FUORICAMPO di MASITTO: Viola in netta ripresa. Serve un difensore forte e veloce

    0



    masittoDomenica contro l’Udinese ho finalmente rivisto una Fiorentina tonica e propositiva. Ed è un ottimo risultato che, dopo 32 giornate di campionato, i viola abbiano collezionato gli stessi punti in classifica di un anno fa. Ora li aspetta la trasferta di Verona, che sarà insidiosa, contro una squadra che ha entusiasmo e dalla sua un Luca Toni in grande forma, in grande spolvero. Avrà sicuramente una voglia matta di segnare il gol dell’ex (è un classico in questi casi…), ma attenzione: la Viola vista contro l’Udinese di Guidolin ha veramente poco da temere.

    È chiaro che il campionato sia ancora importante, che si cercherà di fare più punti possibile da qui alla fine per mantenere il 4° posto, ma è normale che l’ambiente inizi a pensare alla finale di Coppa Italia contro il Napoli. Sarà una partita speciale per entrambe le compagini. Per i partenopei vincere la Coppa sarebbe la risoluzione ideale di un campionato non tanto positivo, visti i soldi spesi e gli obiettivi non raggiunti. Mi sembra di avvertire molta tensione sia nella squadra che nella società e questo potrebbe giovare alla Fiorentina che, invece, potrà arrivare all’appuntamento del 3 maggio motivata, ma senza troppa pressione rispetto al Napoli. È chiaro che anche per la Fiorentina vorrebbe dire tanto vincere la Coppa Italia, anche perché sarebbe il primo trofeo dell’era Della Valle, ma credo che arriverà a Roma più serena degli azzurri: e l’aspetto mentale potrà fare la differenza. Insomma, come ho già detto, la troppa tensione del Napoli potrebbe portare qualcosa di buono alla squadra di Montella.

    Infine il mercato: si inizia a parlarne e molto. Sento di un Cuadrado che potrebbe essere tutto viola, e questa sarebbe una gran bella cosa. Per quanto riguarda i rinforzi, credo che la società debba intervenire sul reparto difensivo. Con il calcio propositivo che offre Montella, spesso ci si difende con l’uno contro uno e dunque servirebbe una difesa tosta. Ora, non è facile entrare nello specifico, perché a volte se non si conoscono le dinamiche di squadra e spogliatoio, si fa fatica ad avere un’idea precisa, ma penso che alla Fiorentina, in vista della stagione 2014-15, serva in primis un centrale difensivo molto forte, veloce e bravo nell’uno contro uno (appunto). Per il resto, ci sarà tempo.