Frara a FI.IT: “Rispetto ma non paura: Viola più forte, ma il Frosinone può anche vincere. Chiesa e gli altri, grande talento”

8



L’ex capitano e bandiera del Frosinone ci introduce la sfida con la Fiorentina: “Chiesa e gli altri faranno una grande carriera. Il Frosinone deve ‘rubare’ punti anche alle più forti”.

Poche ore a Frosinone-Fiorentina, 12° giornata di Serie A. L’ultimo incrocio tra ciociari e viola è datato marzo 2016: finì 0-0, e in campo nei padroni di casa c’era anche Alessandro Frara, storico capitano e bandiera del Frosinone (189 presenze e tre promozioni con i ciociari). Appese le scarpe al chiodo in estate dopo aver contribuito alla promozione dei suoi dalla B, Frara è entrato nella società di Maurizio Stirpe, e oggi ricopre il ruolo di Collaboratore dell’Area Tecnica. Fiorentina.it lo ha contattato in esclusiva per capire da vicino il momento del Frosinone.

CRESCITA. Cinque punti nelle ultime tre partite, zona salvezza più vicina: che Frosinone si troverà di fronte la Fiorentina? “Sicuramente in avvio è stato pagato lo scotto della Serie A, ma anche il fatto di aver cambiato tanto in estate: c’era bisogno di tempo perché i giocatori si conoscessero meglio e capissero meglio quello che l’allenatore volesse da loro” – dice Alessandro Frara a Fiorentina.it –. “Nelle ultime gare hanno dimostrato di aver fatto un salto di qualità, ora spetta al Frosinone cercare di dare continuità anche se in Serie A non è mai facile, perché si incontrano grandi squadre come la Fiorentina. Ma bisogna cercare di ‘rubare’ punti a tutti quanti”.

PUNTI DI FORZA. Tanti cambiamenti dal mercato e qualche ‘veterano’: quali sono i punti di forza del Frosinone?Il punto di forza del Frosinone dev’essere l’organizzazione e in particolare l’organizzazione difensiva, perché in Serie A devi difenderti bene. Poi nell’ultimo periodo è rientrato Daniel Ciofani, punto di riferimento importante in attacco. È stato cambiato il modulo, introdotto un giocatore offensivo in più, che sia di supporto alla punta. Ora giochiamo con due trequartisti e la punta. E abbiamo avuto un peso offensivo maggiore rispetto alle partite precedenti. Il punto di forza deve essere anche la mentalità, di non mollare mai e non lasciare niente al caso, avere sempre compattezza e concentrazione”.

VIOLA GIOVANE. Sulla Fiorentina invece che idea si è fatto? “La Fiorentina è la squadra più giovane d’Europa, lo so perché la vedo e ne ho parlato al corso di Coverciano per direttore sportivo con Freitas e Vergine. Essendo una squadra giovane e talentuosa può capitare che i ragazzi abbiano piccole pause, ma quello che balza all’occhio è che ha grande talento in tutti i reparti. Potenzialmente, quindi, è una squadra molto forte. Chiaramente con i giovani bisogna avere più pazienza e concedere qualche errore e qualche pausa. Ma penso che la Fiorentina farà un grande campionato, e molti giocatori faranno una grande carriera, perché hanno grandi doti fisiche e tecniche”.

PRECEDENTE. L’ultimo incrocio tra Frosinone e Fiorentina finì 0-0, con la squadra di Sousa ‘imbrigliata’ al Matusa. Crede che il Frosinone possa fare anche stasera lo ‘scherzetto’ ai viola? “Me lo auguro perché sono di parte. È normale che in un campionato una squadra come il Frosinone, se vuole ambire a salvarsi, qualche punto lo debba rosicchiare anche a queste squadre più forti. Soprattutto in casa. Bisognerà avere grande rispetto ma non paura, cercare di imporre la propria mentalità pur sapendo di giocare contro una squadra più forte. Ma non è detto che pur giocando con una squadra più forte non si possa vincere”.

MOSSE. Secondo lei su cosa dovrà puntare Longo per arrivare ad un risultato positivo? “La Fiorentina è una squadra molto forte se ha degli spazi, perché davanti ha giocatori tecnicamente bravissimi e soprattutto veloci. Penso specialmente a Chiesa. Bisognerà essere accorti tatticamente, aspettarli e magari sfruttare quelle occasioni che la Fiorentina giocando a viso aperto potrà concedere”.

OBIETTIVI. A lungo termine, crede che la Fiorentina possa raggiungere l’Europa League? E che il Frosinone possa lottare fino alla fine per la salvezza? “È vero che la Fiorentina è un po’ calata nelle ultime settimane, ma dai giovani ci si può aspettare di tutto. Ci possono essere delle pause ma anche degli exploit straordinari che non avevi messo in conto. È troppo presto per stabilire degli obiettivi, di sicuro la Fiorentina farà un campionato di media-alta classifica, poi dove arriverà ce lo dirà il tempo. Si vedrà nel girone di ritorno. Il Frosinone adesso si è inquadrato, e mi auguro che possa raggiungere la salvezza. Qualche settimana fa sembrava impensabile, ci davano tutti per spacciati, mentre ora siamo a soli 3 punti dalla salvezza. Bisognerà lottare fino alla fine”.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Sangue Viola
Ospite
Sangue Viola

Queste sono le classiche partite dove abbiamo tutto da perdere. La classifica è corta, 3 punti sono d’obbligo. Non so se essere ottimista o pessimista. Speriamo e F.V.!!

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

Vincere? Ma anche no…

VIA I DV!!!

15 anni di nulla
Ospite
15 anni di nulla

Scontro diretto per un piazzamento mediobasso in classifica. Come rimpiango i tempi di Batistuta e Cecchi Gori.

Massimo
Ospite
Massimo

Contro la Fiorentina dei raccattati in prestito, chiunque può vincere!

Gualtiero
Tifoso
gualtiero

Temo che Frosinone sarà la nostra Caporetto.Via subito il Piolo.

Il Realista
Ospite
Il Realista

E anche l’Olivaro del Salento…

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

Se vince il frosinone…aia…pronti a vomitare…prontissimi…anche con pareggio…anche con sconfitta del frosinone…pronti a vomitare FORZA STEFANO FORZA RAGAZZI FORZA VIOLA SEMPRE PRIMO BILANCIO DOPO MARASSI A CAPODANNO

Dario
Ospite
Dario

Mah….. Boh….

Articolo precedenteOra tocca a Pjaca: Pioli lo difende e prova a rilanciarlo
Articolo successivoVeretout ancora davanti alla difesa: può tornare mezz’ala dopo la sosta
CONDIVIDI