FUORI CAMPO di ROBBIATI: “A Torino è mancato solo… Matri. E a Catania ci sarà…”

    0



    RobbiatiUna Fiorentina che, in chiave mercato, non ha perso tempo. Mancava l’attaccante di ruolo, a causa degli infortuni di Gomez e Rossi, ed è arrivato Matri. Vista l’emergenza, dunque, una scelta giusta, azzeccatissima, che non può che far piacere a Montella che avrà un centravanti da poter mandare in campo subito a Catania.

    A me il nuovo attaccante viola piace molto. È uno che i gol li ha sempre fatti e che non si riesce a capire come mai a Milano non abbia rispettato le aspettative… probabilmente ha influito il fatto di essere stato poco utilizzato, impiegato col contagocce. La Fiorentina, dunque, ha fatto un colpo a prenderlo, per di più in prestito gratuito, a testimonianza di come i dirigenti stiano lavorando bene.

    Si discute spesso sulle sue caratteristiche, sul fatto che sia simile a Gomez, ma sono certo che i due potranno convivere e giocare bene insieme. Del resto, sono due attaccanti non statici, ma che si muovono molto e che sanno attaccare la profondità. Quindi…

    E poi è arrivato anche Anderson, un uomo in più alla corte di Montella, che potrà essere utile per il presente e per il futuro. Perché è ancora giovane, ha qualità importanti e anche in prospettiva (visto che la Fiorentina potrà riscattarlo alla fine del prestito) potrà far parte della rosa. Colpi, quelli che stanno mettendo a segno i dirigenti viola, che sono segno di continuità di un progetto che sta sempre più prendendo corpo. Di una squadra che la famiglia Della Valle vogliono far diventare sempre più forte. Tassello dopo tassello. Anno dopo anno. Si vede che stanno facendo le cose sul serio. È logico che la situazione di emergenza (in particolar modo in attacco) ha messo fretta alla Fiorentina, che non si è fatta trovare impreparata, ma che è stata brava ad agire, nonostante la ‘pressione’ del bisogno…

    Leggo sui giornali che la società è alla ricerca anche di un difensore. In questo momento mi sembra che la difesa sia a posto così, che non abbia bisogno di grossi innesti. Insomma, Dainelli (si parla molto di un suo possibile ritorno) potrebbe essere una scelta importante, un uomo in più di esperienza da tenere in rosa, ma io aspetterei. Aspetterei l’occasione giusta per prendere un difensore che possa realmente far fare il salto di qualità al reparto arretrato viola. Un uomo di 24-25 anni, di prospettiva.

    Concludo con la partita che la squadra giocherà a Catania domenica. Se la Fiorentina vuole proseguire il suo percorso di crescita ed avvicinarsi a Roma e Napoli, non deve aver paura di nessuno e, anzi, deve andare ad aumentare i problemi delle squadra affronta di volta in volta. Il Catania in questo momento è una squadra in crisi? Bene, i viola devono scendere in campo con la mentalità giusta per portare a casa la vittoria e alimentare i problemi degli etnei. Sono gli altri che devono temere la Fiorentina, non il contrario. Anche perché la squadra ha dimostrato anche domenica scorsa a Torino di giocare bene e creare, le è mancato solo l’uomo degli ultimi sedici metri. È mancato il Matri della situazione. A Catania, però, ci sarà…

    Anselmo Robbiati