simeone a Marassi con la Samp più l’autorete provocata dalla gran botta di Chiesa deviata da Skriniar con l’Inter), contro i 12 festeggiati davanti al proprio pubblico. Ed è da qui che si deve ripartire, consapevoli che, fino ad oggi, Strakosha, il portiere della Lazio, è settimo dell’intero campionato di Serie A per numero di parate effettuate, 24 (9 le reti incassate), contro le 14 di Lafont.

UN ANNO FA. Si dovrà essere bravi a trovare il varco giusto, con la stessa determinazione di un anno fa, quando il pareggio, all’Olimpico, fu strappato al 94’, con un rigore assegnato dal Var per fallo di Caicedo su Pezzella (duramente contestato dai biancocelesti) e trasformato da Babacar.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Francesco
Ospite
Francesco

Giocherei con chiesa e Mirallas davanti per le ripartenze veloci e userei 4 centrocampista con edmilson davanti alla difesa e Veretout mezzala. Poi DABO e gerson. Dietro partirei con Hancko …..

Sempreviola93
Tifoso
Sempreviola93

non esaltiamoci troppo… francamente la Lazio e più forte e finora di scontri diretti non ne abbiamo vinto nemmeno uno, poiché l’Atalanta difficilmente lotterà per l’EU anche quest’anno. A Roma sarà dura, ma abbiamo le qualità per far bene e metterli in difficoltà, come abbiamo messo in difficoltà Inter e Napoli, sperando che questa volta il risultato sia diverso…. AVANTI VIOLA!

Furia
Ospite
Furia

Noi dobbiamo andare a Roma senza se e senza ma, ma con l’intento di fare risultato, giochiamo la nostra partita senza pregiudizi, o pensando all’arbitro chi esso sia. Io credo che; con tutte le dicerie di questi giorni nessuno si permette di sgarrare, e Lazio-Fiorentina sarà la partita miglior diretta finora, e vinca chi lo merita sul campo, Spero viola.

PiElle, Fi
Ospite
PiElle, Fi

francamente la vedo dura

michele
Ospite
michele

Ci vorrà una partita mooolto gajarda (tanto per usare il romanesco), a questo giro, dopo in cancan su Chiesa, c’è da aspettarsi il regalo alla lazie, quindi si deve giocare bene e soprattutto mettere almeno un paio di pere altrimenti si rischia seriamente di tornare a mani vuote.

Tripletta di. Mutu
Ospite
Tripletta di. Mutu

Grande rosa forse numerica mente… Se gli togli Milinkovic e soprattutto Luis Alberto é una squadra modesta

Sheykan
Ospite
Sheykan

quest’anno contro la Lazio a ROma sarà durissima. Non avremo la Var a favore per il caso Chiesa…avremo la Var contro per via del caso di un anno fa e perché la Lazio deve stare in europa e ha perso il derby. Non dovremo essere solo bravi ma anche con tanto carattere e non farci prendere dal nervosismo quando non ci daranno un rigore eclatante e ne concederanno uno inesistente o molto dubbio. Dobbiamo scendere in campo come se si stesse 1-0 per loro e dovremo cercare di segnare su azione manovrata e perfetta senza usare il fuorigioco perché ce… Leggi altro »

e si starebbe lustri
Ospite
e si starebbe lustri

Te l’immagini l’arbitro prima di fischià che deve fa tutti sti conti.
vaiavaiavaia
ale viola

Articolo precedenteVerso la Lazio: da valutare Benassi. Possibile cambio modulo per Pioli?
Articolo successivoFiorentina, difesa (quasi) invalicabile: il segreto per la zona-Champions
CONDIVIDI