Futuro Montella, oggi la decisione: 50% resta, 50% esonero..

0



E finalmente arrivò il giorno della decisione. Di tutta la situazione legata alla permanenza o meno di Montella alla Fiorentina francamente non ne poteva più nessuno. Una serie di errori, incomprensioni, valutazioni, che hanno fatto ridere tutti, fuori dalle mura di Firenze e chi non è tifoso viola. Mai una stagione che possa iniziare nel modo più sereno e tranquillo possibile, mai certezze ma tanti dubbi. Una situazione dove le responsabilità, chi più chi meno, sono di tutti. Sarebbe troppo limitativo e sbagliato addossarle solo a un soggetto.
Quindi, oggi i Della Valle decideranno se andare avanti con Montella oppure scegliere la dolorosa e costosa soluzione dell’esonero. Da giorni, come per tutta la giornata di ieri e di oggi il Direttore Generale Andrea Rogg e il Direttore Sportivo Pradè hanno lavorato molto per ricucire quello che per alcuni è uno strappo, per alcuni solo una serie d’incomprensioni.
Secondo quanto raccolto da Fiorentina.it anche ieri sono proseguiti i contatti con Vincenzo Montella (ancora in Italia e solo oggi partirà per le vacanze in Madagascar). La situazione per la Fiorentina è la seguente: 50 % che Montella resti l’allenatore della Fiorentina, 50 % no.
L’ultimo ‘strappo’, quello di sabato sarebbe soprattutto legato alla questione della clausola rescissoria. Clausola, che vale 5 milioni per i club che vorrebbero portare via Montella dalla Fiorentina e che lo stesso Montella (questo lo abbiamo saputo solo adesso) a gennaio aveva chiesto alla Fiorentina di poter togliere cancellare. Qui la domanda sorge spontanea: perché a gennaio Montella voleva togliere la clausola rescissoria? Perché aveva già deciso di lasciare la Fiorentina oppure perché non vedeva la società fare i giusti investimenti in fase di mercato con una squadra che si apprestava, dopo solo tre mesi, nel finale di stagione a giocarsi terzo posto, l’accesso alla finale di Coppa Italia e l’accesso alla finale di Europa League.
Solo al suo ritorno in Italia si potrà sapere di questa sua scelta.
Intanto, la Fiorentina, i Della Valle vogliono andare avanti con lui. Anche in questa ottica bisogna leggere la proposta che la società ha fatto pervenire a Montella: allungamento del contratto di ancora un anno per una programmazione a medio-lungo termine. Davanti a questa opportunità Montella, pare, avrebbe risposto di togliere la clausola rescissoria tra dodici mesi.
Della Valle e MontellaAdesso non resta che attendere l’ultima decisione da parte dei Della Valle. Di sicuro Montella, che oggi partirà per le vacanze in Madagascar, si sente ancora allenatore della Fiorentina e partirà con questa convinzione, resta da capire se all’atterraggio ad Antananarivo (capitale del Madagascar) lo sarà sempre oppure sarà sostituito con il portoghese Paulo Sousa…

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it