Genoa-Fiorentina: l’Album dei Ricordi. L’illusione Rossi-Gomez e lo show di Mutu

    0



    Quello di Marassi sarà il 53° incontro della storia tra Genoa e Fiorentina in Liguria, ed il bilancio dice 18 vittorie Genoa, 20 pareggi, e 14 vittorie Fiorentina. Il Ferraris sponda grifone è stato a lungo un tabù per la squadra viola. Prima degli ultimi quattro anni, quando la Fiorentina è riuscita ad uscirne vittoriosa 2 volte e con due pareggi. 0-0 un anno fa, 1-1 due anni fa col gol di Gonzalo e autogol di Tata

     

     

    Tre anni fa fu invece apoteosi a Marassi, contro la squadra di Liverani arrivò un netto 2-5, con doppiette di Rossi e Gomez e gol di Aquilani:

     

     

    A decidere quattro anni fa fu invece Manuel Pasqual, nello 0-1 che fu anche la prima vittoria esterna della stagione viola, dopo il ko di Napoli, il pareggio di Parma, la sconfitta a Milano con l’Inter ed il pareggio col Chievo al Bentegodi.

     

     

     

     

    Tabù sfatato, dunque, e che durava da 30 anni quando Antognoni, Pecci e Bertoni piegarono il grifone a domicilio con un sonoro 0-3.

     

     

    Nel 2009-10 l’ultima vittoria del grifone 2-1:

     

     

     

    Tanti ko a Marassi negli anni precedenti al 2012-13, con però anche dei ricordi piacevoli nonostante le sconfitte. Come il gol di Dunga del 1991 nel 3-2 per il Genoa: 

     

      

     

    Oppure la prima doppietta in Serie A di Batistuta nel 1991-92 in un altro ko per 3-2: 

     

     

     

    Ma l’emozione più forte degli ultimi anni relativa a Genoa-Fiorentina è questa:  

     

     

     

    Da 3- 0 a 3-3, nel segno del fenomeno Mutu, tre reti in mezz’ora, tre reti decisive visto che a fine stagione la Fiorentina ebbe la meglio sul Genoa nella lotta al 4° posto proprio in virtù di quel pareggio a Marassi. Fiorentina e Genoa arrivarono infatti a pari punti in classifica, all’andata vinse la Fiorentina 1-0 con gol di Gilardino, e Fiorentina qualificata in Champions League, ai danni proprio del Genoa. Da lì, il patron rossoblu Preziosi ha iniziato ad ‘odiare’ la Fiorentina. C’era un giocatore in uscita da Firenze, e tac puntuale arrivava Preziosi. Da Crespo a Bovo, fino a tutti i vari giocatori viola passati da Marassi. Vargas, Frey, Gila, Santana, Cassani etc…