Frederiksen: “Testa alla Ligaen, ma vogliamo vincere…”

    0



    live conferenza friederiksenVigilia di Esbjerg-Fiorentina. In sala stampa alla Blue Water Arena interviene, alla ore 16,30, il tecnico dei danesi Niels Friederiksen, accompagnato dal capitano Hans Henrik Andreasen, per parlare della sfida coi viola.

    Su cosa avete lavorato e cosa dobbiamo aspettarci? “Questa partita si avvicina molto all’inizio del campionato, abbiamo lavorato soprattutto su quello. Solo nell’ultima settimana abbiamo avuto più focus tattico su questa gara. Incontriamo una top squadra italiano, non dobbiamo lasciarle chance. Abbiamo studiato anche come far male ai viola, abbiamo giocatori offensivi che possono sfruttare la loro velocità. Ci concentreremo sulle ripartenze.”

    Nuovo portiere e difesa non titolare: siete pronti?
     “E’ un buon portiere ed ha giocato tante gare di allenamento. Avrà feeling con la difesa, sono fiducioso.”

    Due nuovi giocatori: sarà un Esbjerg diverso? “Adesso siamo una squadra più forte, anche rispetto alle gare precedenti.”

    Più fiducia grazie alle vittorie in Europa League? “Penso che abbiamo una squadra che ha la forza per poter far bene in Europa. La Fiorentina è una squadra ancora più forte rispetto alle altre incontrate in Europa League, sarà difficile.”

    Doppio impegno campionato-coppa difficile? Avete imparato qualcosa? “Sì. Adesso abbiamo squadra più forte, nuovi rinforzi, giocatori tornati dagli infortuni: dobbiamo avere il coltello al colo per saper reagire, a volte.”

    Quali aspetti del gioco della Fiorentina vuoi limitare per ottenere un risultato? “Soprattutto il centrocampo: che giochi Valero, Aquilani o Fernandez, è lì il punto di forza, è là che vedo la forza della Fiorentina. Dove la Fiorentina è meno forte è in attacco per via degli infortuni. E mi sono scordato Pizarro…”

    Che differenze ci sono fra l’Esbjerg europeo d’autunno e l’attuale? “Abbiamo fatto tanti allenamenti insieme, i nuovi si sono integrati bene in squadra. Adesso ci conosciamo meglio, siamo più forti.” Interviene Andreasen: “La squadra più ampia ci aiuterà.”

    Pensi che Gomez che è appena tornato dall’infortunio e non ha molte gare nelle gambe può essere un vantaggio per voi? “La Fiorentina ha attaccanti molto forti e sicuramente un Gomez in forma è molto forte, come Rossi; ma Gomez non in forma può essere un vantaggio per noi.” 

    Gli infortuni della Fiorentina fanno credere all’impresa? “So che sono assenti Rodriguez, Vargas e Cuadrado, giocatori importanti, ma anche i sostituti sono forti. Non penso sia un vantaggio grosso per noi…”

    Ci sono giocatori col fiato per affrontare questo centrocampo? “Sì, sappiamo di dover fare molti chilometri, li facciamo spesso. Non sarà una gara molto diversa…”

    Differenza di rendimento Europa League – campionato? “Penso che ci siano tante componenti, però quella più importante è che abbiamo fatto tante partite sempre con la stessa formazione. Abbiamo fatto 17 punti nelle prime 10 partite e 2 nelle 8 finali; gli infortuni non ci hanno aiutato.”

    Che errore non deve fare l’Esbjerg? “L’organizzazione della squadra sarà molto importante, soprattutto difendersi bene. Non dobbiamo perdere il pallone in zone del campo dove la Fiorentina ci può fare male. La Fiorentina ha giocatori offensivi molto agili, non dobbiamo correre con loro, ma concentrarci su altre zone del campo.”

    Le vostre migliori prestazioni sono state le trasferte col Saint-Etienne e lo Standard Liegi: uno 0-0 potrebbe essere un vantaggio per voi in vista del ritorno? “Puntiamo alla vittoria domani, sarà difficile ma lo sarà ancora di più fra una settimana a Firenze. Il pareggio senza subire gol può essere un buon risultato, ma puntiamo alla vittoria. Non siamo mai scesi in campo per evitare bastonate, ma per otttnere un buon risultato. Voglio aggiungere che scendiamo in campo sapendo di affrontare una buona squadra, ma siamo in grado di ottenre un buon risultato.”