Genoa: allenamento a porte chiuse e centro sportivo blindato

di Maurizio Moscatelli - Tuttosport

3



In vista della decisiva gara di Firenze la squadra lavorerà al centro sportivo Signorini lontano da tutto e tutti

Si giocherà tutto in una notte il Genoa di Cesare Prandelli. La lotta salvezza nell’ultimo turno si incrocia con quella per la Champions e la sfida del Franchi contro la Fiorentina si giocherà domenica sera.

Un Genoa che ha ripreso ieri gli allenamenti al Signorini reduce da una domenica sulle montagne russe seppur da spettatore. Volti tesi, umore comunque non ottimale e tanta tensione tra i giocatori che dopo il pareggio con il Cagliari  – riporta Tuttosport – sono chiamati a compiere un’impresa contro i viola.

Le prime notizie purtroppo non sono molto positive con Mazzitelli e Lazovic che hanno lavorato ancora a parte e dunque diminuiscono le possibilità che riescano a recuperare per la prossima sfida. Un Genoa che lavorerà tutta la settimana in un Signorini blindato per raggiungere poi la Toscana solo nella serata di sabato. Nessun ritiro ma massima concentrazione per una squadra che non è più padrona del proprio destino.

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Manuel
Ospite
Manuel

Perché scrivete che non è più padrona del proprio destino? Il genoa se vince si salva, così pure se pareggia e l’Empoli perde. Visto lo stato pietoso dell’Inter, così come dello stesso Genoa e della Fiorentina, tutti gli scenari sono possibili.

Princebuster
Ospite
Princebuster

Noi giorno libero…..

Braccio
Ospite
Braccio

È chiaro che avranno a disposizione tutti gli effettivi. Prepariamoci meglio di loro. Non fidiamoci, se il centro sportivo del Genoa è davvero blindato, perché fanno filtrare le notizie , mancherà questo e quello? SFV

Articolo precedenteMalusci a FI.IT: “Basta polemiche, ora conta solo la Fiorentina. Serie B come nel ’93? No, noi eravamo messi peggio”
Articolo successivoIl tifoso Vittorio Feltri: “L’avvicendamento sulla panchina è stata una disgrazia irreparabile”
CONDIVIDI