Gazzetta, moviola: Astori, giusta l’espulsione per doppia ammonizione

di Francesco Ceniti - Gazzetta dello Sport

6



Questo il commento della moviola della Gazzetta dello Sport su Palermo-Fiorentina, diretta dall’arbitro Tagliavento: “La Fiorentina nel primo tempo va a segno con Chiesa sulla sponda di Sanchez: okay annullare perché il colombiano era in fuorigioco dopo la punizione calciata da Ilicic. Nel finale Astori ostacola in maniera fallosa Sallai al limite dell’area: arriva un giusto secondo giallo, ma il difensore non la prende bene e prima di lasciare il campo protesta in maniera decisa”.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Donamasi59@gmail.com
Ospite

gazzetta sparaca………………e.

mukuku61
Ospite
mukuku61

espulsione ridicola- come ridicolo fu il rigore dato al milan del genio sacchi a tempo scaduto nel 91-92 contro la viola di lazaroni, per farli pareggiare…se quello di astori è fallo, si finirebbero le partite in 8 contro 8…vediamo se quel fenomeno di tagliavento darà rigore contro la juve quando bonucci e chiello proteggeranno buffon nella stessa maniera…

AntonioViola
Ospite
AntonioViola

Fallo inesistente. L’azione era comunque sfumata (indipendentemente dalla presunta ostruzione).

Giovanni Roberto
Ospite
Giovanni Roberto

La gazzetta deve farsi i fatti suoi. Di falli come quello in questione ce ne sono a iosa in ogni partita. Semmai e’ il palemmitano a cercare il fallo e non Astori a farlo.

Oranje
Ospite
Oranje

Un fallo ininfluente per l ‘azione. Le espulsioni dovrebbero riferirsi a situazioni gravemente antisportive o violente o che pregiudicano l’incolumità del giocatore. A Palermo Astori è stato espulso per un pretesto dell’arbitro.

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Come giustamente (per una volta) diceva il commento su Sky: se quello viene considerato fallo da ammonizione, ogni partita ci sono situazioni del genere ed il fallo al difensore non viene mai fischiato.

Articolo precedenteFormazioni a confronto: Sousa sorprende tutti con Milic e Ilicic
Articolo successivoGazzetta: l’illogicità di alcune scelte di Paulo Sousa
CONDIVIDI