Generazione Millennials: i 2000 pronti a sfondare, tra Kean e Pellegri c’è anche Meli

3



Generazione 2000. Quella cresciuta tra selfie e social. Quelli con Iphone e Ipad sempre in mano. Loro che un mondo senza Internet non se lo immaginano proprio. Generazione 2000. Quella dei Millennials. Kean e Pellegri guidano la carica di ragazzini pronti a sfondare. Così scrive Il Corriere dello Sport. La generazione delle baby promesse, che in questi anni si affacciano in serie A. Moise Kean e Pietro Pellegri l’hanno già fatto, con tanto di gol. Vignato del Chievo è stato protagonista di un siparietto sul campo con Totti, più vecchio di 24 anni. Plizzari, portiere del Milan, è pronto a giocarsi le carte in prestito alla Ternana: è considerato il nuovo Donnarumma.

Estate da sogno anche per il viola Marco Meli: l’unico classe 2000 che Pioli ha portato nel ritiro della Fiorentina a Moena. Pentito? Neanche un po’. Perché Marco parla poco ma fa tanti fatti. Da sempre. A chiacchierare ci pensa il papà che l’ha sempre seguito in tutti gli spostamenti fin da piccolo. Da quando giocava nel Tau Calcio due anni sotto età: «Aveva il senso del gioco e faceva i movimenti giusti già a sei/sette anni» racconta chi l’ha visto crescere. Perché quando uno è predestinato c’è poco da fare. E allora in un attimo eccolo in ritiro con la prima squadra. Qualche centimetro in più ma la mentalità di sempre: «Mi piace molto, sta reggendo bene i carichi di lavoro» ha spiegato Pioli durante il ritiro. Sacrificio e impegno, poi qualcosa arriverà. Poi occhio a Manolo Portanova, figlio dell’ex difensore Daniele, e passato dalla Lazio alla Juve, ed anche a Davide Merola, funambolo dell’Inter.

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Riccardo Fuzio
Ospite
Riccardo Fuzio

Infatti meglio puntare con fiducia su Ranieri che ha o dovrebbe avere esperienza per dosarlo in modi giusti per evitargli di bruciarsi

SplendidoSplendente
Ospite
SplendidoSplendente

I Millennials sono quelli nati tra l’85 e il ’95. Quelli nati tra il ’95 e il 2005 sono la cosiddetta “Generazione Z” o “iGen”. Dite a quelli del Corriere di informarsi

Silvano FI-PO
Ospite
Silvano FI-PO

Fin dai tempi della Fiorentina Yè-Yè ho sempre desiderato di vedere esordire dei giovani e di vederli crescere nella Fiorentina, ed ho sempre pensato che così avremmo potuto avere una squadra ben più forte di quella che avremmo avuto comprando giocatori belle fatti, visto che la potenzialità della società era ed è non di altissimo livello. Ben venga Meli, e speriamo che Pioli lo faccia esordire il prima possibile. Lo stesso vale per altri giovani:: per esempio, visto che Maxi Olivera lascia un pò a desiderare, e visto che a quanto pare nè Antonelli nè Strinic vogliono venire a Firenze,… Leggi altro »

Articolo precedenteTatarusanu, esordio da 8 in Ligue 1: è nella Top 11 de L’Equipe (FOTO)
Articolo successivoLa Primavera di Bigica scalda i motori: esordio con l’Atalanta, campionato di ferro
CONDIVIDI